Pinus mugo Turra {ID 188 0}- Pino mugo

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja, Moderatori Botanici

Bloccato
Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15635
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Pinus mugo Turra {ID 188}- Pino mugo

Messaggio da Marinella Zepigi » 02 dic 2007, 22:09

Pinus mugo Turra
Giorn. Italia Sci. Nat. 1: 152 (1764)

Pinus montana Auct. an Mill., Pinus mughus Scop., Pinus mugo subsp. pumilio (Haenke) Zenari, Pinus pumilio Haenke, Pinus rotundata Link, Pinus mugo subsp. rotundata (Link) Janch. & H. Neumayer

Pinaceae

Pino mugo, Barancio, Deutsch: Bergkiefer
English: Creeping pine, dwarf mountain pine
Español: Pino mugu
Français: Pin mugo, Pin couché, Pin des montagnes


Forma Biologica: P caesp - Fanerofite cespugliose. Piante legnose con portamento cespuglioso.
P rept - Fanerofite striscianti. Piante legnose con portamento aderente al substrato.
P scap - Fanerofite arboree. Piante legnose con portamento arboreo.

Descrizione: Arbusto cespuglioso con rami prostrati e ascendenti verso l'apice, altezza 2÷5 m. Provvisto di tronco principale eretto e di una serie di tronchi secondari, più o meno prostrati, corteccia grigio-bruna che con l'invecchiamento diventa squamosa.
Le foglie aghiformi, sono riunite in fascetti di 2 e persistono 3÷9 anni, leggermente ritorte,finemente dentate, robuste e pungenti, di colore verde scuro, lunghe 28÷45 mm, progressivamente più corte verso l'apice del ramo.
I fiori maschili ragruppati in coni oblunghi e situati nella parte inferiore dei rametti giovani, sono gialli; i femminili riuniti in piccoli coni di colore violaceo o purpureo sono riuniti 1 a 1 o 2 a 2, in amenti terminali.
Gli strobili di forma conico-ovoidale sono solitari o raggruppati in verticilli di 2÷4 elementi. Hanno portamento eretto, obliquo od orizzontale, maturano durante il terzo anno di età, sono quasi privi di peduncolo, bruni, le squame sono ornate da umbone centrale, sono lunghi 3÷5 cm e contengono piccoli semi scuri, muniti di ala.

Tipo corologico: Orof. Eurasiat. - Orofita dei rilievi montani dell'Europa e dell'Asia

Antesi: maggio÷luglio

Distribuzione in Italia: In Italia è presente nelle Alpi e negli Appennini, in Europa nei Carpazi, sino in Bulgaria e nei Pirenei.

Habitat: Cresce sui pendii franosi, suoli detritici parzialmente consolidati. Vegeta fra (500)1.200÷2.700 m s.l.m., raggiungendo nel piano subalpino (1.500÷2.300), il suo optimum.
Molto resistente al freddo, mette radici persino sulle pietraie.
L'accrescimento è lento, ama la luce e svolge un'importante funzione di miglioramento dei terreni, soprattutto sui monti a formazione calcarea e dolomitica. Cresce in formazioni chiuse, impenetrabili, che trattengono la neve, impedendo in questo modo la formazione di valanghe.
L'arbusteto di Pino mugo predilige versanti detritici freschi, soggetti a ruscellamento.
Nel paesaggio dolomitico il Pinus mugo è sempre accompagnato da specie basifile quali Rhodendron hirsutum L. e Rhodothamnus chamaecistus Rchb., habitat che diventa a substrato calcareo nelle Alpi centro-orientali, raramente compare anche su substrato siliceo, come ad esempio nelle Alpi Sarentinesi e presso il passo di Lavazè.
Le mughete, come altri arbusteti sub-alpini, non sono sottoposte ad utilizzazioni diretta, salvo tradizioni locali con-
solidate: legna da ardere e mugolio, attività queste che comunque, non alterano la fisionomia complessiva del paesaggio.

