Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Rispondi
Avatar utente
daniele.carbini
Messaggi: 1046
Iscritto il: 08 mar 2008, 20:50
Nome: Daniele
Cognome: Carbini
Residenza(Prov): Macerata (MC)
Contatta:

Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da daniele.carbini » 28 lug 2010, 10:03

Val di Rhemes (AO), 1600 m, lug 2009
Foto di Daniele Carbini
La fam. dovrebbe essere Nymphalidae, forse una Melitaea?
:bye:
Daniele
Allegati
DSC08316.JPG
DSC08316.JPG (63.91 KiB) Visto 860 volte
La Flora e le Farfalle
www.danielecarbini.it

Avatar utente
FORBIX
Messaggi: 1985
Iscritto il: 21 feb 2009, 15:24
Nome: Leonardo
Cognome: Forbicioni
Residenza(Prov): Portoferraio (LI)
Contatta:

Re: Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da FORBIX » 28 lug 2010, 10:31

Per me si tratta di:

Lepidoptera-Nymphalidae: Melitaea athalia (Rottemburg, 1775)

Hai per caso qualche immagine della faccia superiore delle ali?

CIAO!
__________________________
Leonardo Forbicioni

http://www.naturelba.it/Naturelba/Home_Page.html

Se veramente tu potessi prendere a calci, colui che è l'unico vero responsabile di tutte le tue sventure......per mesi non potresti più sederti!
De Curtis

Avatar utente
rededivad
Amministratore
Messaggi: 7894
Iscritto il: 24 apr 2008, 10:05
Nome: Davide
Cognome: Tomasi
Residenza(Prov): Cornedo Vicentino (VI)
Località: Cornedo Vicentino (VI)

Re: Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da rededivad » 16 mag 2013, 14:38

Il fatto che le macchie discali sono nettamente bianche a me fa pensare a M. varia piuttosto che ad una specie del duo M. athalia/deione.
Almeno così riporta il Paolucci, affermando che athalia/deione hanno macchie discali mai nettamente bianche.
"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta." Louis Pasteur
"A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.” Arturo Graf

pino
Moderatore
Messaggi: 3046
Iscritto il: 09 set 2008, 11:22
Nome: Pino
Cognome: Perino
Residenza(Prov): Villorba (TV)

Re: Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da pino » 29 mag 2013, 10:58

Secondo me è M. athalia.
:bye: Pino

Avatar utente
FORBIX
Messaggi: 1985
Iscritto il: 21 feb 2009, 15:24
Nome: Leonardo
Cognome: Forbicioni
Residenza(Prov): Portoferraio (LI)
Contatta:

Re: Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da FORBIX » 29 mag 2013, 11:30

pino ha scritto:Secondo me è M. athalia.
:bye: Pino
Anche io sono quasi sicuro che sia lei. Ma senza poter vedere il lato superiore delle ali, non volgio insistere. Sono entità piuttosto simili ed a quanto pare, molto spesso conviventi.
Non lo so!
Posso provare a chiedere a Paolo (Mazzei) e sentire cosa ne pensa! ;)
__________________________
Leonardo Forbicioni

http://www.naturelba.it/Naturelba/Home_Page.html

Se veramente tu potessi prendere a calci, colui che è l'unico vero responsabile di tutte le tue sventure......per mesi non potresti più sederti!
De Curtis

Avatar utente
Luigi Cassulo
Messaggi: 142
Iscritto il: 20 ott 2011, 16:48
Nome: Luigi
Cognome: Cassulo
Residenza(Prov): Vobbia (GE)
Località: Vobbia (GE)

Re: Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da Luigi Cassulo » 31 mag 2013, 11:27

In base alle piccole dimensioni (se non mi sbaglio, e quì gradirei un aiuto dai botanici, il fiore è di Homogyne sp. che dovrebbe avere un diametro di circa un centimetro e mezzo al massimo) ed all'apice dell'ala anteriore che è piuttosto slanciato, nonchè per il notevole contrasto che vi è tra gli spazi bianchi e quelli crema ed anche per la banda bianca mediana che è composta da segmenti piuttosto allungati, propenderei per Melitaea varia Meyer-Dür, 1851. Da quelle parti Melitaea athalia (che dovrebbe chiamarsi Melitaea celadussa Fruhstorfer, 1910) è generalmente piuttosto grande ed ha gli spazi bianchi del rovescio delle ali posteriori tendenti anche loro al crema.
Luigi

Silvia B.
Messaggi: 20
Iscritto il: 23 apr 2012, 09:26
Nome: Silvia
Cognome: Bertollo
Residenza(Prov): Tombolo (PD)

Re: Nymphalidae: Melitaea varia Meyer-Dur, 1851

Messaggio da Silvia B. » 01 giu 2013, 13:30

Ciao a tutti!
Anch'io propendo per Melitaea varia per il bianco candido delle macchie, come suggeriscono sia il Tolman sia Paolucci. Non ho mai visto M. athalia così bianche, ma molto più "giallognole". Certamente anche la dimensione potrebbe aiutare a capire, visto che le M. varia sono più piccole! ma non ci contenerei troppo perchè c'è sempre un pò di variabilità a seconda di quanto mangia il bruco :)

Rispondi

Torna a “Lepidoptera”