Solidago: traduzione della chiave analitica del genere.

confronti fra specie simili e chiavi dicotomiche
Rispondi
Avatar utente
Alessandro_Faggio
Messaggi: 662
Iscritto il: 08 lug 2015, 21:01
Nome: Alessandro
Cognome: Airale
Residenza(Prov): Caselle Torinese (TO)
Località: Caselle Torinese (TO)

Solidago: traduzione della chiave analitica del genere.

Messaggio da Alessandro_Faggio » 05 ott 2015, 10:30

Buongiorno a tutti, riporto la traduzione della chiave del genere Solidago presente in Flora of North America (link http://efloras.org/florataxon.aspx?flor ... _id=130659).
Inoltre il sito dell'Università di Waterloo (Ontario, Canada) riporta aggiornamenti anche recentissimi (2015) e le immagini di tutte le specie. I link sono i seguenti:
https://uwaterloo.ca/astereae-lab/research/goldenrods
https://uwaterloo.ca/astereae-lab/resea ... ustrations

In Italia sono diffuse solo alcune specie (ma spesso costituenti estesi popolamenti e quindi causando seri danni alla nostra biodiversità), peraltro non sempre facilmente inquadrabili, ma forse altre specie potrebbero in futuro giungere da noi. Ecco il testo, che proverò ad usare l'anno prossimo per cercare di definire le numerose popolazioni di Solidago in una parte del Torinese.
Alessandro :bye:

Codice: Seleziona tutto

TRADUZIONE  DELLA  CHIAVE  ANALITICA  DEL  GENERE  SOLIDAGO L.  (Asteraceae - Astereae) - "Goldenrod", "Verga d'oro".
_____________________________________________________________________________________________________________________



                          Note sulla traduzione di alcuni termini ed espressioni.
                          _______________________________________________________
 
"basal and proximalmost cauline leaves" = "foglie basali e caulinari inferiori";
"mid to distal cauline leaves"          = "foglie della metà superiore del fusto";
"arrays"                                = "disposizioni":  strutture-base dell'infiorescenza, costituite da una rami-
                                           ficazione a sua volta ± ramificata e  recante i capolini,  che nella  loro
                                           ripetizione costituiscono l'infiorescenza nel suo complesso;
"stem glabrous in arrays"               = "fusto glabro nell'infiorescenza";
"in mid to distal arrays"               = "nella metà superiore dell'infiorescenza";
"axillary cluster"                      = "grappolo ascellare";
"disc corolla"                          = "fiore tubuloso" (centrale);
"ray floret"                            = "fiore ligulato" (periferico);
"stipitate-glandular"                   = "pelo ghiandolare";
"largest"                               = superlativo assoluto che nel testo è riferito a un tipo di foglia  (es. fg.
                                          caulinari inferiori),e reso con:"foglie (di quel tipo) più sviluppate delle
                                          altre;
"wand-shaped"                           = "lineare" (letteralm. "a forma di bacchetta");
"club-shaped"                           = "clavato";
"flat-topped"                           = "superiormente piano" (letteralmente "dalla cima piatta");
"round-topped"                          = "superiormente arrotondato";
"sheathing"                             = "guainante" (il fusto);
"secund"                                = "unilaterale";
"strigillose"                           = "setoloso";
"open"                                  = "aperto", riferito alle disposizioni dei capolini non addensati.



                          Abbreviazioni e simboli
                          _______________________
 
                          f.          fusto
                          fg.         foglie
                          fi.         fiori
                          infloresc.  infiorescenza



La chiave è strutturata in 2 livelli:

                         1) determinazione delle sezioni/sottosezioni
                         2) determinazione delle specie all'interno dei gruppi sezioni/sottosezioni.


                                      DETERMINAZIONE DELLE SEZIONI/SOTTOSEZIONI
                                      _________________________________________

1 Capolini riuniti in disposizioni ± corimbose piane o arrotondate, talvolta riuniti in glomeruli
  2 Fg. basali con base non  persistente alla fioritura;  capolini in disposizioni superiorm. arrotondate;  squme non
         striate.  Sp. di habitat artico e alpino (Canada, Alaska, California e in New Messico in Western Cordillera,
         in affioramenti rocciosi esposti a 1500-2000 m negli Appalachi)
                                                                              SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. MULTIRADIATAE
                                                                              ---------------------------------------
  2 Fg. basali con base persistente; capolini in disposizioni superiormente piane (arrotondate in  S. riddellii),tal-
         volta anche in glomeruli; squame striate (eccetto in S. ptarmicoides);  nelle Regioni delle grandi Pianure e
         grandi Laghi,in ambiente di radura e savana nell'Est-Stati Uniti
                                                                                                    SEZ. PTARMICOIDEI
                                                                                                    -----------------
1 Capolini riuniti in disposizioni ± panicoliformi o tirsiformi lineari, clavate, o coniche unilaterali, o in grappo-
         li ascellari
  3 Pappi lunghi meno di 1/4 dei fi. tubulosi; negli Stati Uniti
                                                                SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. ARGUTAE - SER. BRACHYCHAETA
                                                                -----------------------------------------------------
  3 Pappi lunghi più della metà dei fi. tubulosi; in gran parte in Nordamerica
    4 Fg. caulinari con base del picciolo o della lamina cordata e amplessicaule; boschi, Sud-Est-Stati Uniti