Immagine


Note di Sistematica: Oltre alla subsp. nominale sopra descritta, nel nostro territorio è presente P.mugo subsp. uncinata (Raimond ex DC) Domin.

P.mugo subsp. uncinata (Raimond ex DC) Domin è una specie a corologia occidentale, dalle Alpi occidentali ai Pirenei. Specie principalmente del piano montano meno del piano subalpino
Forma arborea
Strobilo subsessile e asimmetrico
Apofisi prominente e ricurva ad uncino
Umbone eccentrico

P.mugo Turra subsp. mugo ha areale discontinuo dalle Alpi centrali in particolare alle Alpi orientali con popolazioni disgiunte sui Balcani e Appennini : A. Parmense M.te Nero e M.te Maggiorasca, in Abruzzo Majelletta e Camosciara e in Campania Tre Confini e Zafinetto. Specie principalmente del piano subalpino ma nelle Alpi orientali può scendere su frane conoidi e alvei torrentizi anche a quote molto basse.
Forma arbustiva
Strobilo sessile e asimmetrico
Apofisi non prominente appiattita
Umbone centrale o inferiore

Le due specie hanno però dei punti di sovrapposizione e contatto nelle Alpi Piemontesi, dove si incontra una variabilità notevole e si sono aggiunti ulteriori caratteri:(Montacchini e Caramiello 1968)

P.mugo subsp. uncinata (Raimond ex DC) Domin
Foglie colore verde cupo, talvolta con riflessi argentei
posizione, lungo tutto il rametto
lunghezza, 4,6,(8) cm sono di lunghezza uniforme sul ramo perciò la fronda ha forma arrotondata
Rametto: portamento, eretto-ascendente
fragilità, difficile a spezzarsi, la corteccia si separa con facilità
forma, arrotondata all'apice
Resinazione abbondante
Substrato indifferente
Ambiente piano montano, pioniera, detriti e terreni scoperti

P.mugo Turra subsp. mugo
Foglie: colore verde, tendenti al giallo
posizione, verso la parte apicale del rametto
lunghezza, 3-4 cm, le più recenti hanno progressivamente lunghezza minore perciò nella parte apicale la fronda ha forma tronca
Rametto:portamento, divergente
fragilità,facile a spezzarsi, la corteccia si separa con difficoltà
forma, tronca all'apice
resinazione, scarsa
substrato, calcareo
ambiente, piano subalpino, spiccatamente pioniera, detriti anche molto incoerenti.
Da notare che la fragilità del rametto non è stata confermata come carattere differenziale in quanto sembra un carattere che dipende dall'ambiente di crescita e dal suolo, fragile se in ambiente acido, silicatico.
Molte ricerche sembrano confermare che P.mugo subsp. uncinata (Raimond ex DC) Domin sia un ibrido stabilizzato tra P.mugo subsp. mugo e P.sylvestris differenziato in epoca preglaciale, un esempio sarebbe P.x rhaetica Bruegger in Engadina. Altro ibrido riconosciuto traP.mugo subsp. uncinata (Raimond ex DC) Domin e P.mugo subsp. mugo è Pinus mugo subsp. rotundata (Link) Janch. & H. Neumayer, ibrido arborescente con strobili che hanno apofisi poco pronunciate.
Probabili ibridazioni introgressive hanno prodotto il P.mugo subsp. mugo var pumilio Zen., varietà diffusa sulle Alpi marittime e A. Cozie e in Boemia, le piante hanno portamento arborescente o arbustivo ma mai prostrato e con rami ascendenti.

