Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign. {ID 4383 0}

Contributi sulla flora italiana pubblicati in Actaplantarum (sola lettura)
Regole del forum
I messaggi di questo forum costituiscono una preziosa documentazione della presenza allo stato spontaneo della flora italiana ordinata in base alla data del rinvenimento, sequenza che verrebbe alterata da qualsiasi intervento successivo, ammissibile SOLO in caso di errori nella determinazione. Per segnalare errori inviate un messaggio nel forum "Correzioni e modifiche ad Archivio floristico" ricopiando il Topic_id che trovate in cima a ogni topic dell'Archivio
Rispondi
Topic_id: 44834
Avatar utente
RockHoward
Messaggi: 1154
Iscritto il: 06 gen 2013, 17:16
Nome: Nicolò
Cognome: Parrino
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign. {ID 4383 0}

Messaggio da RockHoward »

Lamium argentatum (Smejkal) Henker ex G.H. Loos
Lamiaceae: Falsa ortica argentata
Udine (UD),100 m, apr 2011
Foto di Nicolò Parrino
Allegati
DSCN0653.jpg
DSCN0653.jpg (86.04 KiB) Visto 689 volte
DSCN0661.jpg
DSCN0661.jpg (50.13 KiB) Visto 689 volte
Ultima modifica di RockHoward il 13 gen 2013, 20:18, modificato 5 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 5 - 102 - 0}
Nicolò Parrino

Un fiore schiacciato sotto ai piedi si vendica donando l'ultimo suo profumo. (Anonimo)
Avatar utente
RockHoward
Messaggi: 1154
Iscritto il: 06 gen 2013, 17:16
Nome: Nicolò
Cognome: Parrino
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign.

Messaggio da RockHoward »

Lamium argentatum (Smejkal) Henker ex G.H. Loos
Lamiaceae: Falsa ortica argentata
Udine (UD),100 m, apr 2011
Foto di Nicolò Parrino
Allegati
DSCN0659.jpg
DSCN0659.jpg (52.58 KiB) Visto 687 volte
DSCN0668.jpg
DSCN0668.jpg (119.01 KiB) Visto 687 volte
Nicolò Parrino

Un fiore schiacciato sotto ai piedi si vendica donando l'ultimo suo profumo. (Anonimo)
Avatar utente
RockHoward
Messaggi: 1154
Iscritto il: 06 gen 2013, 17:16
Nome: Nicolò
Cognome: Parrino
Residenza(Prov): Udine (UD)
Località: Udine

Re: Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign.

Messaggio da RockHoward »

Lamium argentatum (Smejkal) Henker ex G.H. Loos

Lamiaceae: Falsa ortica argentata
Udine (UD),100 m, apr 2010
Foto di Nicolò Parrino
Allegati
DSCN6625.jpg
DSCN6625.jpg (69.32 KiB) Visto 685 volte
DSCN6629.jpg
DSCN6629.jpg (55.26 KiB) Visto 685 volte
Nicolò Parrino

Un fiore schiacciato sotto ai piedi si vendica donando l'ultimo suo profumo. (Anonimo)
Avatar utente
Franco Giordana
Amministratore
Messaggi: 14299
Iscritto il: 01 feb 2008, 10:40
Nome: Franco
Cognome: Giordana
Residenza(Prov): Crema (CR)
Località: Crema (CR)

Re: Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign.

Messaggio da Franco Giordana »

Lamium argentatum (Smejkal) Henker ex G.H. Loos ?
Franco
come eravamo prima di Acta:http://floragarz.net
Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 3527
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign.

Messaggio da Enrico Banfi »

Allo stato attuale dei fatti so che ci sono lavori recenti su base filogenetica (chiedere a Gabriele), che rivalutano questo taxon come specie, mentre ridimensionano la vigente, sopravvalutata distinzione tra L. galeobdolon subsp. flavidum e subsp. montaum. Di questo sa tutto il "Pistola", espressione milanese usata in museo per contrassegnare Gabriele (non è un insulto).

Enrico :bye:
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)
Umberto Ferrando
Messaggi: 4670
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign.