                                                                 SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. ARGUTAE - SER. AURICULATAE
                                                                 ----------------------------------------------------
    4 Fg. caulinari con base del picciolo o della lamina non cordata e non amplessicaule; habitat vari
      5 Capolini in grappoli ascellari o in disposizioni tirsiformi, non inclinati o unilaterali alla sommità, nè con
                     rami unilaterali ricurvi
        6 Fg. basali e caulinari inferiori generalm. appassite alla fioritura, o relativam. ridotte
          7 Squame con peli ghiandolari da sparsi a densi;fg. talvolta resinose o con peli ghiandolari;fg. della metà
                     superiore del f. con picciolo di 1-2 mm
                                                                               SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. THYRSIFLORAE
                                                                               --------------------------------------
          7 Squame senza peli ghiandolari; fg. non resinose e senza peli ghiandolari; fg. caulinari superiori sessili

                                                                            SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. GLOMERULIFLORAE
                                                                            -----------------------------------------
        6 Fg. basali e caulinari inferiori presenti alla fioritura e relativam. grandi
          8 Squame, peduncoli e/o fg. ± viscosi (ghiandole minute); fg. della metà superiore del f. picciolate

                                                                                    SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. HUMILES
                                                                                    ---------------------------------
          8 Squame, peduncoli e fg. generalm. non viscosi (squame ghiandolose in S. villosicarpa); fg. della metà su-
                     periore del f. sessili
            9 Fg. caulinari prossimali con picciolo non guainante; fg. non spesse e non carnose;  habitat con umidità
                     moderata
                                                                                 SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. SQUARROSAE
                                                                                 ------------------------------------
            9 Fg. caulinari prossimali con picciolo guainante; fg. spesso rigide e piuttosto carnose;habitat paludosi
                     e aqcuitrinosi
                                                                                  SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. MARITIMAE
                                                                                  -----------------------------------
      5 Capolini in disposizioni panicoliformi,distalm. inclinate o unilaterali e/o con rami prossimali ± ricurvi e/o
                     unilaterali

        10 Fg. basali e caulinari inferiori presenti alla fioritura e relativam. grandi; fg. della metà superiore del
                         f. bruscam. ridotte nella parte apicale
          11 Fg. basali e caulinari inferiori da ovate a lanceolate
                                                                     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. ARGUTAE - SER. ARGUTAE
                                                                     ------------------------------------------------
          11 Fg. basali e caulinari inferiori da lanceolate a lineari - lanceolate (fg. basali  talvolta  ovate in S.
                         nemoralis)
            12 Fg. caulinari inferiori con base del picciolo guainante; piante di ambienti paludosi e aqcuitrinosi

                                                                                  SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. MARITIMAE
                                                                                  -----------------------------------
            12 Fg. caulinari inferiori con base del picciolo non guainante;  piante di ambienti a  umidità moderata o
                         asciutti
              13 F. e fg. da sparsam. a densam. pubescenti
                                                                                  SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. NEMORALES
                                                                                  -----------------------------------
              13 F. e fg. generalm. glabri                                          SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. JUNCEAE
                                                                                    ---------------------------------
        10 Fg. basali e caulinari inferiori generalm.  appassite alla fioritura, o relativam. ridotte; fg. della metà
                         superiore del f. progressivam. ridotte, simili alle prossimali

          14 Piante generalm. glabre, anche presso i capolini                       SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. JUNCEAE
                                                                                    ---------------------------------
          14 Piante pubescenti, almeno presso i capolini
            15 Fg. caulinari mediane non trinervie, con nervature reticolate,nervi laterali multipli prominenti sulla
                         pagina  inferiore (nervi  laterali prominenti solo  sulle  fg. prossimali in  S. fistulosa e
                         S. odora), obovate, ellitiche, lanceolate,oblanceolate ma generalm. non lineari (se lineari,
                         con aroma di anice se sfregate)
                                                                                    SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. VENOSAE
                                                                                    ---------------------------------
            15 Fg. caulinari mediane generalm. trinervie (nervi laterali talvolta poco evidenti in  S. altiplanities,
                         S. leavenworthii e S. tortifolia e in alcuni individui di S.lepida nelle Montagne Rocciose),
                         da strettam. ad ampiam. ovate, ellittiche, lanceolate, oblanceolate o lineari
              16 Fg. caulinari mediane da strettam. ad ampiam. ovate; boschi (Missouri, Arkansas, Illinois,Kentucky)

                                                                SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. VENOSAE - SER. DRUMMONDIANI
                                                                -----------------------------------------------------
              16 Fg. caulinari mediane ellittiche, lanceolate, oblanceolate o lineari; habitat vari

                                                                              SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. TRIPLINERVIAE
                                                                              ---------------------------------------



                                            DETERMINAZIONE DELLE SPECIE
                                            ___________________________

                               
- - - - - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. MULTIRADIATAE Semple     - - - - - - - - - - - - - - -
                                    ______________________________________________

Fg. basali talvolta presenti, in rosetta, alla fioritura;  fg. caulinari inferiori picciolate e non trinervie,talvol-
ta presenti alla fioritura,  e talvolta più sviluppate delle altre.  Capolini in disposizioni corimbiformi superiorm.
arrotondate, senza peli ghiandolari; squame non striate; setole del pappo disposte su 2 serie, le interne da  modera-
tam. a fortem. clavate. Nordamerica.

1 Fg. basali acutam. dentate, acuminate; Nord Carolina, Tennessee (1600-2000 m)   ..................... S. spithamaea

1 Fg. basali non  acutam.  dentate, acute;  Canada,  Alaska,  California e New Messico in Western Cordillera (habitat
         artico e alpino)
  2 Squame subeguali, da acute ad acuminate; Canada, nella parte occidentale artica e alpina   ....   S. multiradiata

  2 Squame diseguali, da ottuse ad arrotondate; montagne dal Quebec e Maine a New York   .............   S. leiocarpa



- - - - - - - - - - - - - - - - -     SEZ. PTARMICOIDEI (House) Semple & Gandhi     - - - - - - - - - - - - - - - - - 
                                      _________________________________________

Fg. basali in rosetta, generalm. presenti alla fioritura, più sviluppate delle altre; fg. caulinari inferiori piccio-
late, spesso presenti alla fioritura ma appassite;  fg. prossimali e  distali generalm. con 1  nervo prominente  (più
nervi nelle fg. prossimali in  S. riddellii); capolini in disposizioni corimbiformi superiorm. da piane ad arrotonda-
te,  talvolta in glomeruli; squame striate con 3-7 nervi (eccetto S. ptarmicoides), senza ghiandole. Setole del pappo
disposte in 2 serie: le esterne non clavate, le interne più lunghe, da clavate a molto clavate.

