Saxifraga seguieri Biehler {ID 6909 0}

Contributi sulla flora italiana pubblicati in Actaplantarum (sola lettura)
Regole del forum
I messaggi di questo forum costituiscono una preziosa documentazione della presenza allo stato spontaneo della flora italiana ordinata in base alla data del rinvenimento, sequenza che verrebbe alterata da qualsiasi intervento successivo, ammissibile SOLO in caso di errori nella determinazione. Per segnalare errori inviate un messaggio nel forum "Correzioni e modifiche ad Archivio floristico" ricopiando il Topic_id che trovate in cima a ogni topic dell'Archivio
Rispondi
Topic_id: 45420
Avatar utente
Alessandro
Moderatore
Messaggi: 4250
Iscritto il: 16 nov 2009, 23:24
Nome: Alessandro
Cognome: Federici
Residenza(Prov): Esine (BS)

Saxifraga seguieri Biehler {ID 6909 0}

Messaggio da Alessandro »

Saxifraga seguieri Spreng.
Saxifragaceae
Val Fredda (BS), 2170 m, lug 2010
Foto di Alessandro Federici
Allegati
DSCN3028.JPG
DSCN3028.JPG (190.57 KiB) Visto 1104 volte
DSCN3031.JPG
DSCN3031.JPG (195.92 KiB) Visto 1104 volte
Ultima modifica di Alessandro il 09 feb 2013, 10:15, modificato 5 volte in totale.
Motivazione: {Italia - 2 - 17 - 0}
:bye: Alessandro

<< L'uomo è su questa terra da uno sputo (inteso come unità di tempo); eppure molti uomini si credono padroni del mondo >> Da, Franco Giordana
Avatar utente
Alessandro
Moderatore
Messaggi: 4250
Iscritto il: 16 nov 2009, 23:24
Nome: Alessandro
Cognome: Federici
Residenza(Prov): Esine (BS)

Re: Saxifraga seguieri Biehler

Messaggio da Alessandro »

Saxifraga seguieri Spreng.
Saxifragaceae
Val Fredda (BS), 2170 m, lug 2010
Foto di Alessandro Federici

]
Allegati
DSCN3025.JPG
DSCN3025.JPG (195.28 KiB) Visto 1103 volte
:bye: Alessandro

<< L'uomo è su questa terra da uno sputo (inteso come unità di tempo); eppure molti uomini si credono padroni del mondo >> Da, Franco Giordana
Avatar utente
enzo.bona
Messaggi: 1051
Iscritto il: 01 feb 2008, 11:54
Nome: Enzo
Cognome: Bona
Residenza(Prov): Capo di Ponte (BS)
Località: Capo di Ponte (BS)

Re: Saxifraga seguieri Biehler

Messaggio da enzo.bona »

Le piante che hai fotografato sono simili a quelle che ho raccolto a Nord del Frerone, tanto per capirci dal passo che porta al Rif. Gheza alla Porta di Stabio.....Effettivamente non sono riuscito a ricondurle a nulla di quanto di solito presente in zona. Anche se mi sembra che Sax seguieri, sia la specie più vicina :-)
Ciao,
Enzo
Avatar utente
Alessandro
Moderatore
Messaggi: 4250
Iscritto il: 16 nov 2009, 23:24
Nome: Alessandro
Cognome: Federici
Residenza(Prov): Esine (BS)

Re: Saxifraga seguieri Biehler

Messaggio da Alessandro »

Grazie Enzo
Può quindi rientrare nella variabilità della specie?
:bye: Alessandro

<< L'uomo è su questa terra da uno sputo (inteso come unità di tempo); eppure molti uomini si credono padroni del mondo >> Da, Franco Giordana
Avatar utente
enzo.bona
Messaggi: 1051
Iscritto il: 01 feb 2008, 11:54
Nome: Enzo
Cognome: Bona
Residenza(Prov): Capo di Ponte (BS)
Località: Capo di Ponte (BS)

Re: Saxifraga seguieri Biehler

Messaggio da enzo.bona »

Viene da una zona litologicamente complessissima; un vero crogiolo di rocce e di ere. Se ad altri non viene idea...:-)
Ciao,
Enzo
Avatar utente
F. Fen.
Moderatore
Messaggi: 14214
Iscritto il: 04 feb 2008, 20:44
Nome: Franco
Cognome: Fenaroli
Residenza(Prov): Brescia (BS)
Località: Brescia

Re: Saxifraga seguieri Biehler

Messaggio da F. Fen. »

Per me si tratta di Sax. seguieri, da noi sempre vista su silice. Per quello che intuisco il sostrato dovrebbe essere quello del passo Mattoni: granodioriti metamorfosate, si sfaldano con facilità ed assumono un aspetto inconfondibile.
In Val Fredda, se non ricordo male, sono presenti entrambe le specie. S. seguieri è parecchio simile a S. moschata (sensu Pignatti): però questa è in genere pluriflora con [1] 2-5 fio. per stelo, petali giallo-biancastri, talora sfumati di arancio, fg. in genere triforcate (talora solo intere), fg. morte persistenti di colore bruno scuro, da noi solo suolo K.
Invece S. seguieri è in genere uniflora (talora 2 fio. per stelo), petali giallastri, ciuffi basali di fg. sempre intere, fg. morte persistenti di colore bruno chiaro-grigiastro, da noi suolo S.
:bye: franco
La teoria del tutto, ovvero perché l'universo esiste: se trovassimo la risposta decreteremmo il definitivo trionfo della ragione umana poiché allora conosceremmo il pensiero stesso di Dio.
Stephen W. Hawking
Rispondi

Torna a “Archivio floristico”