Pagina 1 di 1

Allium carinatum L. {ID 506} - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 14:00
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Sp. Pl.: 297 (1753)

Allium asperum G. Don, Allium flexum Waldst. et Kit., Allium ligusticum De Not.

Amaryllidaceae

Aglio delle streghe, Aglio carenato, Deutsch: Kiel-Lauch
English: Keeled garlic, Witch’s garlic
Français: Ail caréné


Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.

Descrizione: Pianta perenne, a bulbo semplice (raramente bulbillifero) di 1 cm di diametro, con tuniche interne bianche ed esterne membranose dissolte in fibre brune.
Fusto eretto alto 20-60 cm, striato, foglioso nella metà inferiore.
Foglie da 2 a 4, lineari, canalicolate solo alla base, per il resto piane e lisce, più brevi dello scapo e larghe 2-4 mm.
Infiorescenze ad ombrella bulbillifera di aspetto irregolare con spata a due valve disuguali molto lunghe, la maggiore solitamente riflessa, generalmente con pochi fiori portati su peduncoli diseguali di 1-4 cm, flessuosi; fiori penduli od eretti, a 6 tepali roseo-lillacini, obovati (5-7 mm), con apice ottuso o smarginato; stami a filamento semplice, con antere porporine sporgenti dal perigonio; stilo ancor più lungamente sporgente.
Frutto a capsula ovato-trigona, a coste fini e lisce.

Tipo corologico: Steno-Medit. - Entità mediterranea in senso stretto (con areale limitato alle coste mediterranee: area dell'Olivo).
Subatl. - Europa occidentale e anche piu' ad oriente nelle zone a clima suboceanico.
Submedit. - Areale prevalentemente mediterraneo.

Habitat: Pascoli ed incolti aridi, margini dei boschi termofili e greti, dal fondovalle a 1500 metri. Specie comune.

Immagine


Note, possibili confusioni: Allium coloratum Spreng. (= A. carinatum subsp. pulchellum Bonnier & Layens, A. cirrhosum Vandelli, Allium pulchellum G. Don), che occupa all'incirca lo stesso areale, ha fusti lisci, foglie rugose ai margini, infiorescenze ovoidi con molti fiori e prive di bulbilli, fiori a tepali più brevi (4-5 mm); si trova in tutto il nord esclusa la Val d'Aosta ed in tutte le regioni dell'Italia centrale e del meridione, non più ritrovata in Campania escluse Puglia, Calabria ed isole.

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Allium deriva da una voce celtica "all", che significa "acre, bruciante", quale è appunto il sapore dell'aglio; l'epiteto specifico, dal latino, significa "provvisto di carena", perchè tali appaiono i bulbilli dell'ombrella fiorale.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

A questa specie, come alle altre congeneri, sono attribuite proprietà depurative, stimolanti della funzione gastrica, ipotensive, antisettiche e vermifughe. Il bulbo fresco pestato può essere applicato con beneficio su calli, foruncoli ed ascessi. Erodoto, nel V secolo a.C., ha riportato il largo uso che dell'aglio facevano, per scopi medicinali, gli operai addetti alla costruzione di monumenti nell'antico Egitto.
Tutte le parti della pianta sono commestibili.

Curiosità: Il nome comune è legato alle credenze popolari, secondo cui l'aglio avrebbe capacità di tener lontane streghe, vampiri e spiriti maligni in genere. L'aspetto disordinato dell'infiorescenza, poi, richiama anch'esso le chiome arruffate delle streghe.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
Pignatti S. - Flora d'Italia - 1982 Edagricole
Mainardis G. - Flora del Parco delle Prealpi giulie - 2005 Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di) - An annotated checklist of the Italian vascular flora - 2005 Palombi Editori
Zenari S.- Flora escursionistica - 1956 Zannoni Editore
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia


Scheda realizzata da Silvano Radivo

Re: Allium carinatum L. subsp. carinatum - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 23:10
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Venzone (UD), 500 m, lug 2008
Foto di Silvano Radivo


Ambiente di vegetazione

Re: Allium carinatum L. subsp. carinatum - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 23:12
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Venzone (UD), 500 m, lug 2008
Foto di Silvano Radivo


Parte basale del fusto, foglioso e striato

Re: Allium carinatum L. subsp. carinatum - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 23:18
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Drenchia (UD), 1060 m, lug 2008
Foto di Silvano Radivo


Infiorescenza pauciflora con bulbilli carenati

Re: Allium carinatum L. subsp. carinatum - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 23:22
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Venzone (UD), 500 m
Foto di Silvano Radivo


Ombrella con valve della spata in corso di disseccamento

Re: Allium carinatum L. subsp. carinatum - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 23:27
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Drenchia (UD), 1060 m, lug 2008
Foto di Silvano Radivo


Particolare del fiore

Re: Allium carinatum L. subsp. carinatum - Aglio delle streghe

Inviato: 04 nov 2008, 23:31
da Silvano Radivo
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Cividale (UD), 330 m, lug 2007
Foto di Silvano Radivo


Bulbilli a fioritura terminata

Re: Allium carinatum L. - Aglio delle streghe

Inviato: 09 gen 2014, 20:21
da Marinella Zepigi
Allium carinatum L.
Amaryllidaceae Aglio delle streghe
Tamion (TN), 1450 m, ago 2012
Foto di Giancarlo Pasquali