Linum viscosum?

Richieste d'aiuto per la determinazione di specie spontanee (e non).

Moderatori: F. Fen., Franco Giordana, rededivad, Enrico Banfi

Rispondi
filiberto
Messaggi: 866
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Linum viscosum?

Messaggio da filiberto » 14 giu 2019, 10:38

Linum
Granarolo di Serramazzoni (MO), 550 m, giug 2019
Linaceae
foto di Filiberto Fiandri

Vi sottopongo un problema botanico che ho da diverso tempo
Si tratta di una specie visivamente riconducibile a Linum viscosum se non chè ha diverse differenze che evidenzierò e utilizzando la chiave sia del Pignatti del1983 che di quello recente sì giunge senza apparenti problemi a Linum hirsutum che però (Aeschimann e altri 2004) non può essere presente in Italia.
Nel Modenese è presente sicuramente Linum viscosum che è vischioso glanduloso su tutta la sua lunghezza e compare abitualmente in aprile avanzato, poi circa un mese dopo appare la specie che presento che è glandulosa solamente nelle ultime foglie e nel calice, altrove è pelosa e con peli lunghi. Una immagine di questa specie è reperibile in Flora Alpina di cui sopra che riporta il particolare delle foglie pelose, anche se la foglia presentata è spatolata, mentre quelle modenesi sono allungate e un poco appuntite, come in Linum viscosum.
In galleria Linum hirsutum non viene presentato come immagini, nella scheda è riportato " In Italy probably to be excluded. Its records are to be referred to Linum viscosum L.." e poi Entità segnalata per errore. (dalla cartina: nel settentrione in Emilia, Lombardia, Friuli)
Presento sei immagini riconducibili in base alla chiave di Pignatti a Linum hirsutum e che ho rinvenuto proprio domenica scorsa in un terreno arido e sassoso, nella prima collina modenese.
Riporto anche due immagini di Linum viscosum da me rinvenuto nel 2016 a Carano in Val di Fiemme, in un versante caldo e soleggiato: qui si vede chiaramente che la specie è viscosa su tutte le foglie del rachide.
Mi auguro che si apra una piccola discussione.
Filiberto
Allegati
Linum hirsutum ---1.JPG
Linum hirsutum ---1.JPG (55.54 KiB) Visto 70 volte
Linum hirsutum ---2.jpg
Linum hirsutum ---2.jpg (66.56 KiB) Visto 70 volte

filiberto
Messaggi: 866
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Linum viscosum?

Messaggio da filiberto » 14 giu 2019, 10:39

altre 2
Allegati
Linum hirsutum ---3.jpg
Linum hirsutum ---3.jpg (138.98 KiB) Visto 69 volte
Linum hirsutum ---4.jpg
Linum hirsutum ---4.jpg (123.96 KiB) Visto 69 volte

filiberto
Messaggi: 866
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Linum viscosum?

Messaggio da filiberto » 14 giu 2019, 10:40

altre 2
Allegati
Linum hirsutum ---5.jpg
Linum hirsutum ---5.jpg (131.44 KiB) Visto 69 volte
Linum hirsutum ---6.jpg
Linum hirsutum ---6.jpg (153.18 KiB) Visto 69 volte

filiberto
Messaggi: 866
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Linum viscosum?

Messaggio da filiberto » 14 giu 2019, 10:41

ultime per confronto con Linum viscosum
Allegati
Linum viscosum_Carano2.jpg
Linum viscosum_Carano2.jpg (171.25 KiB) Visto 69 volte
Linum viscosum_Carano1.jpg
Linum viscosum_Carano1.jpg (121.38 KiB) Visto 69 volte

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 10516
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Linum viscosum?

Messaggio da Daniela Longo » 14 giu 2019, 11:43

Per me, le prime 6 immagini sono assolutamente riconducibili a L. viscosum: controllando numerose chiavi, solo le foglie superiori devono essere rigorosamente ghiandolose, mentre per le altre si parla di foglie vellutate per peli patenti o riflessi e si parla addirittura di peli ghiandolari assenti per le foglie basali ed inferiori; per essere sicuri sull'assenza di peli ghiandolosi nelle tue foto sarebbe inoltre necessaria una foto più nitida ed un ingrandimento maggiore perché i peli ghiandolari sarebbero comunque molto più corti degli altri; L. hirsutum ha poi corolla blu-violetta e sepali > di 9 mm rispetto a petali di 2 cm, mentre L.viscosum ha corolla roseo-porporina con sepali < di 9 mm rispetto a petali di 2 cm.

In conclusione, mi sembra che gli elementi a sfavore di L. hirsutum siano maggiori di quelli a favore.
Daniela
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

filiberto
Messaggi: 866
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Linum viscosum?

Messaggio da filiberto » 14 giu 2019, 23:24

Grazie per la risposta.
Dalle descrizioni e dai paragoni che fai effettivamente pare che i miei ritrovamenti siano ascrivibili a Linum viscosum. Posso confermarti che i peli ghiandolari iniziano esclusivamente nella parte superiore del rachide fogliare mentre in quella inferiore e anche nelle foglie basali sono sostituiti da peli decisamente lunghi.
E non è certo la prima volta che rinvengo queste entità, ma sono anni che li osservo in bassa e media collina.
Resta il fatto che gli esemplari di Linum viscosum che appaiono da noi nel Modenese alla fine di aprile hanno un aspetto decisamente diverso da questi: sono più ramificati, meno fogliosi, decisamente vischiosi anche al tatto per peli ghiandolari, per cui ora escludendo in base alle tue descrizioni Linum hirsutum resta pur sempre il fatto che gli esemplari di fine maggio giugno sono diversi per diversi ed evidenti caratteri da quelli di inizio aprile.
Per cui a mio avviso qualche descrizione aggiuntiva in letteratura relativa alla variabilità di Linum viscosum sarebbe senz'altro opportuna.
E poi il fatto che Linum hirsutum sia stato descritto per errore sia in Lombardia è un Friuli-Venezia Giulia a mio avviso depone a favore della variabilità di questa specie, variabilità ribadisco non adeguatamente evidenziata nei testi descrittivi.
Va dato atto poi che la chiave del nuovo Pignatti effettivamente pone dei dubbi che invece nella vecchia chiave non c'erano.
Filiberto

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 10516
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Linum viscosum?

Messaggio da Daniela Longo » 15 giu 2019, 14:13

Come noi tutti sappiamo, le classificazioni, in qualsiasi ambito, non sono che delle semplificazoni che noi imponiamo alla realtà che, molto più spesso, si presenta con una varietà pressoché continua di caratteri.

Come diceva Darwin:
È interessante contemplare una rigogliosa ripa fluviale, coperta di molte piante appartenenti a molti tipi,...
Vi è qualcosa di grandioso in questa concezione della vita, con le sue molte capacità, che inizialmente fu data a poche forme o ad una sola e che, mentre il pianeta seguita a girare secondo la legge immutabile della gravità, si è evoluta e si evolve, partendo da inizi così semplici, fino a creare infinite forme estremamente belle e meravigliose.


Daniela :)
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Rispondi

Torna a “Che pianta è?”