Polygonum robertii Loisel. {ID 6056} - Poligono di Robert

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja, Moderatori Botanici

Bloccato
Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4610
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Polygonum robertii Loisel. {ID 6056} - Poligono di Robert

Messaggio da Umberto Ferrando » 02 dic 2007, 22:25

Polygonum robertii Loisel.
Mém. Soc. Linn. Paris 6: 409 (1827)

Polygonum raii auct. Fl. Ital., Polygonum oxyspermum subsp. robertii (Loisel.) Akeroyd & D.A. Webb, Polygonum oxyspermum C.A. Mey. & Bunge ex Ledeb.

Polygonaceae

Poligono di Ray, Poligono di Robert, Deutsch: Roberts Vogelknöterich
English: Robert’s knotgrass
Français: Renouée de Robert


Forma Biologica: H rept - Emicriptofite reptanti. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con fusti striscianti.

Descrizione: Specie erbacea perenne, cespitosa, con portamento prostrato-diffuso, radice obliqua, lunga fino a 50 cm, fittonante, legnosa, fusto ramificato già alla base, prostrato, dal quale si sviluppano diversi rami principali legnosi, persistenti (evidente passaggio verso la forma camefitica), anch'essi prostrati, striscianti sul terreno, con internodi brevi; rami dell'annata erbacei, prostrati o prostrato-ascendenti, rigidi, striati, di colore verde pallido; ocree in genere un poco sfrangiate nella porzione terminale, di colore rossastro alla base, ialine all'apice, lunghe 5-8 mm e più brevi degli internodi che sono invece assai allungati; eterofillia assente, foglie concentrate perlopiù nella porzione terminale dei rami giovani (i fusti principali sono spesso semisepolti nella sabbia delle dune); sempre subsessili, con lamina ellittica (7-9 x 14-20 mm) carnosetta e nervo centrale ben rilevato, margine fogliare da poco revoluto a pessoché piano; fiori ascellari, piccoli (Ø c.a 3 mm), prevalentemente concentrati nella porzione apicale dei rami, solitari o in gruppetti di 2-4, perianzio bianco, formato da cinque sepali petaloidi di forma ovata; frutti ad achenio, trigono, di colore variabile da marrone scuro a nerastro, lungo 3-3,5 mm e largo 2-2,5.

Tipo corologico: Steno-Medit.-Nordoccid. - Dalla Liguria alla Spagna.

Antesi: aprile-novembre

Distribuzione in Italia: Coste del Mar Ligure da Capo Noli a Marina di Massa, con distribuzione frammentata e relittuale, Sardegna sud-occidentale (Pula, Capo Teulada, Portoscuso), Sicilia, coste alto adriatiche presso Chioggia (verosimilmente estinto) e Monfalcone. Areale molto frammentato che comprende, oltre alle località italiane, due stazioni lungo la costa mediterranea francese (Tolone e Cette) e una in Catalogna (Port de la Selva) oggi estinta. P. robertii Loisel. è una specie apparentemente molto rara, ma anche poco appariscente e facilmente confondibile con altre del genere Polygonum (soprattutto con P. maritimum L.), per cui è possibile che il suo vero areale sia più esteso di quello riportato in letteratura.

Habitat: Dune sabbiose consolidate, detriti sabbioso-rocciosi, specie litoranea.

Immagine


Note di Sistematica: Sia nella "Flora italica" di Adriano Fiori, sia nella "Flora d'Italia" di Sandro Pignatti (nella redazione originaria, poi integrata da due note, basate sugli studi di Raffaelli) P. robertii Loisel. è sinonimizzato con P. raii Bieb., in realtà quest'ultimo è una specie differente, assente in Italia, annuale e con distribuzione Euri-Atl.; assai simile a P. robertii Loisel. è P. maritimum L., tipico degli stessi ambienti litoranei ma molto più comune, si distingue per le ocree nettamente più lunghe (in media 10-15 mm anziché 5-8) e per l'achenio maggiore (4 mm anziché 3-3,5), infine è possibile la confusione tra P. robertii Loisel. e piante del gruppo di Polygonum aviculare aggr. che talvolta possono avere aspetto assai simile, ma sono specie annuali con fusti completamente erbacei ed ecologia differente (sinantropiche, spesso ruderali, mentre P. robertii Loisel. è specie tipica di ambienti costieri ben conservati e soprattutto delle dune consolidate).

Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il nome del genere Polygonum deriva dal greco "polygonos" termine composto dalle parole "polýs" (molti) e "góny" (ginocchi) ed è stato attribuito a queste piante per via dei fusti angolosi caratterizzati dalla presenza di molti nodi, la specie è stata dedicata dal grande florista francese J. L. A. Loiseleur des Longchamps al suo amico e collaboratore G. N. Robert.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie officinale

P. robertii Loisel ha proprietà medicinali, legate soprattutto alla presenza di grandi quantità di silice (SiO2) nei fusti. Alle piante del genere Polygonum sono inoltre tradizionalmente attribuite proprietà vasocostrittrici, antiflogistiche, antielmintiche, cardiotoniche, espettoranti, febbrifughe, purganti ed emetiche, tuttavia per l'oggettiva rarità di P. robertii Loisel., ne va evitata la raccolta.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
______________________________________________________________________________

Principali Fonti
"Contributi alla conoscenza del genere Polygonum L." 3. Polygonum robertii Loisel. Webbia 35: 63-77. Raffaelli M., Grotteria S., 1981
"Flora d'Italia". Pignatti S., 1982
"An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora". Conti F., Abbate G., Alessandrini A. Traduttore: Blasi C., 2005
"Atlas y libro rojo de la flora vascular amenazada de España. Taxones prioritario". Polygonum robertii. Loisel. Sáez Goñalons L., 2004


Scheda realizzata da Umberto Ferrando, fotografie dell'autore.

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4610
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Polygonum robertii Loisel. {ID 6056}

Messaggio da Umberto Ferrando » 02 dic 2007, 22:44

Polygonum robertii Loisel., pianta nel suo ambiente naturale
Finale Ligure (SV)
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Polygonum robertii umberto_edited-1.jpg
Polygonum robertii umberto_edited-1.jpg (150.82 KiB) Visto 4831 volte
Ultima modifica di Umberto Ferrando il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 6 - 89 - 0}

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4610
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Polygonum robertii Loisel.

Messaggio da Umberto Ferrando » 02 dic 2007, 22:48

Polygonum robertii Loisel. (Finale Ligure, Savona).
Allegati
Polygonum robertii umberto 2b_edited-1.jpg
Polygonum robertii umberto 2b_edited-1.jpg (125.09 KiB) Visto 4822 volte

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4610
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Polygonum robertii Loisel.

Messaggio da Umberto Ferrando » 02 dic 2007, 22:52

Polygonum robertii Loisel., fusto ramificato, con rami principali legnosi e rami dell'annata erbacei, apparato radicale molto sviluppato.
Allegati
Polygonum robertii umberto 3d.jpg
Polygonum robertii umberto 3d.jpg (78.35 KiB) Visto 4815 volte

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4610
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Polygonum robertii Loisel.

Messaggio da Umberto Ferrando » 02 dic 2007, 22:57

Polygonum robertii Loisel.: foglie ellittiche con margine un poco revoluto, ocree brevi, fiori con perianzio bianco, solitari o a gruppetti di 2-4
Allegati
Polygonum robertii umberto 4c.jpg
Polygonum robertii umberto 4c.jpg (138.52 KiB) Visto 4809 volte

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4610
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Polygonum robertii Loisel.

Messaggio da Umberto Ferrando » 02 dic 2007, 23:06

Polygonum robertii L. ocree un poco sfrangiate verso l'apice oppure intere, assai più corte dell'internodio.
Allegati
Polygonum robertii umberto 7f.jpg
Polygonum robertii umberto 7f.jpg (122.39 KiB) Visto 4739 volte

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15636
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Polygonum robertii Loisel. - Poligono di Robert

Messaggio da Marinella Zepigi » 15 ott 2009, 12:43

Polygonum robertii Loisel.
Loc. Malpasso - Finale Ligure (SV), 9 ott 2008
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Polygonum_robertii_1.jpg
Polygonum_robertii_1.jpg (165.3 KiB) Visto 4279 volte

Penso alla miseria di un paese in cui l'esibizione della vita ha preso il posto della vita reale.
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum
:)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15636
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Polygonum robertii Loisel. - Poligono di Robert

Messaggio da Marinella Zepigi » 15 ott 2009, 12:43

Polygonum robertii Loisel.
Loc. Malpasso - Finale Ligure (SV), 9 ott 2008
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Polygonum_robertii_2.jpg
Polygonum_robertii_2.jpg (172.43 KiB) Visto 4279 volte

Penso alla miseria di un paese in cui l'esibizione della vita ha preso il posto della vita reale.
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum
:)

Avatar utente
Marinella Zepigi
Amministratore
Messaggi: 15636
Iscritto il: 22 nov 2007, 11:47
Nome: Marinella
Cognome: Zepigi
Residenza(Prov): Lombardia (BG)
Località: Endine Gaiano (BG)
Contatta:

Re: Polygonum robertii Loisel. - Poligono di Robert

Messaggio da Marinella Zepigi » 15 ott 2009, 12:44

Polygonum robertii Loisel.
Loc. Malpasso - Finale Ligure (SV), 9 ott 2008
Foto di Umberto Ferrando
Allegati
Polygonum_robertii_0.jpg
Polygonum_robertii_0.jpg (199.16 KiB) Visto 4278 volte

Penso alla miseria di un paese in cui l'esibizione della vita ha preso il posto della vita reale.
"Si fa quel che si può e se abbiamo fatto un errore si corregge". Motto ufficiale di Acta Plantarum
:)

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”