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere è di origine controversa, anche se pare plausibile possa derivare dal greco "pitys , latino "pinus", = pino nomi che hanno tutti l'origine nel sanscrito "pitu'" resina. Altre ipotesi indicano che possa derivare dal latino "pix, picis"=" pece o resina", essudato della pianta, o dagli epiteti di radice indoeuropea "pic'" =pungere con riferimento agli aghi, oppure "pi"=stillare, sempre con riferimento alla resina; infine, forse dal celtico "pen"=testa alludendo alla forma della chioma.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

Il legno giallo rossastro o rosso bruno, di media durezza e assai elastico, veniva impiegato per ricavare utensili da cucina e per cerchiare le botti. Le piccole dimensioni dei tronchi, ne permettono l'utilizzo solo per piccoli lavori o quale combustibile.
Il legno delle radici, e quello resinoso, dei rami veniva usato in passato per fare fiaccole.
Come altre Pinaceae anche il Pino mugo veniva utilizzato per la produzione di resina con la quale si preparavano linimenti utili nelle forme reumatiche e nelle affezioni polmonari.
Venivano praticati, alla base dei fusti, tagli rettangolari e profondi fino all'alburno qui veniva applicato un raccoglitore concavo che conduceva l'essudazione resinosa in una ciotola. Una volta la settimana si rinnovava il taglio operazione condotta per tutto il periodo autunnale e che permetteva di raccogliere quantità notevoli di resina. La ferita del tronco successivamente si cicatrizzava formando un callo nella corteccia. Questa pratica è stata abbandonata, ora si pratica la distillazione degli aghi e dei piccoli rami, ricavandone il "mugolio", olio essenziale odoroso, utilizzato come balsamico, antinfiammatorio, espettorante, fluidificante della secrezione bronchiale, sedativo della tosse e degli eccessi di asma bronchiale. L'azione antisettica ed antinfiammatoria si estende anche all'apparato urinario,favorendo inoltre un effetto diuretico.
Per uso esterno è buon antisettico della cute e delle mucose della bocca e della gola mediante inalazioni, utilizzato anche per curare contusioni, stiramenti, storte, strappi muscolari e infiammazioni.
In profumeria viene usato per preparare sali da bagno e per profumare detergenti
Ponendo a macerare al sole: grappa gemme di Pino mugo e zucchero per 6 settimane , agitando almeno una volta al giorno, infine filtrando con molta cura, si otterrà una grappa dal sapore particolare.
È utilizzato come ornamentale, per l'aspetto aggraziato.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
PIGNATTI S., 1982. Flora d'Italia, Edagricole, Bologna
AESCHIMANN D., LAUBER K., MOSER D.M., THEURILLAT J.P., 2004. Flora alpina, Zanichelli editore, BolognaCONTI F., ABBATE G., ALESSANDRINI A., BLASI C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore
Galleria della Flora delle Regioni Italiane
Index Plantarum Flora Italicae - Indice dei nomi delle specie botaniche presenti in Italia
The International Plant Names Index (IPNI)


Scheda realizzata da Marinella Zepigi e Graziano Propetto
Più forte di qualsiasi dolore

"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo {ID 189}

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:05

Pinus mugo Turra subsp. mugo
Prealpi Giulie su alveo torrentizio a 500 m slm,
Alta val Torre (UD)
Foto di Graziano Propetto
Allegati
Pinus mugo Turra
Pinus mugo Turra
Pinus_mugo1.jpg (229.15 KiB) Visto 21413 volte
Ultima modifica di Graziano Propetto il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 5 - 102 - 0}
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:06

Pinus mugo Turra subsp. mugo
Prealpi Giulie a quota di 800 m slm
Allegati
Pinus mugo Turra
Pinus mugo Turra
Pinus_mugo2.jpg (144.16 KiB) Visto 21412 volte
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:09

Pinus mugo Turra subsp. mugo
macrosporofilli (infiorescenze femminili) all'apice del getto annuale
Allegati
macrosporophilli.jpg
macrosporophilli.jpg (142.55 KiB) Visto 23470 volte
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:10

Pinus mugo Turra subsp. mugo
microsporofilli (infiorescenze maschili)
Allegati
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Microspor.1.jpg (127.99 KiB) Visto 23455 volte
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:11

