Carex distans L. ? $

Moderatori: F. Fen., Franco Giordana, rededivad

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 3478
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Carex distans L. ? $

Messaggio da Enrico Banfi » 21 gen 2020, 23:27

Insomma, da tutto questo si deduce che non ci sono studi recenti sul gruppo, che fra l'altro servirebbero a puntualizzare il valore diagnostico della sezione dell'otricello nel caso ne abbia. Dobbiamo dire prossimamente a Edoardo Martinetto di "darsi una mossa" per illuminarci d'immenso! :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

carlo cibei
Amministratore
Messaggi: 7289
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:08
Nome: Carlo
Cognome: Cibei
Residenza(Prov): Genova (GE)
Località: Genova

Re: Carex distans L. ? $

Messaggio da carlo cibei » 22 gen 2020, 13:06

Ho riguardato i campioni per verificare il carattere delle foglie squarrose citato da Enrico. Io francamente non riesco a trovare riscontro, ma forse i miei campioni non sono il massimo per questo aspetto, non è che delle foglie basaali ci sia molto :( . Aggiungo due scansioni fresche fresche, fatte stamani.
Aggiungo una precisazione: le uniche foto fatte sul fresco sono le prime due del topic, fatte sul campo il 25/5. Tutte le altre sono scansioni o riprese al binoculare fatte a dicembre sui campioni essiccati.
:bye:
carlo
Allegati
Carex_014.jpg
Carex_014.jpg (75.29 KiB) Visto 239 volte
Carex_015.jpg
Carex_015.jpg (61.07 KiB) Visto 239 volte
“... c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi lo vede mezzo vuoto. In realtà è sempre tutto pieno, di due sostanze diverse.”
Ester Armanino - L'Arca

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 3478
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Carex distans L. ? $

Messaggio da Enrico Banfi » 23 gen 2020, 19:49

OK Carlo direi di no, cioè le foglie basali non sono squarrose o almeno su questi campioni non le riconosco tali. Io sarei per escludere C. distans, anche perché 1) le spighe femminili sono notevolmente lunghe, 2) sono abituato a vedere le stesse, in C. distans (almeno sui miei campioni toscani), meno lungamente peduncolate e decisamente erette. C. extensa, a parte sostanziose differenze morfologiche, è completamente da escludere perché legata agli ambienti umidi semisalini del litorale (tipo lagune adriatiche). Ricordiamoci che esistono anche gli ibridi ed è possibile che le tue ricadano in questa categoria, ma al momento, specialmente senza i campioni sottomano, non mi sento di formulare sentenze. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Rispondi

Torna a “Casi irrisolti”