Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Microscopi, binocoli, macchine fotografiche, GPS e ogni altro strumento da campo e di laboratorio

Moderatore: rededivad

Avatar utente
brunoror.1940
Messaggi: 1770
Iscritto il: 02 set 2013, 09:30
Nome: Bruno
Cognome: Romiti
Residenza: Bagnone CAP 54021 (MS)
Località: Bagnone (MS)
Contatta:

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da brunoror.1940 » 16 ott 2015, 21:39

carlo cibei ha scritto:Io ho preso la FZ200 un paio di mesi fa, dopo avere avuto la FZ38, che ormai non ne poteva più e, prima ancora, la FZ5.
Sono soddisfatissimo. L'ottica super luminosa su tutto il range dello zoom fa veramente la differenza.
:bye:
carlo
Ho acquistato questa fotocamera i primi del mese di Agosto; i risultati non sono soddisfacenti per quanto riguarda le foto ravvicinate, ma sono io che devo imparare ad usarla, cosa per me molto ostica, perché leggo le istruzioni ma dopo un giorno me le sono già dimenticate!
Come se non bastasse tre giorni fa si sono bloccati i comandi del menù ed ho dovuto portarla al centro di assistenza per la riparazione.
Quando me la riconsegneranno vorrei disturbarti per avere qualche consiglio, se sei disponibile.
Pensi che la lente RAINOX DCR 250 possa essere utile per foto ravvicinate?
Ti saluto Bruno :bye:
chi vuole contribuire alle spese del sito può accedere a La Piazzetta e cliccare su lo stato delle nostre finanze

Avatar utente
rededivad
Amministratore
Messaggi: 10373
Iscritto il: 24 apr 2008, 10:05
Nome: Davide
Cognome: Tomasi
Residenza: Cornedo Vicentino (VI)
Località: Cornedo Vicentino (VI)

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da rededivad » 17 ott 2015, 15:45

Io uso questa macchiana con la lente Raynox con risultati decisamente buoni.

http://www.actaplantarum.org/floraitali ... 39&t=46596
"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta." Louis Pasteur
"A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.” Arturo Graf

carlo cibei
Amministratore
Messaggi: 8361
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Nome: Carlo
Cognome: Cibei
Residenza: Genova (GE)
Località: Genova

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da carlo cibei » 17 ott 2015, 21:23

brunoror.1940 ha scritto:
carlo cibei ha scritto:Io ho preso la FZ200 un paio di mesi fa, dopo avere avuto la FZ38, che ormai non ne poteva più e, prima ancora, la FZ5.
Sono soddisfatissimo. L'ottica super luminosa su tutto il range dello zoom fa veramente la differenza.
:bye:
carlo
Ho acquistato questa fotocamera i primi del mese di Agosto; i risultati non sono soddisfacenti per quanto riguarda le foto ravvicinate, ma sono io che devo imparare ad usarla, cosa per me molto ostica, perché leggo le istruzioni ma dopo un giorno me le sono già dimenticate!
Come se non bastasse tre giorni fa si sono bloccati i comandi del menù ed ho dovuto portarla al centro di assistenza per la riparazione.
Quando me la riconsegneranno vorrei disturbarti per avere qualche consiglio, se sei disponibile.
Pensi che la lente RAINOX DCR 250 possa essere utile per foto ravvicinate?
Ti saluto Bruno :bye:
Ciao Bruno,
premetto che per me non esiste la macchina perfetta che la prendi, scatti, e ti fa foto meravigliose. Dietro belle foto magari c'è anche una macchina "buona" ma secondo me c'è molto di più la capacità del fotografo, l'esperienza ma anche la competenza. Ogni macchina va conosciuta per i suoi pregi e difetti, e usata di conseguenza, sfruttando i pregi e cercando di compensare i difetti.
Riguardo alla FZ200 bisognerebbe capire perchè dici che non ti soddisfa nelle foto ravvicinate.
Le lenti Raynox io le uso da anni e sono molto soddisfatto, però vale, a maggior ragione, quanto ti dicevo prima: non è che le piazzi sulla macchina e per magia ti escono delle macro spettacolari. Anzi, il loro uso richiede parecchia attenzione, soprattutto perchè il range di messa a fuoco è limitato ad alcuni mm e cambia al variare dello zoom. Cioè dopo che hai montato la lente la macchina mette a fuoco solo e soltanto ad una distanza fissa di circa 20 cm, per darti un'idea, e basta spostare il soggetto di pochissimi mm rispetto a questa distanza per essere irrimediabilmente fuori fuoco.
Insomma se già la FZ200 ti sembra complicata, con la Raynox aggiungi ulteriori complicazioni. Poi se impari ad usarla i risultati sono molto buoni e valgono la pazienza che ti viene richiesta.
Salutoni
carlo
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca

Avatar utente
r.b.shrike
Messaggi: 392
Iscritto il: 23 feb 2011, 19:54
Nome: Maurizio
Cognome: Busetto
Residenza: Albareto (PR)

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da r.b.shrike » 23 ott 2015, 15:03

Pienamente d'accordo.
Inoltre io consiglierei la Raynox meno potente (DCR-150),onde non complicarsi eccessivamente la vita..
:bye: Maurizio

P.S.
circa il 70% delle immagini che inserisco sono ottenute con Lumix FZ200 :fiuuuu:
Il dolore è forse ciò che più fortemente fà esprimere gli artisti
-J.F.Millet_

Avatar utente
rededivad
Amministratore
Messaggi: 10373
Iscritto il: 24 apr 2008, 10:05
Nome: Davide
Cognome: Tomasi
Residenza: Cornedo Vicentino (VI)
Località: Cornedo Vicentino (VI)

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da rededivad » 23 apr 2017, 18:18

Purtroppo la mia FZ200 sembra sia andata.
Non funziona più... quando l'accendo parte lo zoom che fa fuoriuscire di qualche cm l'obbiettivo e non riesco a fotografare.
Chissà cos'ha... Non so nemmeno se ha senso provare a ripararla.
In alternativa comprarne una nuova:
- valutavo se ricomprare lo stesso modello, ormai sceso sui 300 euro, così mi ritroverei anche delle batterie in più;
- in alternativa la Fz300, che costa oltre 150 euro in più e per il poco che ci capisco in fondo non ha un granché di cose in più che mi possano interessare
- o pensare alla FZ1000, ben più costosa, con un sensore più grande, ma che non mi pare abbia tutta apertura per tutta la lunghezza dello zoom.
I tecnici hanno opinioni a riguardo?
Grazie
"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta." Louis Pasteur
"A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.” Arturo Graf

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 9917
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza: Genova (GE)

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da Daniela Longo » 23 apr 2017, 21:08

Bruno, le lenti addizionali sono una grossa complicazione. Io ho una reflex molto buona (Nikon D90).
A casa, con cavalletto e giusta illuminazione e solo per fotografare particolari piccoli e sufficientemente piani (un petalo, i peli, un sepalo, un seme appiattito,...), uso lenti addizionali.
Sul campo, secondo me, le lenti addizionali fanno danno: poiché il piano di messa a fuoco è limitatissimo la foto risulta confusa e come in altro post hanno scritto FrancoGiordana e Franco Fenaroli: Più spingi nel dettaglio la foto e meno elementi utili per la determinazione hai!!

Una macchina come la Lumix FZ200, come tutte le bridge ma anche come tutte le compatte e addirittura come il cellulare, ha un buon macro che secondo me è sufficiente nella stragrande maggioranza dei casi.

Se non ti soddisfa la qualità di una macchina simile devi passare ad una reflex che ha una nitidezza totalmente diversa, perch* ha un sensore molto più grande, un diaframma incomparabilmente più stretto (il mio arriva a 1/40 mentre la mia bridge arriva a 1/8) e in generale ottiche molto migliori.

