Hemerocallis fulva (L.) L. {ID 3709} - Giglio di San Giuseppe

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja

Bloccato
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Hemerocallis fulva (L.) L. {ID 3709} - Giglio di San Giuseppe

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sp. Pl., ed. 2, 1: 462 (1762)

Basionimo: Hemerocallis lilioasphodelus var. fulva L. - Sp. Pl.: 324 (1753)

Asphodelaceae

Giglio di San Giuseppe, Emerocallide fulva, Giglio turco, Deutsch: Gelbrote Taglilie, Bahnwärter-Taglilie
English: Orange daylily, railroad daylily, tiger daylily
Español: Lirios de día, azucena anteada
Français: Hémérocalle fauve


Forma Biologica: G bulb - Geofite bulbose. Piante il cui organo perennante è un bulbo da cui, ogni anno, nascono fiori e foglie.
G rhiz - Geofite rizomatose. Piante con un particolare fusto sotterraneo, detto rizoma, che ogni anno emette radici e fusti avventizi.

Descrizione: Pianta erbacea perene, glabra con apparato radicale rizomatoso su cui si sviluppano bulbilli fusiformi (1-2 cm)e biancastri.
Fusto eretto e senza foglie (50 - 120 cm), ramoso solo nella parte superiore
Foglie tutte basali, ensiformi, larghe 2-3 cm e lunghe 30-50 cm, carinate in parte radicali e in parte poste alla base del fusto.
Fiori inodori, posti in infiorescenza terminale e sostenuti da un peduncolo di 1 cm, divisi in 2 ramificazioni subeguali portanti 5-8 fiori di colore fulvo-aranciato.
Perigonio formato da un breve tubo composto da 6 segmenti avvolgenti l'ovario (10 cm) saldati alla base e più lunghi del tubo corollino; gli esterni oblungo-lanceolati larghi 2 cm, gli interni obovato-spatolati e larghi 3 cm con marcate venature reticolate.
Antere poste su 6 stami in filamenti sottili.
Ovario triloculato che a maturazione si trasforma in una capsula a 3 valve loculicide.
Semi neri di forma subsferica (rare volte giungono a maturazione per sterilità).

Tipo corologico: S-Europ. - Europa meridionale.

Habitat: Inselvatichita in fossi e ripe e a margine di boschi in semiombra; dal piano sino a 600 m s.l.m.

Immagine


Note di Sistematica: Il corredo cromosomico triploide e la conseguente sterilità fanno pensare che essa sia frutto di ibridazioni di due specie a noi sconosciute. (cfr. E. Banfi - G. Galasso- Flora esotica Lombarda).
In Italia è presente un'altra specie di emerocallide - Hemerocallis lilio-asphodelus L.

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Genere istituito da Linneo che usò l'antico termine greco che indicava il giglio giallo. Il significato tradotto è "un solo giorno" e " bellezza effimera" forse legato alla breve fioritura. L'epiteto della specie ricorda il colore del fiore.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile

I fiori secchi sono utilizzati per condimento dei cibi.

Curiosità: Questa pianta, proveniente dalla Cina, viene usata in prevalenza come ornamento di giardini in grado, con le verdi foglie e l'abbondante fioritura, di creare angoli suggestivi. I floricultori italiani e olandesi attraverso incroci sono riusciti a produrre tante nuove varietà di colore vario.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
S. Pignatti- Flora d'Italia- Ediagricole - 1982
Enc. - Il mondo delle piante- Ed. Motta - 1979
E. Banfi - G. Galasso- La Flora Esotica Lombarda-2010
Conti et ali - Checklist Italian Vascular Flora - Palombi editore 2005


Scheda realizzata da: Nino Messina
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
HemerocallisFulva.jpg
HemerocallisFulva.jpg (125.53 KiB) Visto 8581 volte
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Hemerocallis_fulva_11715_55603[1].jpg
Hemerocallis_fulva_11715_55603[1].jpg (115.58 KiB) Visto 8581 volte
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Luviano (S.Giorgio PC), 120m, 05.07.08
Foto di Enrico Romani
Allegati
Hemerocallis fulva.jpg
Hemerocallis fulva.jpg (144.1 KiB) Visto 8581 volte
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Hemerocallis_fulva_11715_55600[1].jpg
Hemerocallis_fulva_11715_55600[1].jpg (199.61 KiB) Visto 8581 volte
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Re: Hemerocallis fulva (L.) L.

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Sedico (BL), 300m, lug 2009
Foto di Aldo De Bastiani
Allegati
Hemerocallis fulva 1.jpg
Hemerocallis fulva 1.jpg (191.99 KiB) Visto 8581 volte
Avatar utente
nino
Messaggi: 6101
Iscritto il: 23 dic 2007, 15:24
Nome: Antonino
Cognome: Messina
Residenza(Prov): Montemurlo - (PO)

Re: Hemerocallis fulva (L.) L. - Giglio di San Giuseppe

Messaggio da nino »

Hemerocallis fulva (L.) L.
Xanthorrhoeaceae: Giglio di San Giuseppe
Abbadia Cerreto (LO), giu 2008
Foto di Franco Giordana
Allegati
Hemerocallis fulva.jpg
Hemerocallis fulva.jpg (130.92 KiB) Visto 8262 volte
Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”