1 Fg., f. e peduncoli da moderatam. a densam. pubescenti per peli brevi; fg. caulinari distali ovate, piane, mai pie-
       gate lungo la nervatura centrale   ...............................................................   S. rigida

1 Fg., f. e peduncoli glabri o sparsam.  pubescenti;  fg. caulinari distali da lineari a lanceolate,  a volte piegate
       lungo la nervatura centrale
  2 Fi. ligulati bianchi (raram.color crema); fg. lineari, rigide, glabre o sparsam. pubescenti  ...  S. ptarmicoides
  2 Fi. ligulati gialli; fg. da lineari a lineari-lanceolate, rigide o flessibili, glabre
    3 Fi. ligulati 1-4, peduncoli da scarsam. a moderatam. setolosi; Arkansas, Louisiana, Mississippi, Oklahoma,Texas
                                                                          ...............................   S. nitida

    3 Fi. ligulati 6-12, peduncoli glabri o moderatam. setolosi;  Manitoba,  Midwest,  sud dei Grandi Laghi, Missouri
      4 Involucri di (5,5-)6-8(-9) mm; fg. della metà inferiore del f. trinervie (talvolta oscuram.): i 2 nervi late-
             rali prominenti decorrenti a fianco del nervo centrale per un tratto iniziale, per poi divergere bruscam.
             da questo; capolini generalm. 10-30(-50 o anche più di 100 in individui aberranti); piante alte 30-60 cm
             o più; fi. ligulati talvolta di un giallo più chiaro (depressioni umide fra le dune, pianure calcaree in
             Michigan, Ontario)   ...................................................................   S. houghtonii

      4 Involucri di 4-6 mm; fg. della metà superiore del f. non trinervie, o se trinervie, con nervi paralleli e non
             bruscam. divergenti; capolini (10 sugli assi più corti-)50-400; piante alte 40-120 cm
        5 Fg. piane, con 1 solo nervo prominente;  capolini in disposizioni corimbiformi (dune, paludi, lungo i fiumi
             nella regione dei Grandi Laghi, New York fino all'Illinois e Wisconsin)   ...............   S. ohioensis

        5 Fg. piegate lungo la nervatura centrale e con (2-)3-8 nervi prominenti alla base;  capolini in disposizioni
             panicoliformi con diramazioni corimbiformi superiorm. arrotondate (terreni umidi dal Sud-Ovest Ontario a
             Sud-Est Manitoba, Missouri)   ...........................................................   S. riddellii



- - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. ARGUTAE (Mackenzie) G. L. Nesom     - - - - - - - - - - - - - 
                              _________________________________________________________

Fg. basali talvolta presenti (in rosetta)  alla fioritura,  fg. caulinari inferiori picciolate e spesso presenti alla
fioritura, più sviluppate delle altre, non trinervie; capolini in disposizioni aperte, unilaterali e coniche,con rami
inferiori spesso allungati e ripetenti la disposizione, senza peli ghiandolari.  Squame non striate, non ghiandolose.
Setole del pappo disposte in 2 serie, quelle interne di solito moderatam. clavate.

1 Fg. minutam. ruvide, puberulente o con brevi peli
  2 Fg. con pagina inferiore ruvida (peli brevi con base espansa); paludi e acquitrini   ................   S. patula
  2 Fg. mollemente pubescenti o puberulente
    3 Fi. ligulati generalm. 7-12; fg. con pubescenza breve, da moderata a densa; fioritura primaverile;  pianure co-
             stiere del Nord- e Sud-Carolina   ...........................................................   S. verna

    3 Fi. ligulati assenti (o 1-2); fg. densam. e finem. puberulente; fioritura autunnale; boschi aperti, pianure co-
             stiere e fasce a pendenza lieve fra le montagne e le pianure; dal Nord-Carolina all'Alabama (forse anche
             in Mississippi)   ....................................................................   S. brachyphylla 
1 Fg. glabre o quasi
  4 Squame striate con più nervi espansi; involucri di 4,5-6(-7) mm; Kentucky e Ovest-Virginia   ......   S. faucibus

  4 Squame non striate; solo il nervo centrale dilatato (molto raram. un po' striato in S. arguta); involucri di 2,5-
             5,6 mm
    5 Piante senza sottili rizomi stoloniferi   .........................................................   S. arguta
    5 Piante con sottili rizomi stoloniferi, oltre ai rizomi principali più profondi
      6 Fg. caulinari prossimali da ellittiche a obovate (ovate), ad apice acuto o ottuso e base attenuata;fg. cauli-
             nari distali bruscam. ridotte, da ascendenti ad appressate al f.   ....................   S. ludoviciana

      6 Fg. caulinari prossimali per lo più ovate, con apice da  acuto ad acuminato e  base da troncata a ottusa; fg.
             caulinari distali progressivam. ridotte, raram. appressate al f.   ..........................   S. tarda



- - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. THYRSIFLORAE (A. Gray) A. Gray     - - - - - - - - - - - - - 
                              ________________________________________________________

Fg. basali appassite alla fioritura,  fg. caulinari inferiori brevem. picciolate, appassite alla fioritura, di dimen-
sioni inferiori rispetto alle fg. della metà inferiore del f., non trinervie. Capolini in disposizioni panicoliformi-
tirsiformi. Squame non striate, sparsam. o moderatam. coperte di peli ghiandolari; setole del pappo disposte in 2 se-
rie, quelle interne da moderatam. a fortem. clavate.

