Crocus versicolor Ker Gawl. {ID 2408}

Contributi sulla flora italiana pubblicati in Actaplantarum (sola lettura)
Regole del forum
I messaggi di questo forum costituiscono una preziosa documentazione della presenza allo stato spontaneo della flora italiana ordinata in base alla data del rinvenimento, sequenza che verrebbe alterata da qualsiasi intervento successivo, ammissibile SOLO in caso di errori nella determinazione. Per segnalare errori inviate un messaggio nel forum "Correzioni e modifiche ad Archivio floristico" ricopiando il Topic_id che trovate in cima a ogni topic dell'Archivio
Rispondi
Topic_id: 25488
Avatar utente
effegua
Messaggi: 841
Iscritto il: 24 nov 2007, 12:14
Nome: Franco
Cognome: Guadagni
Residenza(Prov): Ciriè (TO)
Località: Cirie' (TO)
Contatta:

Crocus versicolor Ker Gawl. {ID 2408}

Messaggio da effegua » 11 apr 2011, 15:10

Crocus versicolor Ker Gawl. della Quinseina
Iridaceae
Campiglia Soana (TO), 1700 m, apr 2011
Foto di Franco Guadagni
Allegati
Crocus sp. gruppo-2011 04 10-Campiglia Soana.jpg
Crocus sp. gruppo-2011 04 10-Campiglia Soana.jpg (189.36 KiB) Visto 720 volte
Ultima modifica di effegua il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 1 - 96 - 0}

lorenzop
Messaggi: 305
Iscritto il: 01 dic 2007, 14:14
Nome: Lorenzo
Cognome: Peruzzi
Residenza(Prov): Empoli (FI)

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggio da lorenzop » 13 apr 2011, 13:19

Ciao,

vista la struttura dei bulbi ed il numero cromosomico, cose che mancavano l'anno scorso, mi sento di poter affermare con sufficiente tranquillità che si tratta di Crocus versicolor.
Siamo sul limite altitudinale superiore di questa specie, e davanti a popolamenti intensamente colorati (ma la specie è estremamente variabile, in questo carattere).

Saluti

Lorenzo
______________

when knowledge erodes, a plant becomes a weed (Anil Gupta)

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4609
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggio da Umberto Ferrando » 13 apr 2011, 13:27

Il limite altitudinale riscontrato sulle popolazioni del confine ligure francese è 2120 m, (una cinquantina di metri a SE della sommità di Cima Marta, che è quotata 2136), è una specie che in condizioni favorevoli sale parecchio in quota. Tra l'altro penso sia la prima volta che viene segnalata sulle Alpi Graie e in Provincia di Torino, la stazione più settentrionale che conosco è ubicata presso il Colle di San Giovanni (Elva, CN).

Ciao
Umberto

Avatar utente
patty
Messaggi: 2396
Iscritto il: 03 dic 2007, 22:21
Nome: Patrizia
Cognome: Ferrari
Residenza(Prov): Modena (MO)
Località: modena

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggio da patty » 13 apr 2011, 13:32

Ciao,
ripesco fuori questa discussione che era rimasta insoluta per i Crocus violetti: http://www.actaplantarum.org/floraitali ... us#p103086
posso perciò ora dare loro un nome: Crocus versicolor.

grazie a tutti :)
Patty
Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada. (Jim Morrison)

Avatar utente
effegua
Messaggi: 841
Iscritto il: 24 nov 2007, 12:14
Nome: Franco
Cognome: Guadagni
Residenza(Prov): Ciriè (TO)
Località: Cirie' (TO)
Contatta:

Re: Crocus versicolor Ker Gawl.

Messaggio da effegua » 13 apr 2011, 14:05

Grazie Lorenzo per la conferma. Sono veramente stupito per il fatto che questo bellissimo Crocus non fosse mai stato segnalato da queste parti, vi posso assicurare che le fioriture che ho visto sia sopra Borgiallo (Santuario di S. Elisabetta, Punta Quinseina) sia in Val Soana (sui monti che dividono la Valle di Campiglia da quella di Piamprato) sono spettacolari. Vista la latitudine di queste stazioni in Valle dell'Orco secondo me si potrebbe anche ricercare sul versante nord (Champorcher), per accertare una sua eventuale presenza in Val d'Aosta.

Per Patty: ricordavo che anche tu aspettavi una risposta ... ;) avevo ben presente il tuo post.

Un ultimo commento: devo dire che per quanto la somiglianza in alcuni casi sia evidente, da un punto di vista iconografico l'identificazione con C. versicolor mi era sempre sembrata improbabile. Evidentemente le popolazioni liguri hanno sviluppato caratteristiche morfologiche un po' diverse da queste Piemontesi...

Rimane valido l'invito per chi volesse vederli di persona, se sabato e' bel tempo, a venire con me sulla Quinseina.

FG

Rispondi

Torna a “Archivio floristico”