Typha domingensis (Pers.) Steud. {ID 8033 0}

Contributi sulla flora italiana pubblicati in Actaplantarum (sola lettura)
Regole del forum
I messaggi di questo forum costituiscono una preziosa documentazione della presenza allo stato spontaneo della flora italiana ordinata in base alla data del rinvenimento, sequenza che verrebbe alterata da qualsiasi intervento successivo, ammissibile SOLO in caso di errori nella determinazione. Per segnalare errori inviate un messaggio nel forum "Correzioni e modifiche ad Archivio floristico" ricopiando il Topic_id che trovate in cima a ogni topic dell'Archivio
Rispondi
Topic_id: 31623
Avatar utente
Fraginesi
Messaggi: 5211
Iscritto il: 14 mag 2010, 14:40
Nome: Beppe
Cognome: Di Gregorio
Residenza(Prov): Palermo (PA)
Località: Palermo
Contatta:

Typha domingensis (Pers.) Steud. {ID 8033 0}

Messaggio da Fraginesi »

Typha domingensis (Pers.) Steud.
Typhaceae: Tifa di Santo Domingo
Baida (TP), 280 m, set 2011
Foto di Beppe Di Gregorio

Qualche caratteristica:
a) Infiorescenza femminile lunga 20 cm e più
b) larghezza massima delle foglie 2 cm e più

Nota: Il contadino che mi ha indicato dove trovare le piante che ho fotografato, mi ha detto che anticamente venivano usate come "stagghia sangu".
Stagghiari: fermare, interrompere un flusso di acqua, un liquido, etc.
Sangu: sangue
Le infiorescenze femminili mature venivano messe sulla ferita ed avevano un effetto antiemorragico.

Ciao
Beppe :bye:
Allegati
Typha latifolia - Baida - 11-09-2011 15.13.22.JPG
Typha latifolia - Baida - 11-09-2011 15.13.22.JPG (146.01 KiB) Visto 2616 volte
Typha latifolia - Baida - 11-09-2014.JPG
Typha latifolia - Baida - 11-09-2014.JPG (134.75 KiB) Visto 2616 volte
Ultima modifica di Fraginesi il 01 gen 1970, 02:00, modificato 0 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 18 - 98 - 0}
Avatar utente
Fraginesi
Messaggi: 5211
Iscritto il: 14 mag 2010, 14:40
Nome: Beppe
Cognome: Di Gregorio
Residenza(Prov): Palermo (PA)
Località: Palermo
Contatta:

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Fraginesi »

Typha domingensis (Pers.) Steud.
Typhaceae: Tifa di Santo Domingo
Baida (TP), 280 m, set 2011
Foto di Beppe Di Gregorio
Allegati
Typha latifolia - Baida - 11-09-2011 15.13.00.JPG
Typha latifolia - Baida - 11-09-2011 15.13.00.JPG (91.35 KiB) Visto 2615 volte
Typha latifolia - Baida - 11-09-2013.JPG
Typha latifolia - Baida - 11-09-2013.JPG (144.93 KiB) Visto 2615 volte
Avatar utente
Fraginesi
Messaggi: 5211
Iscritto il: 14 mag 2010, 14:40
Nome: Beppe
Cognome: Di Gregorio
Residenza(Prov): Palermo (PA)
Località: Palermo
Contatta:

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Fraginesi »

Typha domingensis (Pers.) Steud.
Typhaceae: Tifa di Santo Domingo
Baida (TP), 280 m, set 2011
Foto di Beppe Di Gregorio
Allegati
Typha latifolia - Baida - 11-09-2014.JPG
Typha latifolia - Baida - 11-09-2014.JPG (134.75 KiB) Visto 2615 volte
Typha latifolia - Baida - 11-09-2011 15.12.51.JPG
Typha latifolia - Baida - 11-09-2011 15.12.51.JPG (95.24 KiB) Visto 2615 volte
Avatar utente
Marco
Messaggi: 1589
Iscritto il: 26 mag 2010, 19:23
Nome: Marco
Cognome: Banzato
Residenza(Prov): Galzignano Terme (PD)
Località: Galzignano Terme (PD)

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Marco »

Si, è T. latifolia. Mi stupisce però il colore così chiaro delle infiorescenze femminili... è il colore tipico di T. angustifolia. :?
:bye:
Marco Banzato
Avatar utente
Fraginesi
Messaggi: 5211
Iscritto il: 14 mag 2010, 14:40
Nome: Beppe
Cognome: Di Gregorio
Residenza(Prov): Palermo (PA)
Località: Palermo
Contatta:

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Fraginesi »

Marco ha scritto:Si, è T. latifolia. Mi stupisce però il colore così chiaro delle infiorescenze femminili... è il colore tipico di T. angustifolia. :?
:bye:
Marco ha ragione: è una Typha angustifolia L.

Ho sbagliato :shock: le misure della larghezza delle foglie e tratto così in errore sia Franco che Davide.
Non sono larghe 2 cm e più ma poco meno di 10 mm.
Questo dovrebbe fugare qualsiasi dubbio.