1 Fg. caulinari mediane sottili, larghe 25-50 mm,  di solito acutam. o grossolanam. dentate, non resinose; squame con
          peli ghiandolari sparsi; dal Sud-Indiana all'Est-Missouri e al vicino Arkansas   ............   S. buckleyi

1 Fg. caulinari mediane rigide, spesse, larghe 5-30 mm, non acutam. o grossolanam. dentate (le fg. prossimali possono
          essere dentate), talvolta resinose e/o con con peli ghiandolari;  squame spesso  moderatam. coperte di peli
          ghiandolari; Sud-Est e Sud-Ovest degli Stati Uniti
  2 Capolini in disposizioni da arrotondate a corimbiformi,più panicoliformi nelle parti più vecchie dell'infloresc.,
          brattee fogliacee più brevi dei rami;  cipsele ±  moderatam. coperte di setole brevi; Arizona,  New Mexico,
          Texas   .....................................................................................   S. wrightii

  2 Capolini in disposizioni spesso più lunghe che larghe,  non arrotondate o corimbiformi; brattee  fogliacee spesso
          più lunghe dei rami; cipsele glabre o con brevi setole sparse; da Sud-Est degli Stati Uniti a Oklahoma cen-
          trale   ...................................................................................   S. petiolaris



- - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. GLOMERULIFLORAE (Torrey & A. Gray) A. Gray     - - - - - - - - - -  
                        ____________________________________________________________________

Fg. basali talvolta presenti in rosetta alla fioritura; fg. caulinari inferiori picciolate,  generalm. appassite alla
fioritura, non trinervie. Capolini in grappoli ascellari o in disposizioni terminali tirsiformi, non inclinati o uni-
laterali. Squame talvolta striate, senza peli ghiandolari. Setole del pappo disposte in 2 serie, quelle interne mode-
ratam. clavate.

1 F. e fg. densam. pubescenti; fg. da spatolate ad ampiam. ovate nell'infloresc. (stazioni rocciose, Kentucky)   ....
                                                                              .......................   S. albopilosa
1 F. e fg. glabri o moderatam. pubescenti; fg. apicali strettam. lanceolate o strettam. ellittiche
  2 Involucri di 8-13 mm; fi. ligulati in num. di 5 o più
    3 Squame subeguali, attenuate, uninervie;  da Nord-Quebec e Labrador a Nord-Ontario, a Sud in Catskill Mountains,
                 New York   ........................................................................   S. macrophylla

    3 Squame da acute a ottuse, diseguali,con 3-10 nervi (almeno le interne);altitudini elevate nella parte Sud degli
                 degli Appalachi, Nord-Carolina, Tennessee, Virginia
      4 Fg. non carnose; squame interne ed esterne con 3-10 nervi; fioritura a fine-Agosto/inizio-Settembre;altitudi-
                 ni medie ed elevate in Nord-Carolina, Tennessee, Virginia   ........................   S. lancifolia

      4 Fg. carnose e  cerose; squame interne spesso trinervie, squame esterne uninervie; fioritura in Ottobre; alti-
                 tudini elevate, Nord-Carolina, Tennessee   ..........................................   S. glomerata
  2 Involucri di (6,5-)7-8 mm; fi. ligulati 5 o meno
    5 Cipsele glabre; 1 fi. ligulato; Ouachita Mountains, lungo i confini di Arkansas e Oklahoma .... S. ouachitensis

    5 Cipsele da sparsam. a densam. pubescenti; fi. ligulati (1-)2-5; areale non limitato alle Ouachita Mountains
      6 F. sinuosi; fg. della metà basale del f. picciolate, obovate   .............................   S. flexicaulis
      6 F. diritti; fg. sessili, da lanceolate a ellittiche
        7 F. incurvati, glauchi, fortem. arrossati (antociani); capolini unilaterali; fg. della metà inferiore del f.
                 lanceolate, di 50-150 x 8-30 mm   ......................................................   S. caesia

        7 F. eretti, non glauchi, non arrossati (o debolm.);capolini non unilaterali; fg. della metà inferiore del f.
                 da ampiam. lanceolate a ellittiche, di 36-180 x 10-60 mm ............................... S. curtisii



- - - - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. HUMILES (Rydberg) Semple     - - - - - - - - - - - - - - 
                                  __________________________________________________

Fg. basali talvolta presenti  (in rosetta) alla fioritura;  fg. caulinari inferiori picciolate,  spesso presenti alla
fioritura, più sviluppate delle altre, non trinervie.  Capolini in disposizioni lineari  racemiformi, panicoliformi o
tirsiformi, non unilaterali. Squame non striate, resinose per minute ghiandole. Setole del pappo disposte in 2 (raram.
3) serie (raram. sono presenti scaglie esterne setolose più bevi; setole interne da debolm. a fortem. clavate).