Messaggio da Umberto Ferrando »

Se posso dare il mio contributo, l'unico lavoro di cui sono a conoscenza è questo:

Rosenbaumova R., Plackova I., Suda J. - 2004 Variation in Lamium subg. Galeobdolon (Lamiaceae) - insights from ploidy levels, morphology and isozymes. Pl. Syst. Evol. 244. (3-4): 219-244

Proprio recentissimo non è, premetto anche che sono riuscito a leggerne solo l'abstract. In sostanza Rosenbaumova & alii identificano tre cariotipi con diversi livelli di ploidia:

- diploidi (corrispondenti a Lamium galeobdolon (L.) L. subsp. galeobdolon e a Lamium galeobdolon (L.) L. subsp. flavidum (F.Herm) A. Löwe & D. Löwe)
- tetraploidi (corrispondenti a Lamium galeobdolon (L.) L. subsp. montanum (Pers.) Ehrend. & Polatschek e a Lamium argentatum G. Loos)
- triploidi (rari e di probabile origine ibridogena);

Attraverso l'analisi dei flussi genici stabiliscono l'origine monotipica di Lamium argentatum (Smejkal) Henker ex H.G. Loos ma confermano anche la separazione netta tra Lamium galeobdolon (L.) L. subsp. galeobdolon e Lamium galeobdolon (L.) L. subsp. montanum (Pers.) Ehrend. & Polatschek, trattano quest'ultimo come specie autonoma e forniscono, a conferma della loro ipotesi, anche alcuni dati morfologici e biometrici. Per cui (se ho ben capito) in base a questo studio in Europa centrale ci sarebbero quattro specie valide nell'ambito dell'aggregato di Lamium galeobdolon: Lamium galeobdolon (L.) L., Lamium flavidum F. Herm., Lamium argentatum Henker ex H.G. Loos e Lamium montanum (Pers.) Hoffm. ex Kabath; di certo Lamium argentatum è quella meglio distinta sotto il profilo morfologico, per cui mi sembra ragionevole mantenerla separata come viene fatto anche in IPFI. Ignoro se esistano lavori ancora più recenti che confermino/modifichino/smentiscano questo assetto.

Ciao
Umberto
Avatar utente
Enrico Banfi
Moderatore
Messaggi: 3527
Iscritto il: 01 set 2009, 11:50
Nome: Enrico
Cognome: Banfi
Residenza(Prov): Milano (MI)

Re: Lamium galeobdolon subsp. argentatum (Smejkal) J. Duvign.

Messaggio da Enrico Banfi »

Si, Umberto, per un breve e sintetico riassunto dei fatti, riporto qui sotto uno stralcio della parte introduttiva del testo elaborato da Gabriele e da me per una nota su Lamiastrum in Lombardia, che tra non molto pubblicheremo.

Enrico :bye:

Lamiastrum Heist. ex Fabr.
Lamiastrum Heist. ex Fabr. [1759]
≡ Galeobdolon Adans. [1763], nom. illeg.
LT: Lamiastrum galeobdolon (L.) Ehrend. & Polatschek
Le specie del genere Lamiastrum risultano sister di quelle di Lamium s.s. (Bendiksby et al., 2011), pertanto i due generi possono essere mantenuti separati. Scegliendo questa soluzione e diversamente da quanto indicato da Holub (1970c, 1973d), deve essere adottato Lamiastrum in quanto nome validamente pubblicato (Stace, 1989), quindi prioritario su Galeobdolon. Per la trattazione delle diverse entità di questo genere e in considerazione della consistente diacriticità degli elementi morfologici coinvolti, sembra adeguato adottare il rango specifico, per altro già proposto da Wisskirchen & Haeupler (1998). Piante determinate sotto il binomio Lamium endtmannii G.H. Loos si sono rivelate sia diploidi sia tetraploidi, le prime, nell’analisi filogenetica di Rosenbaumová et al. (2004), afferenti al monophylum di Lamiastrum galeobdolon (L.) Ehrend. & Polatschek (diploide), le seconde a quello di Lamiastrum montanum (Pers.) Ehrend. (tetraploide); dato che il tipo della specie è diploide (Loos, 1997), L. endtmannii ricade in sinonimia di Lamiastrum galeobdolon. In Lombardia è presente soltanto Lamiastrum flavidum (F. Herm.) Ehrend. (Wegmüller, 1974; Pignatti, 1982), cui vanno ricondotti tutti i riferimenti nominali a L. galeobdolon s.l., mentre mancano sia L. galeobdolon s.s. sia L. montanum, malgrado una segnalazione di Aeschimann et al. (2004); inoltre si è da poco naturalizzato Lamiastrum argentatum (Smejkal) Soják, attualmente in attiva espansione.
Σκιᾶϛ ὄναρ ἄνθροπος (Pindaro, Pitiche VIII)
Rispondi

Torna a “Archivio floristico”