Inoltre allego un'altra foto in cui si può vedere che la distanza (vedi freccia indica il punto di inizio dell'infiorescenza maschile) tra infiorescenza maschile e femminile è decisamente maggiore di quella tipica (molto ravvicinata) della T. latifolia.

E' necessario togliere dalla :g: (http://www.actaplantarum.org/galleria_flora/galleria1.php?id=208) la seconda foto.

meglio tardi che mai ...
... ed un grazie a Marco!

Ciao
Beppe :bye:
Allegati
Typha angustifolia - Baida - 11-09-2011 15-12-44.44.JPG
Typha angustifolia - Baida - 11-09-2011 15-12-44.44.JPG (121.67 KiB) Visto 2458 volte
Typha angustifolia - Baida - 11-09-2011 15-13-015.JPG
Typha angustifolia - Baida - 11-09-2011 15-13-015.JPG (160.7 KiB) Visto 2458 volte
Umberto Ferrando
Messaggi: 4670
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Umberto Ferrando »

Visto il colore molto chiaro ("caffellatte") della spiga potrebbe trattarsi anche di Typha domingensis (Pers.) Steud.
Le principali differenze sono:

- foglie superiori senza orecchiette all'apice delle guaine;
- bratteole delle spighe femminili con apice traslucido e con caratteristica puntinatura di colore bruno-rossastro o bruno-giallastro;
- stami poco sporgenti dal perianzio (<1 mm),
- lo spazio tra spiga femminile e spiga maschile, pur presente, è largo poco più della metà di quello che si osserva normalmente in Typha angustifolia L. (vale a dire circa 2 cm contro i 3-4 cm di Typha angustifolia) però bisogna effettuare la misurazione su un campione numericamente rilevante di piante (non meno di 50 scapi) perché è un carattere soggetto a forte variabilità individuale.

Le biometrie fogliari sono estremamente simili a quelle di Typha angustifolia, tuttavia le foglie sono più chiare e a volte un po' glauche (colore più simile a quello delle foglie di Typha latifolia L.).

Ciao
Umberto

P.S. anche la popolazione fotografata in Ogliastra (Cala Luna) da Carlo Cibei, composta da esemplari che sembrano avere foglie abbastanza glauche e una colorazione della spiga femminile particolare ("caffellatte") potrebbe appartenere a Typha domingensis mentre le altre piante della Galleria, con spighe marrone chiaro e foglie più verdi, sembrano attribuibili senza grossi margini di dubbio a Typha angustifolia.
Avatar utente
Fraginesi
Messaggi: 5211
Iscritto il: 14 mag 2010, 14:40
Nome: Beppe
Cognome: Di Gregorio
Residenza(Prov): Palermo (PA)
Località: Palermo
Contatta:

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Fraginesi »

Umberto Ferrando ha scritto:Visto il colore molto chiaro ("caffellatte") della spiga potrebbe trattarsi anche di Typha domingensis (Pers.) Steud.
Le principali differenze sono:

- foglie superiori senza orecchiette all'apice delle guaine;
- bratteole delle spighe femminili con apice traslucido e con caratteristica puntinatura di colore bruno-rossastro o bruno-giallastro;
- stami poco sporgenti dal perianzio (<1 mm),
- lo spazio tra spiga femminile e spiga maschile, pur presente, è largo poco più della metà di quello che si osserva normalmente in Typha angustifolia L. (vale a dire circa 2 cm contro i 3-4 cm di Typha angustifolia) però bisogna effettuare la misurazione su un campione numericamente rilevante di piante (non meno di 50 scapi) perché è un carattere soggetto a forte variabilità individuale.

Le biometrie fogliari sono estremamente simili a quelle di Typha angustifolia, tuttavia le foglie sono più chiare e a volte un po' glauche (colore più simile a quello delle foglie di Typha latifolia L.).
Grazie Umberto per le utili informazioni relative alla caratteristiche principali della T. domingensis. Nel Pignatti (vedi T. angustifolia subsp. australis --> alias T. domingensis) sono indicati solo alcuni caratteri, in particolare:
bratteole 3dentate o aristate all'apice, lunghe più dei peli e quanto gli stimmi e qui ci vorrebbe Franco (Entheos) con le sue splendide foto al microscopio ... :)

Solo una nota:
in Bocconea nr.20 (anno 2005) le uniche indicazioni recenti sono riferite alle seguenti località: Stagno Gilormo,
Stagno di Contrada S. Nicola, Fosso di Piano Jannù (Brullo & al. 1994 b) situate nei Nebrodi, molto lontani dalla località (nel trapanese, nei pressi dello Zingaro) in cui sono state fatte le foto. L'unico ritrovamento precedente è datato 1909 presso il Ponte delle Grazie di Palermo.

Sposto in Che pianta è? per potere sviluppare una discussione più ampia.
Ciao
Beppe :bye:
Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 3527
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Typha domingensis (Pers.) Steud.

Messaggio da Enrico Banfi »

Facendo eco alla dettagliata analisi di Umberto, dal canto mio confermerei Typha domingensis (Pers.) Steud. proprio per quel colore dell'infiorescenza femminile, che ho già riscontrato in altre occasioni (anche in Cina, confermata dalle competenze botaniche locali) in questa specie. :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)
Rispondi

Torna a “Archivio floristico”