Echium plantagineum / Echium vulgare subsp. pustulatum

confronti fra specie simili e chiavi dicotomiche
Rispondi
Avatar utente
luirig
Messaggi: 5805
Iscritto il: 08 dic 2007, 19:33
Nome: Luigi
Cognome: Rignanese
Residenza(Prov): Manfredonia (FG)
Località: Manfredonia (FG)
Contatta:

Echium plantagineum / Echium vulgare subsp. pustulatum

Messaggio da luirig » 08 giu 2013, 19:45

Ho questi due bei disegni di H. Coste (nessun problema, sono di pubblico dominio).


Echium plantagineum (sopra)
Echium vulgare subsp. pustulatum (sotto)

A quale dei due disegni le foto in galleria di Echium vulgare subsp. pustulatum (quelle di Dazos) somigliano di più per quanto riguarda il modo con cui gli stami sporgono dalla corolla? Lo lascio decidere a voi.
Allegati
ech-plant.jpg
ech-plant.jpg (41.91 KiB) Visto 525 volte
ech-pust.jpg
ech-pust.jpg (37.81 KiB) Visto 525 volte

Valerio Lazzeri

Re: Echium plantagineum / Echium vulgare subsp. pustulatum

Messaggio da Valerio Lazzeri » 08 giu 2013, 20:57

Queste immagini (scadenti) sono prese da la "Flore descriptive et illustrée de la France de la Corse et contrées limitrophes" che è opera davvero buona di Coste del 1937.
Ovviamente chi la cita si guarda bene dal leggere la descrizione dell'indumento della corolla per i tre taxa in considerazione (E. plantagineum, E. vugare e E. pustulatum) che è l'unico carattere fisso che, come ben sottolineato in opere più recenti, serve per distinguere E. plantagineum dai due taxa afferenti a E. vulgare.

Poi mi spiace che si torni sull'argomento di E. vulgare subsp. pustulatum.
Premesso che tutti, esperti compresi, possono sbagliare, nel caso specifico la pianta fu determinata da uno specialista del genere su campioni d'erbario.
Un po' più di umiltà quindi non guasterebbe.

Avatar utente
luirig
Messaggi: 5805
Iscritto il: 08 dic 2007, 19:33
Nome: Luigi
Cognome: Rignanese
Residenza(Prov): Manfredonia (FG)
Località: Manfredonia (FG)
Contatta:

Re: Echium plantagineum / Echium vulgare subsp. pustulatum

Messaggio da luirig » 09 giu 2013, 11:20

nel caso specifico la pianta fu determinata da uno specialista del genere su campioni d'erbario.
A questo mondo nessuno è infallibile, tranne il papa, a quanto pare.
L'umiltà dovrebbe esserci forse da parte di chi dovrebbe osservare con più attenzione le piante.
Io sono solo un appassionato, niente in confronto col Prof. (di cui non ricordo il nome) che ha determinato la pianta.
Però a volte ho solo il vantaggio o la fortuna di poter osservare direttamente e frequentemente le specie qui più comuni, per cui posso farmi talvolta un'idea probabilmente più chiara, ma qualche abbaglio di tanto in tanto lo prendo anch'io, nonostante abbia tutta la buona volontà di imparare.

Rispondi

Torna a “Chiavi di determinazione e confronti”