Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Moderatori: Franco Giordana, rededivad

Rispondi
Avatar utente
vito50
Moderatore
Messaggi: 10848
Iscritto il: 20 ott 2010, 16:26
Nome: Vito
Cognome: Buono
Residenza(Prov): Bari (BA)

Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da vito50 » 14 nov 2013, 17:00

Dovrebbe essere Andricus caputmedusae (Hartig, 1843).
Mi date conferma?
Era su Q. pubescens.
Grazie

Alta Murgia - Ruvo (BA), 370 m, ott 2013
Foto di Vito Buono

foto 1 ...
Allegati
A.-caputmedusa-635a-(2).jpg
A.-caputmedusa-635a-(2).jpg (187.52 KiB) Visto 1988 volte

Avatar utente
vito50
Moderatore
Messaggi: 10848
Iscritto il: 20 ott 2010, 16:26
Nome: Vito
Cognome: Buono
Residenza(Prov): Bari (BA)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da vito50 » 14 nov 2013, 17:01

...2 e 3. :bye:
Allegati
A.-caputmedusa-635a-(3).jpg
A.-caputmedusa-635a-(3).jpg (197.1 KiB) Visto 1987 volte
A.-caputmedusa-635a-(1).jpg
A.-caputmedusa-635a-(1).jpg (189.47 KiB) Visto 1987 volte

Avatar utente
rededivad
Amministratore
Messaggi: 9913
Iscritto il: 24 apr 2008, 10:05
Nome: Davide
Cognome: Tomasi
Residenza(Prov): Cornedo Vicentino (VI)
Località: Cornedo Vicentino (VI)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da rededivad » 14 nov 2013, 18:34

Per me si.
"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta." Louis Pasteur
"A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.” Arturo Graf

Avatar utente
vito50
Moderatore
Messaggi: 10848
Iscritto il: 20 ott 2010, 16:26
Nome: Vito
Cognome: Buono
Residenza(Prov): Bari (BA)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da vito50 » 14 nov 2013, 20:53

Grazie Davide
:bye: Vito

Avatar utente
cynips
Messaggi: 116
Iscritto il: 25 mar 2012, 22:10
Nome: Salvatore
Cognome: Sottile
Residenza(Prov): Cinisello Balsamo (MI)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da cynips » 14 nov 2013, 22:53

Ciao a tutti,
Si confermo anch'io. E' interessante osservare l'insetto già maturo all'interno della camera centrale, e ivi trascorre l'inverno per emergere in febbraio prossimo. Da mie esperienze precedenti in ottobre-novembre ho trovato larve replete!

:bye: Salvo

Avatar utente
vito50
Moderatore
Messaggi: 10848
Iscritto il: 20 ott 2010, 16:26
Nome: Vito
Cognome: Buono
Residenza(Prov): Bari (BA)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da vito50 » 15 nov 2013, 05:58

Grazie Salvo,
:bye: vito

Avatar utente
rededivad
Amministratore
Messaggi: 9913
Iscritto il: 24 apr 2008, 10:05
Nome: Davide
Cognome: Tomasi
Residenza(Prov): Cornedo Vicentino (VI)
Località: Cornedo Vicentino (VI)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da rededivad » 15 nov 2013, 17:37

cynips ha scritto:Ciao a tutti,
Si confermo anch'io. E' interessante osservare l'insetto già maturo all'interno della camera centrale, e ivi trascorre l'inverno per emergere in febbraio prossimo. Da mie esperienze precedenti in ottobre-novembre ho trovato larve replete!

:bye: Salvo

Ciao Salvo,
cosa vuol dire replete?
Ho cercato un po' in giro ma non ho capito benissimo.
:oops:
"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta." Louis Pasteur
"A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.” Arturo Graf

Avatar utente
cynips
Messaggi: 116
Iscritto il: 25 mar 2012, 22:10
Nome: Salvatore
Cognome: Sottile
Residenza(Prov): Cinisello Balsamo (MI)

Re: Andricus caputmedusae (Hartig, 1843) su Quercus pubescens Willd.

Messaggio da cynips » 16 nov 2013, 01:13

Ciao Davide,
repleto è un termine che in questo caso indica lo stadio di larva matura e "sazia" "piena" perché ha concluso la fase trofica, ovvero quella in cui divora la pappa fornita del tessuto interno della camera larvale. Quando la galla si dissecca la larva rimane vitale per un lasso di tempo variabile, da qualche giorno a qualche anno senza più alimentarsi prima di trasformarsi in pupa e poi adulto. Il termine è usato anche, ad esempio per indicare lo stadio delle zecche dopo che hanno consumato il pasto di sangue sull' ospite e si staccano per svolgere un'altra fase del ciclo biologico.


:bye: Salvo

Rispondi

Torna a “Galle”