Fioriture tardo-invernali

Rispondi
Avatar utente
Silvano Radivo
Messaggi: 3367
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Fioriture tardo-invernali

Messaggio da Silvano Radivo »

Quattro specie tardo-invernali in una sola foto:
Primula vulgaris Huds.
Galanthus nivalis L.
Leucojum vernum L.
Crocus heuffelianus Herb.

Resiutta (UD), 520 m, mar 2017
Foto di Silvano Radivo
Allegati
+IMG_48977.jpg
+IMG_48977.jpg (191.76 KiB) Visto 2520 volte
Avatar utente
Servodio
Amministratore
Messaggi: 3991
Iscritto il: 28 mag 2011, 21:21
Nome: Sergio
Cognome: Servodio
Residenza(Prov): Milano (MI)
Località: Milano e Canzo (CO)

Re: Fioriture tardo-invernali

Messaggio da Servodio »

Intervengo perché mi ha colpito la vicinanza tra Galanthus nivalis e Leucojum vernum in quanto, dalle mie parti, li ho sempre visti ben separati, ognuno con la sua nicchia ecologica anche se a volte in aree limitrofe, ma mai frammisti. Molto interessante.

Ciao Silvano!

Sergio :bye:
"Carpe diem, quam minimum credula postero." Orazio
"Quel cielo di Lombardia così bello quand'è bello, così splendido, così in pace." A.Manzoni
https://www.actaplantarum.org/florule/f ... e.php?f=14
Umberto Ferrando
Messaggi: 4687
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Fioriture tardo-invernali

Messaggio da Umberto Ferrando »

Sì, anche in Liguria non mi è mai capitato di osservarli convivere uno al fianco dell'altro, anzi, in generale se ne stanno ben separati non solo ecologicamente ma anche geograficamente, nel senso che nelle zone in cui Leucojum vernum L. è comune ed abbondante (ad esempio tutta la dorsale appenninica tra il Giovo di Sassello e il Turchino) Galanthus nivalis L. è praticamente assente, mentre al contrario dove Galanthus nivalis L. è piuttosto diffuso e frequente, come su buona parte dei rilievi e nei fondovalle dalla Val Polcevera alla Val di Vara, Leucojum vernum L. si fa raro e decisamente localizzato. L'unica zona dove li ho visti convivere a poche centinaia di metri di distanza l'uno dall'altro è la Val Brevenna (bacino dello Scrivia). Va anche detto che Galanthus nivalis L. è assente da tutta la Riviera di Ponente e anche dal relativo entroterra (manca ad esempio in Val Bormida, in Val d'Erro e in Val d'Orba, mentre è localizzatissimo in Valle Stura) e la cosa non trova spiegazioni né ecologiche, né edafiche...

Ciao
Umberto
Avatar utente
Silvano Radivo
Messaggi: 3367
Iscritto il: 27 nov 2007, 20:24
Nome: Silvano
Cognome: Radivo
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Fioriture tardo-invernali

Messaggio da Silvano Radivo »

Ciao Sergio e Umberto,
devo riconoscere di aver scattato questa foto (di per sé banale) proprio perché, quasi inconsciamente, colpito dall'inusuale convivenza in un fazzolettino di terra del bucaneve col campanellino di primavera, specie che di regola vivono in luoghi separati tra loro, pur se talvolta non di molto, come giustamente da voi rilevato.
Strana circostanza :?
:bye: Silvano
Avatar utente
ricki51
Messaggi: 834
Iscritto il: 28 gen 2016, 15:47
Nome: Riccardo
Cognome: De Vivo
Residenza(Prov): Fidenza (PR)

Re: Fioriture tardo-invernali

Messaggio da ricki51 »

Anche da noi a Parma in genere Leucojum vernum e Galanthus nivalis vivono separati. Vi è però una zona di rio, in comune di Noceto, a 100 m di altitudine, in cui le due specie crescono ben frammiste, come mostrano i due crop di foto che allego. Ciao Riccardo
Allegati
b.jpg
b.jpg (173.85 KiB) Visto 2364 volte
a.jpg
a.jpg (174.09 KiB) Visto 2364 volte
Avatar utente
cinerino
Messaggi: 683
Iscritto il: 23 feb 2009, 22:12
Nome: Enzo
Cognome: Pallotti
Residenza(Prov): Lodi (LO)
Località: LODI
Contatta:

Re: Fioriture tardo-invernali

Messaggio da cinerino »

Servodio ha scritto:Intervengo perché mi ha colpito la vicinanza tra Galanthus nivalis e Leucojum vernum in quanto, dalle mie parti, li ho sempre visti ben separati, ognuno con la sua nicchia ecologica anche se a volte in aree limitrofe, ma mai frammisti. Molto interessante.

Ciao Silvano!

Sergio :bye:
Ho una foto presso il rifugio Alpinisti Monzesi, non proprio a Canzo ma sul lecchese a sud del Resegone, dove si vedono insieme
:bye:
« Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà. »
(Bernardo di Chiaravalle)
Rispondi

Torna a “Fotografia naturalistica”