Daniela
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

ricki51
Messaggi: 55
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza: via XX Settembre,38 Fidenza (PR)

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da ricki51 » 26 apr 2017, 15:01

Desidero precisare alcuni punti, perché convinzioni tecniche sbagliate rischiano di portare poi a scelte non vantaggiose. Innanzitutto è errato valutare i diaframmi degli obiettivi e la profondità di campo (Pdc), cioè lo spessore spaziale a fuoco, che ne consegue, come valori assoluti: F8 di una reflex e di una compatta non si equivalgono affatto in quanto a Pdc che producono. Per avere un raffronto realistico occorre moltiplicare per un valore, che è proporzionalmente connesso alla reale dimensione del sensore. Per intenderci, a parità di inquadratura, una macchina fotografica con sensore full frame (FF) a F8 dà una certa Pdc: un sensore Aps-c come quello di Daniela, che è più piccolo di un FF, sempre a F8, dà una Pdc maggiore, equivale a un F12 di FF (si moltiplica per 1,5). Un sensore da compatta da 1/2,5”, che è piccolissimo, va moltiplicato per 6, quindi in questa compatta F8 equivale a F48 di una FF e quindi darà la Pdc di questo enorme valore. Per comodità metto i valori di moltiplica dei vari formati, per renderci conto dei risultati che effettivamente otterremo: il micro 4/3 di Olympus e Panasonic, valore di moltiplica 2, i sensori da 1 pollice, come FZ1000, valore di moltiplica 2,7 , sensori da 1/1,7”, presenti in compatte un po’ più performanti, valore di moltiplica 4,66. C’è da dire un diaframma stretto aumenta sì la Pdc, e questo in macro è un vantaggio, ma incrementa anche purtroppo la diffrazione, per cui l’immagine diviene progressivamente confusa, blurizzata. Per questo nelle compatte non permettono di chiudere il diaframma oltre F8: più in là l’immagine diverrebbe impastata da parere non più a fuoco. Per intenderci, anche in macro dove la Pdc non basta mai, si evita in genere di andare oltre F22 di una FF e rapportati valori inferiori nei formati più piccoli, per non finire di avere più un danno che un vantaggio. Detto e chiarito questo aspetto molto importante, cerchiamo di capire pregi e difetti dei vari sistemi. Le compatte sono comode, fanno macro discrete, ma con due difetti gravi di base: la macro la fanno solo in grandangolo, costringendo ad avvicinarsi molto, con molta deformazione e scarso isolamento del soggetto. Inoltre i sistemi di autofocus (AF) difficilmente sono molto selettivi e spesso prendono lo sfondo anziché il soggetto. Sono perfettamente d’accordo con Daniela, per realizzare immagini dettagliate, precise, mirate di particolari minuscoli, una reflex oppure anche una mirrorless con obiettivo macro 1:1, un flash e diaframma piuttosto stretto, sono insostituibili, non si sbaglia un colpo e anche in Natura, si va in velocità senza problemi. Con le compatte, certo, si è più leggeri, ma non certo veloci, a volte per centrare a fuoco un particolare occorre tempo e fatica. Per la mia esperienza, invece, le lenti diottriche come la Raynox DCR-250 aiutano molto e permettono, pur con più lentezza e difficoltà rispetto a una reflex, risultati di valore. Occorre solo allenarsi a piazzare velocemente la lente a 11 cm circa dal soggetto, zoomare e azionare l’AF della macchina. Vantaggi: intanto si lavora in zoom con tutti i pregi di una macro fatta non in grandangolo. Poi il soggetto viene isolato bene e l’AF è agevolato nell’aggancio giusto. Insomma il sistema funziona bene, purché si rispetti la giusta distanza dal soggetto e non si zoommi oltre i 150, massimo 200 mm equivalenti. Per quanto riguarda i dubbi di Davide sulla scelta della nuova macchina, personalmente andrei dritto sulla Fz1000: oggi si trova su Amazon sui 600 euro e li vale tutti, ha un sensore eccellente e un obiettivo di qualità, insomma un salto netto rispetto alle compattine. Un obiettivo f2,8-4 è comunque luminoso, lavora su un sensore enormemente maggiore di dimensione rispetto alle compatte. Certo il volume e il peso non è di una compatta, ma tutto a questo mondo non si può avere :D . Un saluto a tutti, Riccardo

bruma
Messaggi: 3015
Iscritto il: 19 mag 2010, 18:21
Nome: Vincenzo
Cognome: Volonterio
Residenza: sorisole (BG)

Re: Macchina fotografica con super zoom: Panasonic DMC Lumix FZ200

Messaggio da bruma » 26 mag 2017, 20:27

Molto interessante, grazie Riccardo.

:bye:
Vincenzo

Rispondi

Torna a “Gli strumenti del naturalista”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite