Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja, Moderatori Botanici

Bloccato
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 08 ott 2008, 19:59

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Flora von Sachsen 2 538 (1842)

Basionimo: Arabis thaliana L. - Sp. Pl.: 665 (1753)
Altri sinonimi: Sisymbrium thalianum Gay, Stenophragma thalianum Čelak.

Brassicaceae

Arabetta comune, Arabetta di Thal, Thale Cress, Mouseear Cress.

Forma Biologica: T scap - Terofite scapose. Piante annue con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta annua a ciclo breve, fusti eretti, gracili, spesso ramosi, lievemente pubescenti, alta fino a 50 cm.
Le foglie riunite in rosetta basale, con breve picciolo, lanceolate, sessili, acute, intere o dentellate, pelose per peli sparsi, le cauline poche o assenti.
I fiori piccolissimi, con breve picciolo, sono di colore bianco, nascono lungo il fusto nella parte terminale e all'apice; hanno 4 sepali e 4 petali liberi.
I frutti sono sottili silique, glabre ed incurvate, con valve a nervatura centrale; all'interno 2 cavità contenenti circa 30 semi ovoidali, che a maturazione assumono colore arancio.

Tipo corologico: Cosmop. - In tutte le zone del mondo, senza lacune importanti.
Paleotemp. - Eurasiatiche in senso lato, che ricompaiono anche nel Nordafrica.
Subcosmop. - In quasi tutte le zone del mondo, ma con lacune importanti: un continente, una zona climatica,...

Antesi: Fiorisce sia in primavera che in autunno: gennaio÷aprile, settembre÷ottobre

Distribuzione in Italia: Comune infestante diffusa in tutto il territorio.

Habitat: Si incontra nei terreni ricchi di sostanze nutritizie, nei campi di cereali, negli orti, sulle rocce e nei vecchi muri; 0÷2.000 m s.l.m.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere allude alla somiglianza delle piante, al genere Arabis, "opsis" è un suffisso che ha il significato di " simile a" - "somigliante a".
La specie è stata dedicata al medico e botanico tedesco Johan Thal (XVI secolo).

Proprietà ed utilizzi:
Arabidopsis thalaiana (L.) Heynh. è la regina delle piante cavia, impiegata ormai da tempo, nella ricerca sperimentale: è un organismo modello.
Da esso i genetisti hanno appreso come proteggere il grano dalle malattie, come far maturare i pomodori e persino come raddoppiare il raccolto dei semi per la produzione di olio di colza. La dimensione ridotta, il tempo di crescita veloce e la piccola quantità di DNA rendono questa pianta facilmente gestibile nell'analisi genetica. Ogni pianta impiega solo 6 settimane a crescere e a produrre 5.000 semi. I botanici possono trarne geni a volontà e osservarne le conseguenze nel giro di poche settimane. Cosa più importante per la genetica, il genoma di quest'erba è insolitamente compatto. I suoi 115 milioni di coppie dei blocchi base di nucleotidi compongono 5 cromosomi e includono circa 26.000 geni. Ciò lo rende 30 volte più piccolo del genoma umano, e molte volte più piccolo dei genomi della maggior parte delle piante, inclusi quelle delle coltivazioni
Questa piccola erba selvatica, è la prima pianta ad avere il suo genoma completamente messo in sequenza. Un consorzio mondiale di botanici ha coronato un lavoro decennale pubblicandone il genoma sulla rivista Nature.
Gli studiosi pensano di trarne informazioni vitali sui segreti genetici di tutte le piante, aiutando gli scienziati a trasformare le coltivazioni, di modo che il mondo possa essere nutrito senza danni all'ambiente.
Si è scoperto che circa 200 geni somigliano ai geni umani collegati alle malattie. Tra questi, i geni per la riparazione del DNA, che se danneggiati causano i tumori, ed altri collegati all'invecchiamento.
Un società danese di bio-tech, l'Aresa, ha modificato geneticamente l'Arabidopsis thaliana i cui petali ora diventano rossi quando la pianta entra in contatto con il biossido d'azoto, sostanza che evapora dalle mine sepolte nel sottosuolo.

Curiosità: Nel 1777, il botanico e farmacista britannico William Curtis, aveva descritto l' Arabidopsis come una pianta "di nessuna particolare utilità né virtù". Mai dare giudizi affrettati!!!

Il primo mutante di Arabidopsis è stato identificato da Alexander Braun nel 1873 oggi è noto come Agamosus, il gene responsabile è stato clonato nel 1990.
Friedrich Laibach pubblicò il numero di cromosomi di Arabidopsis nel 1907 e nel 1953 propose di usare la pianta come modello. Erna Reinholz una sua studentessa, descrisse nella sua tesi nel 1945, la prima collezione di mutanti di Arabidopsis, generati usando la mutagenesi indotta da X-ray.
Verso la metà degli anni 60, esattamente nel 1964, fu creata la newsletter Arabidopsis Information Service, nel 1965 in Germania, si tenne la International Arabidopsis Conference, il primo convegno internazionale. Negli anni 80, sostituendo il mais, Arabidopsis cominciò ad essere usata in tutto il mondo per le ricerche di laboratorio, divenendo organismo modello per la genetica vegetale.
Grazie alla sua adozione come organismo modello, Arabidopsis è stata la prima pianta di cui si è sequenziato, con uno sforzo internazionale di numerosi gruppi di ricerca, il genoma. La prima bozza è stata pubblicata nel 2000 e il sequenziamento del DNA di questa specie è stato completato nel 2001. Oggi, sono migliaia i gruppi in tutto il mondo, che concentrano le proprie ricerche su questa pianta.

Principali Fonti
PIGNATTI S., Flora d'Italia.Edagricole, Bologna. 1982
CONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C., Checklist of the Italian Vascular Flora. Palombi, Roma. 2005
Al-Shehbaz, I. A., O'Kane, Steve L. (2002). Taxonomy and Phylogeny of Arabidopsis (Brassicaceae). The Arabidopsis Book: 1-22. Versione on line
Acta Plantarum - Semi ed altre unità primarie di dispersione


Scheda realizzata da Marinella Zepigi
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 09 ott 2008, 12:28

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Bersani (Gropparello - PC) 31.03.2007
Scansione di Enrico Romani
Allegati
Arabidopsis-thaliana-1.jpg
Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Arabidopsis-thaliana-1.jpg (80.61 KiB) Visto 5581 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 09 ott 2008, 12:29

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Bersani (Gropparello - PC) 31.03.2007
Scansione di Enrico Romani
Allegati
Arabidopsis-thaliana-2.jpg
Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Arabidopsis-thaliana-2.jpg (122 KiB) Visto 5581 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 09 ott 2008, 12:33

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Bersani (Gropparello - PC) 31.03.2007
Scansione di Enrico Romani
Allegati
Arabidopsis-thaliana-3.jpg
Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Arabidopsis-thaliana-3.jpg (131 KiB) Visto 5581 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 21 apr 2010, 11:38

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Monte Pietra di Vasca (SP), apr 2010
Foto di Carlo Cibei
Allegati
Arabidopsis_thaliana_0.jpg
Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Arabidopsis_thaliana_0.jpg (127.16 KiB) Visto 5572 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 21 apr 2010, 11:38

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Monte Pietra di Vasca (SP), apr 2010
Foto di Carlo Cibei
Allegati
Arabidopsis_thaliana_1.jpg
Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.
Arabidopsis_thaliana_1.jpg (156.39 KiB) Visto 5572 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15089
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Arabidopsis thaliana (L.) Heynh. - Arabetta comune

Messaggio da Marinella Zepigi » 04 mar 2014, 12:17

Arabidopsis thaliana (L.) Heynh.

Foto di Giorgio Faggie & Enrico Romani
Allegati
Arabidopsis_thaliana_Enrico_Romani_Giorgio_Faggi.jpg
Arabidopsis_thaliana_Enrico_Romani_Giorgio_Faggi.jpg (102.01 KiB) Visto 3897 volte
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)
140 caratteri, possono bastare a distruggere il mondo, ma non a creare futuro.

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”