Pinus mugo Turra subsp. mugo
microsporofilli (infiorescenze maschili) alla base del getto annuale
Allegati
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Pinus mugo Turra subsp. mugo
microsporofilli.jpg (143.43 KiB) Visto 23431 volte
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:11

Pinus mugo Turra subsp. mugo
getti dell'anno e all'apice i macrosporofilli (infiorescenze femminili)
Allegati
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Mugo-1.jpg (139.3 KiB) Visto 23415 volte
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Graziano Propetto
Moderatore
Messaggi: 1510
Iscritto il: 25 nov 2007, 00:51
Nome: Graziano
Cognome: Propetto
Residenza(Prov): Pradamano (UD)
Località: alta pianura friulana

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Graziano Propetto » 04 dic 2007, 23:12

Pinus mugo Turra subsp. mugo
Strobili maturi
Allegati
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Pino-mugo-coni.jpg (149.31 KiB) Visto 23396 volte
Quando il Sole della Scienza è basso, le ombre si allungano e i nani sembrano giganti.

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 11312
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo {ID 188}

Messaggio da Daniela Longo » 05 dic 2007, 14:53

Pinus mugo Turra
Schwartzhorn, mt.2400
Aldino (BZ), 2400 m
Foto di Daniela Longo



Strobili immaturi
Allegati
Pinus mugo Turra
Pinus mugo Turra
pinus_mugo_daniela2.jpg (146.23 KiB) Visto 23306 volte
Ultima modifica di Daniela Longo il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 3 - 16 - 0}
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 11312
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Daniela Longo » 05 dic 2007, 14:57

Pinus mugo Turra
Foto di Daniela Longo
Schwartzhorn, mt.2400 Comune Aldino (BZ)



Cono maturo
Allegati
Pinus mugo Turra
Pinus mugo Turra
pinus_mugo_daniela3.jpg (135.58 KiB) Visto 23279 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
Daniela Longo
Amministratore
Messaggi: 11312
Iscritto il: 22 nov 2007, 12:57
Nome: Daniela
Cognome: Longo
Residenza(Prov): Genova (GE)

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Daniela Longo » 05 dic 2007, 15:00

Pinus mugo Turra
Foto di Daniela Longo
Schwartzhorn, mt.2400 Comune Aldino (BZ)


Pianta intera
Allegati
pinus_mugo_daniela1.jpg
pinus_mugo_daniela1.jpg (148.52 KiB) Visto 23255 volte
... vediamo un po’ come fiorisci,
come ti apri, di che colore hai i petali,
quanti pistilli hai, che trucchi usi
per spargere il tuo polline e ripeterti,
se hai fioritura languida o violenta,
che portamento prendi, dove inclini,
... (Patrizia Cavalli)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15635
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo {ID 189}

Messaggio da Marinella Zepigi » 07 feb 2010, 23:51

Pinus mugo Turra subsp. mugo
Lozio (BS), gen 2010
Foto di Alessandro Federici
Allegati
Pinus mugo Turra
Pinus mugo Turra
PInus_mugo_0.jpg (136.93 KiB) Visto 21401 volte
Ultima modifica di Marinella Zepigi il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 2 - 17 - 0}
Più forte di qualsiasi dolore

"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15635
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Marinella Zepigi » 07 feb 2010, 23:52

Pinus mugo Turra subsp. mugo
Lozio (BS), gen 2010
Foto di Alessandro Federici
Allegati
Pinus mugo Turra
Pinus mugo Turra
PInus_mugo_01.jpg (71.43 KiB) Visto 21400 volte
Più forte di qualsiasi dolore

"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15635
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Pinus mugo Turra - Pino mugo

Messaggio da Marinella Zepigi » 07 feb 2010, 23:52

Pinus mugo Turra subsp. mugo
Lozio (BS), gen 2010
Foto di Alessandro Federici
Allegati
Pinus mugo Turra subsp. mugo
Pinus mugo Turra subsp. mugo
pino_mugo.jpg (98.63 KiB) Visto 21330 volte
Più forte di qualsiasi dolore

"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum :)

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”