1 Fg. e rami dell'infloresc. abbondantem. viscosi
  2 F. di 10-40(-50) cm; fg. basali spatolate, di 4-12 cm; dune e promontori in California e Oregon ... S. spathulata

  2 F. di 65-110 cm; fg. basali oblanceolate, per lo più di 10-20 cm; colline sabbiose in Georgia e Sud-Carolina   ..
                                                                          ...............................   S. kralii
1 Fg., peduncoli e squame lievem. viscosi
  3 Involucri di 8-12 mm; lungo i corsi d'acqua; in Alabama e Tennessee   ............................   S. arenicola
  3 Involucri di 3-7 mm
    4 Fi. ligulati 7-16; piante generalm. alte 10-50 cm (fino a 120 cm nella var. gillmannii,Laghi Michigan e Huron);
            fg. basali lanceolate, o da da ampiam. a strettam. oblanceolate, o obovate   ...............   S. simplex

    4 Fi. ligulati 3-6; piante alte 40-120 cm; fg. basali lineari-oblanceolate; lungo il Fiume Yadkin,  Nord-Carolina
                                                                          ..............................   S. plumosa



- - - - - - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. SQUARROSAE A. Gray     - - - - - - - - - - - - - - -
                                      ____________________________________________

Fg. basali talvolta presenti in rosetta alla fioritura;fg. caulinari inferiori picciolate e spesso presenti alla fio-
ritura, più sviluppate delle altre, non trinervie. Capolini in disposizioni da lineari a clavate, tirsiformi- panico-
liformi, non unilaterali. Squame non striate (eccetto in S. roanensis), talvolta con peli ghiandolari.Setole del pap-
po disposte in 2  (raram. 3) serie  (raram. presenti scaglie setolose  più bevi ed  esterne; setole interne di solito
fortem. clavate).

1 Fi. ligulati bianchi   ...............................................................................   S. bicolor
1 Fi. ligulati gialli (anche di un giallo pallido a maturità)
  2 Squame curvate all'infuori   .....................................................................   S. squarrosa
  2 Squame appressate
    3 Squame e brattee  adiacenti al peduncolo  moderatam. coperte di peli ghiandolari sottili;  pianure  costiere in
               Nord-Carolina   ....................................................................   S. villosicarpa
    3 Squame e brattee adiacenti al peduncolo senza peli ghiandolari
      4 Squame lineari-lanceolate, attenuate (apice da affusolato ad acuto o arrotondato)
        5 F. e fg. setolosi; fi. ligulati per lo più 9-16; squame interne non striate   ...............   S. puberula

        5 F. e fg. della metà inferiore del f. glabri; fi. ligulati per lo più 6-9; squame interne generalm. striate,
               con 2 nervi secondari prominenti   ....................................................   S. roanensis
      4 Squame da ovate a lanceolate, con apice da acuto a ottuso o arrotondato
        6 Cipsele moderatamente setolose per setole persistenti; fg. caulinari mediane rombiche; fg.inferiori acutam.
               dentate; promontori arenacei e calcarei lungo il fiume Mississippi;Illinois,Iowa, Minnesota, Wisconsin
                                                                              ........................   S. sciaphila
        6 Cipsele glabre o con setole sparse
          7 Fg. e f. da sparsam. a densam. ispidi   ....................................................   S. hispida
          7 Fg. e f. glabri in prossimità dei rami
            8 F. glabro nell'infloresc.; dune del lago Huron   .........................................   S. hispida
            8 F. sparsam. setoloso nella metà superiore dell'infiorescenza
              9 Capolini in disposizioni  strettam. tirsiformi spesso interrotte, o con rami spaziati;  fg. caulinari
                      mediane larghe 5-20 mm; dal Massachusetts al Sud-Est Indiana, Georgia e Mississippi, per lo più
                      assente nelle pianure costiere meridionali   ......................................   S. erecta

              9 Capolini numerosi in disposizioni più dense ed allargate, talvolta più aperte in piante  vigorose,  o
                      più ristrette in individui di dimensioni anomale di S. erecta; fg. caulinari mediane spesso più
                      larghe di 2 cm; dal Massachusetts alla Georgia, nelle praterie, fino alla regione  Black Hills,
                      discontinua a sud in Colorado e New Mexico   ....................................   S. speciosa



- - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. MARITIMAE (Torrey & A. Gray) G. L. Nesom     - - - - - - - - - - 
                          __________________________________________________________________

Fg. basali generalm. presenti (in rosetta) alla fioritura; fg. caulinari inferiori generalm. presenti alla fioritura,
picciolate, più sviluppate delle altre, generalm. con 1 nervo prominente; piccioli delle fg. basali e caulinari infe-
riori guainanti il f. Capolini in disposizioni tirsiformi-panicoliformi, da lineari a clavate, talvolta  coniche uni-
laterali, con rami inferiori incurvati. Squame non striate e non ghiandolose. Setole del pappo disposte in 2  (raram.
3) serie (raram. sono presenti scaglie setolose più bevi ed esterne; setole interne debolm. clavate).

1 Fg. apicali numerose, ampie, da spesse a decisam. carnose;  capolini in disposizioni da strettam. ad ampiam. conici
unilaterali con rami unilaterali, i prossimali incurvati; costa marittima, dal Newfoundland al Texas,introdotte nell'
                   entroterra in habitat con acqua salmastra, Michigan, Ohio e Ontario   ..........   S. sempervirens

1 Fg. apicali meno numerose o più ridotte, non spesse o carnose;  capolini in disposizioni tirsiformi o lineari, tal-
                   volta unilaterali, con rami prossimali generalm. corti e ascendenti,  raram. alcuni più allungati;
                   in ambienti di paludi e acquitrini, non marittimi
  2 Capolini 5-25; fi. ligulati 8-13; fi. tubulosi 20-25; paludi delle pianure costiere del Nord- e Sud-Carolina ....
                                                                     ...................................   S. pulchra
  2 Capolini (15-)25-250 o più; fi. ligulati 1-8; fi. tubulosi 6-12; piante ampiam. diffuse
    3 Fg. caulinari da appressate ad ascendenti,  bruscam. ridotte nella parte apicale,  quelle vicine all'infloresc.
                   lunghe 1-2 cm; disposizioni tirsiformi generalm. strette e allungate, o con alcuni rami prossimali
                   allungati ricurvi,  talvolta quelli distali unilaterali  o per lo più unilaterali nei f.  ricurvi;
                   nelle pianure costiere, dal Nord-Carolina al Texas, Yucatan (Mexico)   ..............   S. stricta

