Sanguisorba officinalis L. {ID 6806} - Salvastrella maggiore

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja, Moderatori Botanici

Bloccato
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15121
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Sanguisorba officinalis L. {ID 6806} - Salvastrella maggiore

Messaggio da Marinella Zepigi » 09 nov 2010, 20:37

Sanguisorba officinalis L.
Sp. Pl.: 116 (1753)

Poterium officinalis A. Gray

Rosaceae

Salvastrella maggiore, Meloncello, Great burnet, Grande pimprenelle, großer Wiesenknopf.

Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Descrizione: Pianta perenne, erbacea, robusta, con grosso e corto rizoma legnoso, ramificato, cilindrico, marrone-giallastro; i fusti sono eretti, glabri dicotomi nella parte alta; altezza 40÷150 cm.
Le foglie basali sono portate da un lungo picciolo e formano una rosetta, sono imparipennate composte da 7÷9 segmenti ellittici lunghi fino a 7 cm, verde scuro di sopra, glauchi di sotto con una nervatura rilevata, il margine è dentato con 12÷20 dentelli per lato, a volte sono presenti elementi pseudostipolari, le poche foglie del caule sono ridotte.
I fiori sono riuniti all'apice dei fusti, in infiorescenze a spiga ovoide di colore purpureo-nerastra; sono apetali e composti da un calice bruno-rosso a 4 lacinie sepaloidi ovate; 4 stami violacei lunghi quanto il calice e antere gialle. L'ovario con stilo filamentoso e stimma rosso scuro.
L'infruttescenza è un pometo, di 2,5-5 x 0,8-3 mm, costituito dal ricettacolo (ipanzio) urceolato, accrescente, secco, ellissoide, con 4 coste con ali strette e facce lisce. Contiene al suo interno un solo achenio.

Tipo corologico: Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.

Antesi: maggio÷ottobre

Habitat: Prati umidi e paludosi, torbiere e luoghi ombrosi; o÷2.000 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Il genere Sanguisorba è presente in Italia con 7 taxa appartenenti a 5 specie diverse. Si distingue da altri generi affini delle Rosaceae con corolla mancante per avere foglie pennate e calice senza epicalice.
All’interno del genere, Sanguisorba officinalis L. si distingue dalla simile Sanguisorba dodecandra Moretti per la spiga purpureo-nerastra e ovoide anziché verdastra e cilindrica e per la presenza di 4 stami lunghi circa quanto il calice anziché 8-9 stami lunghi il doppio del calice.
Si distingue dalle altre specie del genere per le dimensioni maggiori, i fiori tutti ermafroditi e le foglie con almeno 12 dentelli per lato.

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il genere deriva il suo nome probabilmente dal latino “sanguis” e “sorbeo” con riferimento alla capacità che hanno le piante di questo genere di frenare le emorragie.
Il nome specifico precisa le caratteristiche officinali di questa specie.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Sanguisorba officinalis L. ha proprietà antiinfiammatorie, digestive, aperitive, astringenti, emostatiche e toniche. Per uso esterno può essere usata come detergente e lenitivo della pelle e delle mucose infiammate. Cura i disturbi di stomaco, il meteorismo, le emorroidi, le cistiti, i calcoli della vescica. Si impiega sottoforma di decotto o di infuso. A tale scopo vengono usate tutte le parti aree della pianta.
Le foglie fresche, così come quelle di Sanguisorba minor Scop., si possono usare per insaporire insalate, minestre, formaggi e verdure cotte, a cui conferiscono un leggero sapore di cetriolo.
Le foglie (dal leggero sapore di cetriolo) si possono usare per insaporire insalate, minestre, verdure cotte e formaggi molli. È consigliato l’impiego delle giovani foglie per accrescere l’appetito.
Viene coltivata come pianta da bordura per le sue foglie eleganti e le infiorescenze bruno porpora a scovolino.

Curiosità: Il Canone delle Erbe di Shen Nong, redatto durante la dinastia degli Han occidentali (206 a.C.÷22 d.C.), è la prima testimonianza dell'impiego delle radici a scopo terapeutico in Cina. Nella medicina occidentale, al contrario è sempre stato previligiato l'impiego delle foglie.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di) - An annotated checklist of the Italian vascular flora - 2005 Palombi Editore
Aeschimann D., Lauber K., Moser D.M., Theurillat J.P. - Flora alpina - 2004 Zanichelli editore, Bologna
Prosser F., Bertolli A. & Festi F. - Flora illustrata del Monte Baldo - 2009 Museo Civico di Rovereto
Příhoda A. - Le piante della salute - 1990 Fratelli Melita Editori, La Spezia.
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Zepigi Marinella & Daniela Longo
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 10228
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da Daniela Longo » 12 nov 2010, 00:06

