Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Immagini e ritrovamenti dei nostri iscritti
Rispondi
Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 24 nov 2015, 20:49

In accordo con Marco Merli, ho estrapolato questa parte di un topic dedicato in origine a Salix caprea, perché si parla di altri Salix e di un'altra area: l'Appennino reggiano.
Vedi: http://www.actaplantarum.org/floraitali ... 40&t=69087
L'argomento è stato intitolato Salix mysinifolia / S. apennina nell'Appennino reggiano.
La questione merita di avere una propria collocazione diversa, anche perché speriamo di organizzare una visita nella collina reggiana per raccogliere altri dati freschi.
Preciso che il campione che verrà mostrato è stato raccolto da R. Agostini che realizzò uno studio molto bello sulle pinete a Pino silvestre dell'Appennino emiliano.
Ale


Dovrei fare una correzione di quanto scritto in uno dei tanti interventi che ho fatto su questo post, dicendo che tutti i Salix presenti sull' Appennino reggiano appartenenti al gruppo di Salix myrsinifolia sono da attribuire a Salix apennina in realtà in questi giorni sono al lavoro al MUSE (museo della scienza di Trento) sto visionando migliaia di essiccata di Salix, mi sono venuti in mano campioni dall' Appennino reggiano classificati come Salix phycilifolia L. da attribuire senza ombra di dubbio a Salix myrsinifolia salisb.

Verosimilmente Salix myrsinifolia trova il suo limite meridionale sulla nostra penisola proprio sui monte reggiani, per poi lasciare il posto al vicariante Salix apennina, questi due Salix condividono l' areale dalla provincia di Reggio Emilia fino ai lembi meridionali della Svizzera (Canton Ticino)

Marco

Riva Giovanni
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 gen 2014, 10:24
Nome: Giovanni
Cognome: Riva
Residenza(Prov): Caronno Pertusella (VA)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Riva Giovanni » 26 nov 2015, 21:46

Grazie Marco dell'appunto: ho trovato (l'ex) Salix nigricans nella zona di Casina (m 600 circa); ho però avuto parecchie difficoltà nella determinazione (salienze dubbie, foglie a volte non annerenti nel secco all'apice, ecc.). Però sicuramente non era l'Apennina che nella zona è di gran lunga il più numeroso. In quella zona è spesso coltivato (o residuato da coltivazioni) Salix triandra specie tipica; in un solo caso, a Cà Sistofano, ho trovato la sottospecie Amygdalina. Invece a Felina, in una bassura con altri salici comuni, vicinissima alla statale del Cerreto, si trova una pianta cespugliforme di Salix appendiculata che ho cercato inutilmente di riprodurre. Noto che nella scheda di S. Radivo questa specie, che vidi solo sulle Alpi a suo tempo, viene data anche per l'Emilia, a differenza di quanto riportato da "Il Genere Salix in Italia". Un cordiale saluto.

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 27 nov 2015, 13:58

Bene Giovanni

Salix myrsinifolia Salisb (= Salix nigricans) è specie estremamente variabile, le salienza sub corticali possono mancare del tutto o essere minute lunghe qualche mm. anche la forma della foglia e la punta priva di caratteristico indumento ceroso è un altro carattere estremamente variabile, solo nella forma "tipo" Salix myrsinifolia presenta pagina inferiore delle foglie con punta verde e non glauco-cerosa, per finire l' annerimento delle foglie è un' altra caratteristica di scarso o di poco valore diatrico infatti anche se la maggior parte delle piante di questo Salix presentano evidente annerimento delle foglie molte volte restano verdi, tutto dipende di norma da molteplici fattori (umidità dell' aria, sviluppo ecc...)

il ritrovamento di Salix appendiculata Vill. per la zona di cui fai riferimento è un ritrovamento notevole e molto interessante, non hai mica delle foto ?

Grazie

Marco

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 27 nov 2015, 14:01

Sono quasi convinto che la subsp. nominale di Salix triandra sia per l' Italia solo specie coltivata, da noi è dominante la subsp. amygdalina

Marco

Avatar utente
Garabombo
Amministratore
Messaggi: 4778
Iscritto il: 05 apr 2010, 10:15
Nome: Cristiano
Cognome: Magni
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Garabombo » 27 nov 2015, 19:23

Il dato di presenza in E-R deriva da IPFI che riporta quanto segnalato nell'appendice alla Checklist, Conti et al., 2006

Ciao
C.
"Io sono un filo d'erba / un filo d'erba che trema /E la mia Patria è dove l'erba trema.
Un alito può trapiantare / il mio seme lontano
"
rocco scotellaro

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 27 nov 2015, 20:26

Ecco uno dei campioni di Salix myrsinifolia Salisb. per l' Appennino reggiano
Allegati
P1150169.JPG
P1150169.JPG (99.55 KiB) Visto 1161 volte

Riva Giovanni
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 gen 2014, 10:24
Nome: Giovanni
Cognome: Riva
Residenza(Prov): Caronno Pertusella (VA)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Riva Giovanni » 28 nov 2015, 11:26

Grazie Marco, per le spiegazioni che confermano quanto sospettavo sulla determinazione di Salix myrsinifolia; però il mio era solo un sospetto e sentire la conferma da te è di grande aiuto. Il campione dell'immagine poi, proviene addirittura ...da casa mia, o almeno da un posto vicinissimo alla mia casetta di campagna (Pantano di Carpineti, valle del Tresinaro); quello che avevo determinato con difficoltà era pochissimo lontano. Lì è segnato così ma il Tresinaro è un torrente che scorre tra il comune di Carpineti e Pantano e poi si congiunge nel Secchia molto più a valle; presumibilmente il ritrovamento del 1969 si trova nei pressi del torrente perché i boschi appena sopra, spesso composti da Pinus sylvestris, Roverella e Orniello, sono prevalentemente xerofili. Su Salix appendiculata di Felina per ora non ho foto ma mi appunto di farle in primavera, di inviartele e di ritentare con una talea. Andrò quasi sicuramente verso aprile a prendere la scorta di Parmigiano reggiano (scriverlo maiuscolo non è un errore, constatata la sua bontà) di montagna.
Un cordiale saluto.

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 28 nov 2015, 14:40

Ottime precisazioni Giovanni, ok per Salix appendiculata

Marco

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 28 nov 2015, 15:22

Grazie Cristiano, certo è affascinante e allo stesso tempo gratificante poter rivedere i numerosissimi essiccata di Salix depositati nei musei, pensare che alcuni campioni sono di inizio 800 (1807) è allo stesso tempo anche un lavoro snervante e di responsabilità dopo alcune ore a passare campione dopo campione oltre 900 in TR (museo MUSE) e oltre 1000 depositati in ROV (Rovereto) sotto il binoculare sembra di "impazzire" ma comunque è una bella soddisfazione poter valutare i campioni raccolti dai massimi botanici/floristi del passato, questi sono i lavori "botanici" dell' inverno.

Marco

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 23 mar 2017, 18:28

La presenza di Salix myrsinifolia Salisb. (vedi campione d' erbario di questo post in data 27/11/2015) per l' Appennino reggiano andrebbe valutata sul campo, (infatti i campioni custoditi nell' erbario Agostini e depositati a Trento al museo MUSE raccolti nel luglio del lontano 1969 possono appartenere a una forma di passaggio con Salix apennina, se Salix myrsinifolia sarebbe confermato sarebbe una nuova entità per la regione (Emilia Romagna)

Appena la stagione è propizia andrò in zona e darò un' occhiata alla situazione, aspetto un riscontro degli amici botanici della zona

Marco

Avatar utente
AleAle
Messaggi: 9493
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05
Nome: Alessandro
Cognome: Alessandrini
Residenza(Prov): Emilia Romagna (dintorni di Bologna) (BO)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da AleAle » 23 mar 2017, 21:17

Merli Marco ha scritto:Ecco uno dei campioni di Salix myrsinifolia Salisb. per l' Appennino reggiano
Questo post mi era sfuggito e forse meriterebbe di diventare qualcosa a sé.
Pensavo tra l'altro che si riferisse all'alto Appennino, invece siamo a Carpineti, cioè in collina, nelle pinete di Pino silvestre.
Tra l'altro Agostini scrisse un lavoro proprio sulle Pinete a Pino silvestre dell'Appennino reggiano.
Io penso di aver traslato tutto (ma non sapevo dell'esistenza di campioni) automaticamente in S. apennina.
Comunque, organizzaremo un tour in funzione dei Salici e di dove sono ...
Bellissima notizia!
Quindi la questione Salix myrsinifolia/S. apennina è da riconsiderare.
;)
Ale

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 23 mar 2017, 21:20

Concordo Alessandro la questione meriterebbe un post a parte

Sia Salix apennina sia Salix myrsinifolia hanno ambiente ben diverso da una pineta di Pinus sylvestris, ma il cartellino dell' epoca, non specifica molto l' habitat, un' escursione in zona dovrebbe togliere qualsiasi dubbio ;)

Ok Alessandro organizza ;) e poi scendo da voi in un fine settimana

Marco

Avatar utente
vilmore
Messaggi: 3001
Iscritto il: 04 mar 2008, 15:51
Nome: Villiam
Cognome: Morelli
Residenza(Prov): Bibbiano (RE)
Località: Bibbiano

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da vilmore » 24 mar 2017, 16:29

Nella zona non ci sono solo nuclei di Pinus sylvestris, ad esempio io ho parecchi dati di Salix apennina nella valletta del Rio Dorgola affluente del Tresinaro (SIC) quasi sempre su argille caotiche
Villiam

Riva Giovanni
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 gen 2014, 10:24
Nome: Giovanni
Cognome: Riva
Residenza(Prov): Caronno Pertusella (VA)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Riva Giovanni » 31 mar 2017, 09:37

Bene William, Marco e Alessandro, mi appunto di aderire a questa pensata escursione dando anche il mio piccolo contributo di conoscenza dei luoghi (ho una casetta a Pantano); una verifica ai salici di cui già parlai oltre a quelli del Dorgola e della valle del Tresinaro sarebbe d'uopo. Personalmente ho almeno 6 posti che meriterebbero una verifica, oltre naturalmente a quelli dell'orizzonte montano. Confermo che nella valle del Tresinaro vi sono solo piccole presenze di Pino silvestre ma mai vere e proprie pinete che invece ci sono in posti più esposti come nei pressi di Croce di Petrella.
La mia casetta è in grado di ospitare 6 persone.
Ciao.

Riva Giovanni
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 gen 2014, 10:24
Nome: Giovanni
Cognome: Riva
Residenza(Prov): Caronno Pertusella (VA)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Riva Giovanni » 03 ago 2017, 09:07

A seguito di quanto detto dopo l'escursione di alcuni mesi fa, ho visionato i dintorni di Cervarezza terme (m 900 slm) e quelli del lago Calamone (1300 m slm) trovandovi Salix apennina ma mai Salix myrsinifolia. Anche nel periplo della Pietra di Bismantova, si trovano vallette con presenze di salici e qui S. apennina mostra tutto il suo potenziale polimorfismo. Continuerò a tenere gli occhi aperti soprattutto nel carpinetano.

Avatar utente
AleAle
Messaggi: 9493
Iscritto il: 28 feb 2008, 00:05
Nome: Alessandro
Cognome: Alessandrini
Residenza(Prov): Emilia Romagna (dintorni di Bologna) (BO)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da AleAle » 03 ago 2017, 09:38

A precisazione di quanto accennato, Agostini nel suo lavoro sulle Pinete a Pinus sylvestris cita Salix phylicifolia per M. Corvo e per "Coste e Vallone di Beleo".
Intanto modifico lo status in EMR da incerto a "non più ritrovato".
Ciao
Ale

PS: purtroppo per modifiche di questo tipo non è possibile applicare il blu perché quel colore è riservato a novità per la flora di quella regione. Qui invece si tratta di un passaggio da Incerto a Non più ritrovato. Bisognerebbe pensare a una campitura a "pigiamino" come si fa nelle carte della vegetazione quando si incontrano mosaici tra due tipi o forme intermedie

Avatar utente
Merli Marco
Messaggi: 3413
Iscritto il: 18 dic 2013, 21:02
Nome: Marco
Cognome: Merli
Residenza(Prov): Stenico (TN)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Merli Marco » 04 ago 2017, 19:17

Certamente, ma prima di pensare a colorare o meno la regione meglio raccogliere abbondantemente e poi revisionare il tutto

Sono a disposizione per visionare il materiale raccolto

Ciao Marco

Riva Giovanni
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 gen 2014, 10:24
Nome: Giovanni
Cognome: Riva
Residenza(Prov): Caronno Pertusella (VA)

Re: Salix myrsinifolia Salisb. ( conf. S. apennina nell'Appennino reggiano?)

Messaggio da Riva Giovanni » 13 ago 2017, 11:34

Grazie Alessandro e Marco, con un pò di calma farò un giro dalle parti di Beleo. Approfitto dell'occasione per chiedervi cortesemente se potete inviarmi con messaggio privato i vostri numeri di cellulare e/o e mail (e se possibile quelli di Michele Adorni) perchè li ho persi sulla vecchia SIM e non riesco più a recuperarli. Saluti.

Rispondi

Torna a “Foto e notizie di specie della flora spontanea italiana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti