Fraxinus angustifolia Vahl - chiave alle sottospecie

confronti fra specie simili e chiavi dicotomiche
Rispondi
Isaia campi
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 ago 2016, 00:44
Nome: Isaia
Cognome: Campi
Residenza(Prov): Bologna (BO)

Fraxinus angustifolia Vahl - chiave alle sottospecie

Messaggio da Isaia campi » 28 set 2016, 20:26

Salve mi sono appena iscritto ad Acta plantarum e non sono del tutto sicuro che sia il posto giusto per postare la domanda. Ad ogni modo volevo chiedere se qualcuno sa le differenze che presenti fra Fraxinus angustifolia subsp. oxycarpa (Willd.) Franco & Rocha Afonso e Fraxinus angustifolia Vahl subsp. angustifolia permettono di discriminare fra le due sottospecie .

Soprattutto ci sono dei caratteri morfologici analizzabili su campioni d'erbario ?

In un articolo ho trovato quanto segue

"In Italia crescono tre specie di frassini: il frassino maggiore o comune (Fraxinus excelsior L.), il frassino ossifillo o meridionale (F. angustifolia Vahl) e l’orniello (F. ornus L.). Mentre le prime due appartengono alla sezione Fraxinaster e presentano una impollinazione anemofila, l’orniello (sezione Ornus) presenta fiori molto attrattivi per gli insetti. Frassino maggiore ed ossifillo sono strettamente correlati e non sempre la loro distinzione è facile, soprattutto nell’ambito di boschi in cui si trovano entrambe le specie. La situazione è complicata dal fatto che le due specie possono dare origine ad individui ibridi ([32], [17], [11]). Benché si tratti di una specie naturalmente molto variabile, nell’ambito del frassino ossifillo sono state individuate alcune sottospecie, le cui differenziazioni si basano soprattutto sulla forma dei frutti e delle foglie e che presentano anche una distribuzione geografica differenziata: angustifolia (bacino mediterraneo occidentale), oxycarpa (Europa centrale e meridionale) e syriaca (dalla Turchia fino al limite orientale di diffusione della specie). La classificazione intraspecifica è tuttavia resa difficoltosa dalla presenza di numerose forme intermedie."

Vi ringrazio per l'eventuale risposta! (Se ho postato nel luogo sbagliato indicatemi dove ripostarlo!) Ciao.

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 6461
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Fraxinus angustifolia Vahl - chiave alle sottospecie

Messaggio da Enrico Banfi » 29 set 2016, 12:00

Una piccola premessa:
1) La sezione Fraxinaster coincide con la sezione nominale del genere Fraxinus, perché ne contiene il tipo nomenclaturale (Fraxinus excelsior L.), pertanto il nome giusto della sezione è Fraxinus (come il genere).
2) L’ibrido excelsior x angustifolia subsp. oxycarpa è una bufala, perché in natura, almeno in Italia, non si osserva mai, dato che le due specie occupano fasce altitudinali e habitat distinti. Gli esemplari interpretati come ibridi sono un errore dovuto all’uso di fasulli caratteri diacritici, tra cui il frutto e la colorazione autunnale del fogliame.
Ciò detto, la distinzione fra le sottospecie di Fraxinus angustifolia Vahl può essere riassunta in questa chiave:
1 Foglioline 3-5(-7), segnate da scarsi e vistosi denti acuti, profondi, distanziati: subsp. syriaca
1 Foglioline (5-)7-9(-11), con seghettatura superficiale, a volte poco marcata o quasi lisce al margine
2 Foglioline perfettamente glabre all’ascella delle nervature sulla faccia abassiale: subsp. angustifolia
2 Foglioline sulla faccia abassiale con fine tomento di peli giallastri o brunastri all’ascella delle nervature: subsp. oxycarpa (M. Bieb. ex Willd.) Franco & Rocha Afonso
Il frutto non va mai guardato, tranne nel caso delle specie della sezione Melioides, tra le quali Fraxinus pennsylvanica Marshall, che è frequentemente coltivato nel verde pubblico cittadino al nord e al centro. La samara in questo caso è ben distinta perché la parte occupata dal seme è lineare e cilindrica, in rilievo sopra l’ala, mentre nei nostri frassini è lanceolata e appiattita, non rilevata sull’ala. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Isaia campi
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 ago 2016, 00:44
Nome: Isaia
Cognome: Campi
Residenza(Prov): Bologna (BO)

Re: Fraxinus angustifolia Vahl - chiave alle sottospecie

Messaggio da Isaia campi » 29 set 2016, 16:57

alcune domande . 1) la subsp syriaca è presente anche in italia ? (mi sembra che nella checklist non ci sia).
2) una cosa che non mi è chiara, quando metti il numero delle foglie , il numero fra parentesi significa che è la condizione più comune o quella meno ?
3) questi particolari, i fini peli, sono visibili anche in vecchi preparati da erbario o si perdono?

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 6461
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Fraxinus angustifolia Vahl - chiave alle sottospecie

Messaggio da Enrico Banfi » 29 set 2016, 17:36

Et voila mon ami!
1) la subsp. syriaca da SE (Asia Minore, Iran) non raggiunge l'Europa, men che meno l'Italia
2) I numeri fra parentesi sono gli estremi di un intervallo statistico, pertanto corrispondono alle situazioni più rare.
3) La pelosità ascellare delle nervature in Fraxinus è sempre rilevabile anche sul secco, ovviamente meglio se con un microscopio stereo binoculare, ma anche semplicemente con una lente contafili. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Rispondi

Torna a “Chiavi di determinazione e confronti”