Sanguisorba officinalis L.
Rosaceae: Salvastrella maggiore
Laghi del Gorzente (GE), 800 m, set 2004
Foto di Daniela Longo
Allegati
sanguisorba officinalis1 gorzente settembre 2004.jpg
sanguisorba officinalis1 gorzente settembre 2004.jpg (140.15 KiB) Visto 6989 volte
sanguisorba officinalis2 gorzente settembre 2004.jpg
sanguisorba officinalis2 gorzente settembre 2004.jpg (155.18 KiB) Visto 6989 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 10228
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da Daniela Longo » 12 nov 2010, 00:07

Sanguisorba officinalis L.
Rosaceae: Salvastrella maggiore
Pian Canei (GE), 500 m, lug 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
Sanguisorba officinalis55 pian-canei luglio 2008.jpg
Sanguisorba officinalis55 pian-canei luglio 2008.jpg (188.55 KiB) Visto 6989 volte
sanguisorba officinalis56 pian canei luglio 2008.jpg
sanguisorba officinalis56 pian canei luglio 2008.jpg (103.02 KiB) Visto 6989 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 10228
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da Daniela Longo » 12 nov 2010, 00:08

Sanguisorba officinalis L.
Rosaceae: Salvastrella maggiore
Pian Canei (GE), 500 m, lug 2008
Foto di Daniela Longo
Allegati
Sanguisorba officinalis58 pian-canei luglio 2008.jpg
Sanguisorba officinalis58 pian-canei luglio 2008.jpg (171.52 KiB) Visto 6989 volte
Sanguisorba officinalis59 pian-canei luglio 2008.jpg
Sanguisorba officinalis59 pian-canei luglio 2008.jpg (176.26 KiB) Visto 6989 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
giutaver
Messaggi: 433
Iscritto il: 10 feb 2008, 15:58
Nome: Giuliano
Cognome: Taverniti
Residenza(Prov): ESINE (BS)

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da giutaver » 19 nov 2010, 14:25

Sanguisorba officinalis L.
Rosaceae: Salvastrella maggiore
Piana di Livigno (S0), 1800 m, 2008
Foto di Giuliano Tavernti
Allegati
Sanguisorba officinalis_01.jpg
Sanguisorba officinalis_01.jpg (186.9 KiB) Visto 6971 volte
Sanguisorba officinalis_02.jpg
Sanguisorba officinalis_02.jpg (122.02 KiB) Visto 6971 volte

Avatar utente
giutaver
Messaggi: 433
Iscritto il: 10 feb 2008, 15:58
Nome: Giuliano
Cognome: Taverniti
Residenza(Prov): ESINE (BS)

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da giutaver » 19 nov 2010, 14:26

Sanguisorba officinalis L.
Rosaceae: Salvastrella maggiore
Piana di Livigno (S0), 1800 m, 2008
Foto di Giuliano Tavernti
Allegati
Sanguisorba officinalis_03.jpg
Sanguisorba officinalis_03.jpg (107.76 KiB) Visto 6971 volte

Avatar utente
Anja
Moderatore
Messaggi: 10459
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Nome: Anja
Cognome: Michelucci
Residenza(Prov): Firenze (FI)
Località: Firenze

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da Anja » 29 apr 2014, 20:18

Sanguisorba officinalis L.

Piano Ruggio (PZ), 1520 m, lug 2011
Foto di Franco Caldararo
Sanguisorba_officinalis_61028_279095.jpg
Sanguisorba_officinalis_61028_279095.jpg (180.6 KiB) Visto 5032 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Natura non facit saltus (Linneo)

Avatar utente
Anja
Moderatore
Messaggi: 10459
Iscritto il: 22 nov 2007, 16:37
Nome: Anja
Cognome: Michelucci
Residenza(Prov): Firenze (FI)
Località: Firenze

Re: Sanguisorba officinalis L. - Salvastrella maggiore

Messaggio da Anja » 17 feb 2018, 18:37

Sanguisorba officinalis L.

Limone P.te (CN), 1040 m, set 2016
Foto di Giacomo Bellone
Sanguisorba_officinalis_Giacomo_Bellone.jpg
Sanguisorba_officinalis_Giacomo_Bellone.jpg (163.48 KiB) Visto 1156 volte
IPFI: la rassegna aggiornata della flora italiana

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani (Dalai Lama)
Natura non facit saltus (Linneo)

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”