Washingtonia robusta H. Wendl. {ID 8683}

Foto della flora italiana (NON inserire argomenti nuovi, ulteriori messaggi SOLO per segnalare errori)
Rispondi
Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 5056
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Washingtonia robusta H. Wendl. {ID 8683}

Messaggio da Enrico Banfi » 09 ago 2011, 19:55

Washingtonia robusta H.Wendl.
Arecaceae
Modica (RG), 296 m, lug 2011
Foto di Enrico Banfi

Questa specie (N-Messico), come l'affine W. filifera (USA: S-Arizona), è già nota negli elenchi delle esotiche casuali, ma nell'area in oggetto sembra addirittura comportarsi da naturalizzata, perché la si incontra frequentemente, anche a grandi distanze dagli individui adulti, nei marciapiedi, nelle discontinuità dell'asfalto e del cemento e nei siti ruderali. Le due specie, da giovani, si distinguono unicamente per il margine spinoso del picciolo, che in W. robusta è decisamente discolore (bruno o verde-brunastro), mentre in W. filifera è verde chiaro e concolore con il resto del picciolo.
Ultima modifica di Enrico Banfi il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 18 - 78}
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 5056
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Washingtonia robusta H. Wendl.

Messaggio da Enrico Banfi » 09 ago 2011, 19:57

Washingtonia robusta H.Wendl.
Arecaceae
Modica (RG), 296 m, lug 2011
Foto di Enrico Banfi
Allegati
DSC_0093.JPG
DSC_0093.JPG (190.21 KiB) Visto 516 volte
DSC_0094.JPG
DSC_0094.JPG (184.7 KiB) Visto 516 volte
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Avatar utente
luirig
Messaggi: 5428
Iscritto il: 08 dic 2007, 19:33
Nome: Luigi
Cognome: Rignanese
Residenza(Prov): Manfredonia (FG)
Località: Manfredonia (FG)
Contatta:

Re: Washingtonia robusta H. Wendl.

Messaggio da luirig » 10 ago 2011, 09:38

Indubbiamente delle belle foto.
Potresti mostrarci un dettaglio ravvicinato degli aculei dei piccioli?
Anche la loro forma può essere importante ai fini dell'identificazione.
Servirebbe eventualmente anche un tuo parere riguardo a Setaria ambigua in IPFI, come riportato in http://www.actaplantarum.org/floraitali ... 41&t=30524 , che a mio parere (da semplice appassionato di botanica) andrebbe considerata come specie a parte.
:bye:

Luigi

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 5056
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Washingtonia robusta H. Wendl.

Messaggio da Enrico Banfi » 10 ago 2011, 18:41

Washingtonia robusta H.Wendl.
Arecaceae
Modica (RG), 296 m, lug 2011
Foto di Enrico Banfi


Ecco il particolare del margine discolore. Devo precisare che le foto non si riferiscono agli stessi esempari delle precedenti, ma ad altri della stessa specie, che ho avuto modo di ritrarre nel particolare in oggetto. Purtroppo al momento non dispongo di analoga documentazione per W. filifera, dove si vedrebbe chiaramente l'uniformità cromatica tra picciolo e relativo margine. Faccio ancora presente che in certi vivai (per fortuna finora sembrerebbe solo all'estero e molto raramente) si trova anche l'ibrido W. "x filibusta" (nom. hort.), che presenterebbe caratteri intermedi far le due e certamente complicherebbe non poco la vita ai fini identificativi, salvo il fatto di caratterizzarsi per elevata sterilità pollinica. Aggiungo, infine, che in Italia W. robusta è complessivamente assai più diffusa in coltivazione di W. filifera

Enrico
Allegati
Trachycarpeae SISE - Washingtonia robusta5.JPG
Trachycarpeae SISE - Washingtonia robusta5.JPG (163.36 KiB) Visto 469 volte
Trachycarpeae SISE - Washingtonia robusta6.JPG
Trachycarpeae SISE - Washingtonia robusta6.JPG (167.6 KiB) Visto 469 volte
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Avatar utente
luirig
Messaggi: 5428
Iscritto il: 08 dic 2007, 19:33
Nome: Luigi
Cognome: Rignanese
Residenza(Prov): Manfredonia (FG)
Località: Manfredonia (FG)
Contatta:

Re: Washingtonia robusta H. Wendl.

Messaggio da luirig » 10 ago 2011, 18:50

Osservando le prime due foto, mi era venuto qualche dubbio, per quegli aculei apparentemente non così tozzi e larghi alla base, come sono di solito in W. robusta.
Ma le ultime foto non lasciano dubbi.
:bye:

Luigi

Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 5056
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Washingtonia robusta H. Wendl.

Messaggio da Enrico Banfi » 10 ago 2011, 19:33

Si Luigi, nella mia esperienza ho comunque incontrato anche nelle spine una discreta variabilità, specialmente in termini di distanziatura, curvatura e dentellatura; ho notato che spesso le giovani piante, come succede in Chamaerops humilis e in Brahea armata, presentano spine più "snelle" e più distanziate rispetto alle piante mature.

Enrico

PS: A proposito di Washingtonia robusta, per i milanesi e per coloro che hanno occasione di raggiungere Milano segnalo un esemplare cresciuto eccezionalmente bene nonostante il clima del menga (le foglie inferiori sono state un po' danneggiate dall'inverno di due anni fa), dietro la cancellata di una villetta in via Tofane, 45, lungo la pista ciclabile sulla sponda del naviglio della Martesana.
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)

Rispondi

Torna a “Archivio floristico”