    3 Fg. caulinari apicali progressivam. ridotte, da ascendenti ad orizzontali,quelle dell'infloresc. o subito al di
                   sotto di questa generalm. lunghe più di 2 cm; disposizioni da strettam. ad ampiam. tirsiformi, non
                   unilaterali, o, se piramidali e unilaterali, con rami prossimali orizzontali non molto  allungati;
                   dal Newfoundland al Nord-Ontario, a sud fino alla Georgia e Alabama   .............   S. uliginosa



- - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. NEMORALES (Mackenzie) G. L. Nesom     - - - - - - - - - - - -
                              ___________________________________________________________

F.e fg. da moderatam. a densam. pubescenti-ispidi; fg. basali spesso presenti in rosetta alla fioritura; fg. caulina-
ri inferiori picciolate o sub-picciolate, talvolta presenti alla fioritura, più sviluppate delle altre e talvolta con
2 nervi laterali prominenti (fg. trinervie). Capolini in disposizioni tirsiformi-panicoliformi variabili,  da rade  a
dense, coniche e ± unilaterali  (fino a riflessi in S. nemoralis),  con rami prossimali ricurvi, unilaterali;  squame
uninervie, senza peli ghiandolari, non striate; pappo con setole disposte in 2 serie, quelle interne di solito da de-
bolm. a moderatam. clavate.

1 Capolini unilaterali, in disposizioni pseudo-corimbiformi-panicoliformi, arrotondate e unilaterali; spesso in prati
                   e pianure (substrato alcalino); Montana, Idaho, a Sud fino a New Mexico e Arizona   ....   S. nana
1 Capolini in disposizioni da strettam. ad ampiam. piramidali e panicoliformi, con rami unilaterali
  2  Piante con rizoma brevem. ramificato; capolini in disposizioni da unilaterali a ricurve all'apice; in praterie e
                   stazioni aperte nelle foreste caducifoglie orientali   ............................   S. nemoralis

  2 Piante con rizoma strisciante; capolini in disposizioni da tirsiformi a piramidali-unilaterali, panicoliformi
    3 Fg. finem. ruvide, non trinervie (o debolm.); nell'Est degli Stati Uniti   ........................   S. radula
 
   3 Fg. grossolanam. ruvide, ispide o mollem. pubescenti, talvolta fortem. trinervie;  nelle praterie e Ovest-Stati
                   Uniti
      4 Capolini in disposizioni panicoliformi compatte, con rami da ampiamente tirsiformi a piramidali- unilaterali,
                   rami prossimali riflessi-ricurvi  all'apice,  fg. basali appassite alla fioritura;  nelle praterie
                   delle Grandi Pianure   ...............................................................   S. mollis

      4 Capolini in disposizioni coniche con ramificazioni strettam. unilaterali o ampiam. e lassam. piramidali;  fg.
                   basali spesso presenti alla fioritura; dalle zone costiere alle montagne ad altitudini medie,  dal
                   Wyoming al Sud-Oregon, fino al Messico centrale   ..................................   S. velutina



- - - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. JUNCEAE (Rydberg) G. L. Nesom     - - - - - - - - - - - - -
                                _______________________________________________________

Fg. basali spesso presenti in rosetta alla fioritura; fg. caulinari inferiori più sviluppate delle altre, da  piccio-
late a debolm. sub-picciolate, talvolta presenti alla fioritura; fg. caulinari talvolta trinervie (con 2 nervi  late-
rali prominenti), le apicali generalm. sottendono fascetti di fg. ridotte e lineari dei rami laterali, 2 generalmente
molto più grandi delle altre.  Capolini in disposizioni tirsiformi - panicoliformi, da lineari a clavate  o  talvolta
coniche unilaterali, con ramificazioni prossimali da ascendenti a orizzontali; squame non striate, glabre, non ghian-
dolose. Setole del pappo disposte in 2 serie, le interne debolm. o interam. clavate.

1 Capolini in disposizioni da clavate a sub-racemiformi; fg.non trinervie, talvolta carnose e cerose; rizomi con rami
                  brevi; generalm. in ambienti di paludi e acquitrini o ai lati di corsi d'acqua
  2 Squame da strettam. ovate a lanceolate, da ottuse ad acuminate, con margine piano;  fi. ligulati 8 - 12; paludi e
                  acquitrini, prati su substrato alcalino e sorgenti calde, nel Nevada e Stati adiacenti   ..........
                                                                                ....................   S. spectabilis

  2 Squame strettam. lineari-triangolari, fortem. acute, con margine revoluto all'apice; fi. ligulati 5 - 10; in Sud-
                  California e Messico, nelle aree più umide, lungo i corsi d'acqua
    3 Fg. generalm. lunghe meno di 10 volte la larghezza; capolini in disposizioni panicoliformi-tirsiformi; Califor-
                  nia   ...............................................................................   S. confinis

    3 Fg. generalm. lunghe 10 o più volte la larghezza; capolini in disposizioni strettam. panicoliformi o racemifor-
                  mi; sulle vette (lungo i corsi d'acqua) di San Carlos, San Benito   ...............   S. guiradonis

1 Capolini in disposizioni da piramidali a rombiche o ob-piramidali, mai racemiformi; fg. cerose, non carnose,talvol-
                  ta trinervie; rizomi corti o lunghi
  4 F. sviluppantesi da rizomi striscianti allungati; fg. della metà inferiore del f. spesso trinervie; in habitat di
                  prateria o simili, per lo più ad Ovest del Fiume Mississippi nelle Montagne Rocciose   ............
                                                                                 .................   S. missouriensis

  4 F. sviluppantesi da rizomi corti e spessi; fg. della metà inferiore del f. multinervie, raram. trinervie; in cam-
                  pi, aree disturbate e radure nell'Est-Canada e Stati Uniti
    5 Fi. ligulati per lo più 7 - 13; fi. tubulosi per lo più 8-12; distribuzione ampia, dalla Nova Scotia a Manitoba
                  e a sud fino ad Alabama e Arkansas   ..................................................   S. juncea
    5 Fi. ligulati per lo più 3-8; fi. tubulosi per lo più 3-9
      6 Fg. apicali ± orizzontali o riflesse, associate a fascetti ascellari di fg.ridotte; in regioni di transizione
                  fra pianure e montagne e nell'Atlantic Coastal Plain, in Nord-Carolina, Sud-Carolina e Sud-Est-Vir-
                  ginia   ............................................................................   S. pinetorum

      6 Fg. apicali strettam. ascendenti o appressate, generalm. senza fascetti ascellari; habitat di "Cedar Barrens"
                  ripiani calcarei e radure; Arkansas, Missouri, Tennessee   ........................   S. gattingeri



- - - - - - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. VENOSAE (G. Don) G. L. Nesom     - - - - - - - - - - - - -
                                _______________________________________________________

Fg. basali appassite alla fioritura; fg. caulinari inferiori picciolate o sessili e generalm. appassite alla fioritu-
ra; fg. prossimali in generale più sviluppate delle altre, non trinervie (eccetto S. drummondii), generalm. con nervi
laterali pronunciati lungo tutta la nervatura centrale. Capolini in disposizioni tirsiformi-panicoliformi da aperte a
dense, coniche unilaterali, con ramificazioni prossimali ricurve e unilaterali, spesso quelle basali allungate e  con
ripetizione della struttura nella parte apicale. Squame non striate, senza ghiandole.  Setole del pappo disposte in 2
(raram. 3) serie (raram. sono presenti squame esterne più brevi simili a setole; squame interne da debolm. a interam.
clavate, moderatam. clavate in S. odora).

1 F. sviluppantesi da una struttura basale ramificata o da rizomi brevi; rizomi allungati assenti
  2 Fg. da grossolanam. a finem. dentate, non punteggiate di ghiandole, generalm. con aroma di anice se sfregate   ..
                                                                            ..............................   S. odora
  2 Fg. intere, minutam. punteggiate di ghiandole traslucide, senza aroma di anice
    3 Fg. sparsam. pubescenti, almeno sulla nervatura centrale e sugli altri nervi principali nella pagina  inferiore
                                                                            ..........................   S. ulmifolia

    3 Fg. glabre   ..................................................................................   S. delicatula
1 F. sviluppantesi da rizomi striscianti allungati
  4 Fg. caulinari mediane sessili, ± amplessicauli, oscuram. dentate o subintere, non corrugate   ....   S. fistulosa
  4 Fg. caulinari subsessili, non amplessicauli, ± fortem. dentate, corrugate
    5 Involucri per lo più di 4-6 mm; squame più grandi larghe 0,7-1,2 mm; f. glabro sotto l'infloresc.;fg. caulinari
                mediane ellittiche   ............................................................   S. latissimifolia

    5 Involucri per lo più di 2,5-4 mm; squame generalm. larghe meno di 0,5 mm; f. pubescente sotto l'infloresc.; fg.
                caulinari mediane da lanceolate ad ovate   ..............................................   S. rugosa



- - - - - - - - - -     SEZ. SOLIDAGO - SOTTOSEZ. TRIPLINERVIAE (Torrey & A. Gray) G. L. Nesom     - - - - - - - - - 
                        ______________________________________________________________________

Fg. basali appassite alla fioritura;fg. caulinari inferiori sessili, appassite alla fioritura, non sviluppate come le
fg. prossimali (e talvolta non sviluppate come le fg.distali), trinervie (2 nervi laterali prominenti, talvolta oscu-
ram. prominenti solo sulle fg. prossimali). Capolini in disposizioni tirsiformi - panicoliformi,  generalm. coniche e
dense (piramidali),  unilaterali, talvolta  fogliose  (clavate in  S. elongata),  con ramificazioni prossimali spesso
ricurve e unilaterali,e con rami talvolta più brevi delle fg. ascellanti;squame non striate, talvolta con peli ghian-
dolari. Setole del pappo disposte in 2 serie (talvolta simili fra di loro, quelle interne poco o interam. clavate, di
rado moderatam. clavate).
La Sottosez. Triplinerviae include il complesso di  S.canadensis, uno dei gruppi del Nord-America più controversi dal
punto di vista tassonomico.  Tutte le specie del gruppo hanno fg. mediane del f. ±  trinervie (oscuram.  trinervie in
in individui a fg. strette di S. altiplanities, S. juliae e S. tortifolia, e in individui a fg. larghe di S. lepida e
S. shortii).
In specie distinte sono accentuati i caratteri riguardanti: pubescenza del f. (tipo e distribuzione dei peli), ghian-
dolosità, larghezza e dentatura delle fg., aspetto delle disposizioni componenti l'infloresc.
Si tratta di una serie di specie diploidi per lo più geograficam. distinte, con sovrapposizione di gruppi poliploidi.
Convergenza e ibridazione possono essere entrambi responsabili dell'attuale sovrapposizione nell'ambito delle  carat-
teristiche morfologiche relativam. definite a livello diploide.

1 Fi. ligulati per lo più 2-8; fg. caulinari mediane lanceolate o linaeri e talvolta ritorte
  2 Fg. caulinari mediane lineari, larghe fino a 2-7(-10) mm, talvolta ritorte
    3 Rami dell'infloresc. ascendenti, ricurvi o meno all'apice; fg. caulinari mediane lunghe fino a 9 cm, non ritor-
                             te; in ambienti di canyon, scarpate, affioramenti di gesso, Red River Valley, Oklahoma e
                             Texas   .............................................................   S. altiplanities

    3 Rami dell'infloresc. orizzontali, ricurvi; fg. lunghe 5 cm o meno, spesso ritorte;nella pianura costiera ester-
                             na, dal Nord-Carolina al Texas   .......................................   S. tortifolia
  2 Fg. caulinari mediane lanceolate, mai ritorte; nell'altopiano appalachiano
    4 Involucri di 2-3 mm; fi. ligulati di 1-2 mm   ..................................................   S. rupestris

    4 Involucri di 4-5 mm; fi. ligulati di 2-3 mm; nel Kentucky   ......................................   S. shortii

1 Fi. ligulati per lo più 8-15; fg. caulinari mediane da lanceolate a oblanceolate, o, se lineari, non ritorte
  5 F. glabro, generalm. glauco; fg. dell'infloresc., brattee dei peduncoli e squame senza peli ghiandolari minuti;su
                             suoli unidi, in foreste e praterie   .....................................   S. gigantea 

  5 F. con setole o breve pubescenza, almeno in alto e nell'infloresc., oppure fg. dell'infloresc.,brattee dei pedun-
                             coli o squame con minuti peli ghiandolari
    6 Fg. da moderatam. a densam. pubescenti o setolose, talvolta di più sulle nervature nella pagina inferiore
      7 Fg. della metà superiore del f.evidentem. dentate;capolini in disposizioni largam. piramidali;Sud-Est-Canada,
                             da New York al Nord-Virginia, ad Ovest fino al Minnesota e Iowa   ......   S. canadensis

      7 Fg. della metà superiore del f. da minutam. dentate a intere;  capolini in disposizioni da lungam. ad ampiam.
                             piramidali
        8 F. pubescente-setoloso,  talvolta anche sparsam. nella parte distale;  fg. con pagina superiore ruvida  per
                             brevi setole e pagina inferiore più densam. pubescente-setolosa  (di più lungo i nervi);
                             capolini in disposizioni da strettam. ad ampiam. piramidali; ad Est in Canada e Stati U-
                             niti, ad Ovest dalle Grandi Pianure alle montagne   .....................   S. altissima

        8 F. con densi peli appressati; fg. su entrambe le pagine densam. villoso-setolose;  capolini in disposizioni
                             2-3 volte più lunghe che larghe; nell'Edwards Plateau e Pecos Texas   ......   S. juliae

    6 Fg. glabre o sparsam. pubescenti-setolose, di più sulla pagina inferiore e soprattutto lungo i nervi primari
      9 Fg. apicali, brattee dei peduncoli e/o squame da sparsam. a moderatam.  rivestite di minuti peli ghiandolari;
                             capolini in disposizioni generalm. fogliose, clavate (talvolta piramidali,  unilaterali,
                             non fogliose, in Rocky Mountains dalla Sud-British Columbia,var. salebrosa); fg. distali
                             larghe più di 1 cm,  talvolta ampiam. e grossolanam. dentate;  dall'Alaska all'Arizona e
                             New Mexico nelle montagne, in Canada fino al New Brunswick e Newfoundland   ............
                                                                .........................................   S. lepida

      9 Fg. apicali, brattee dei peduncoli e squame senza minuti peli ghiandolari;  capolini  in disposizioni non fo-
                             gliose, da strettam. ad ampiam. piramidali unilaterali o clavate, molto  più  lunghe che
                             larghe (raram. fogliose nella parte prossimale);  fg. distali generalm. larghe meno di 1
                             cm, finem. dentate
        10 Disposizioni dei capolini clavate, 2-3(-5) volte più lunghe che larghe;  in California, Oregon, Washington
                                                                .......................................   S. elongata
        10 Disposizioni dei capolini piramidate; nell'Est-Nordamerica
          11 Fg. della metà superiore del f. dentate o finem.  dentate,  con denti lunghi 3-10 mm e larghi al massimo
                             1,5(-2-4) mm; pagina superiore sparsam.  ruvida, pagina inferiore pubescente lungo e fra
                             le nervature; dal Newfoundland al Minnesota, a sud fino a Iowa e Virginia   ............
                                                                .....................................   S. canadensis

          11 Fg. della metà superiore del f. finem. dentate,  con denti lunghi 1 - 10 mm, sottili,  larghi al massimo
                             0,25-0,5 mm;  fg. glabre su entrambe le pagine,  o con brevi peli  allineati lungo  le 3
                             nervature; in Alabama, Florida, Georgia, Nord- e Sud-Carolina   .....   S. leavenworthii

carlo cibei
Amministratore
Messaggi: 7493
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Nome: Carlo
Cognome: Cibei
Residenza(Prov): Genova (GE)
Località: Genova

Re: Solidago: traduzione della chiave analitica del genere.

Messaggio da carlo cibei » 05 ott 2015, 10:33

Grazie Alessandro per questi tuoi utilissimi contributi.
:applauso: :applauso: :applauso:
:bye:
carlo
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15341
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Solidago: traduzione della chiave analitica del genere.

Messaggio da Marinella Zepigi » 09 ott 2015, 19:26

carlo cibei ha scritto:Grazie Alessandro per questi tuoi utilissimi contributi.
:applauso: :applauso: :applauso:
:bye:
carlo

marinella :bye:
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Rispondi

Torna a “Chiavi di determinazione e confronti”