Artiodactyla-Bovidae: Capra ibex (Linnaeus, 1758) - stambecco delle Alpi

Rispondi
bruma
Messaggi: 2322
Iscritto il: 19 mag 2010, 18:21
Nome: Vincenzo
Cognome: Volonterio
Residenza(Prov): Sorisole (BG)

Artiodactyla-Bovidae: Capra ibex (Linnaeus, 1758) - stambecco delle Alpi

Messaggio da bruma » 12 ott 2011, 17:56

Quand'ero quindicenne (1985) non c'erano stambecchi nelle Orobie. Furono introdotti alla fine degli anni '80. In seguito iniziai a incontrarne qualcuno... dapprima incontri rari, occasionali e non molto ravvicinati, ora abbastanza frequenti ma sempre sorprendenti.
C'è da dire che rispetto a quelli dei primi anni '90, i bovidi che oggi abitano le vette orobiche sono molto meno timorosi nei confronti del genere Homo, e in particolare di quegli esemplari che, come me, girano soli, silenziosi, evitando il più possibile di apparire minacciosi nei loro confronti.
Lo scorso settembre, mentre attraversavo, fuori sentiero, una pietraia sotto la parete sud del Pizzo del Diavolo, mi sono imbattuto in un gruppo di 8/10 esemplari di Capra ibex, abbastanza giovani. Avvicinamento graduale, niente rumori molesti, niente movimenti bruschi, qualche foto... insomma, sono rimasto in loro compagnia per 15/20 minuti. Credo che si sentissero indisturbati, tanto che... :oops:

Capra ibex L.
Pizzo del Diavolo di Tenda (BG), 2800 m, set 2011
Foto di Vincenzo Volonterio
Allegati
P9090084.JPG
P9090084.JPG (125.77 KiB) Visto 2848 volte
P9090085.JPG
P9090085.JPG (84.56 KiB) Visto 2848 volte

bruma
Messaggi: 2322
Iscritto il: 19 mag 2010, 18:21
Nome: Vincenzo
Cognome: Volonterio
Residenza(Prov): Sorisole (BG)

Re: Stambecchi "scostumati"

Messaggio da bruma » 12 ott 2011, 17:57

Capra ibex L.
Pizzo del Diavolo di Tenda (BG), 2800 m, set 2011
Foto di Vincenzo Volonterio
Allegati
P9090086.JPG
P9090086.JPG (101.07 KiB) Visto 2847 volte

bruma
Messaggi: 2322
Iscritto il: 19 mag 2010, 18:21
Nome: Vincenzo
Cognome: Volonterio
Residenza(Prov): Sorisole (BG)

Re: Stambecchi "scostumati"

Messaggio da bruma » 12 ott 2011, 18:04

Beh... a dire il vero non si è trattato di un effettivo accoppiamento. Il "maschio più adulto", un po' più distante (non si vede nelle foto), non si è nemmeno nemmeno scomodato. Evidentemente ho immortalato una sorta di "gioco".
Certo che trovarsi a meno di dieci metri (sì perché le foto sono scattate da vicino, con una "baracchina" compatta) da una simile scena, fa un certo effetto. Mi sono sentito come una parte "non-estranea" del sistema ambiente. Davvero bello! :D :D
:bye:

Rispondi

Torna a “Mammiferi”