Vespidae: Vespa crabro (Linnaeus, 1758) - in predazione

Rispondi
pino
Moderatore
Messaggi: 3093
Iscritto il: 09 set 2008, 11:22
Nome: Pino
Cognome: Perino
Residenza(Prov): Villorba (TV)

Vespidae: Vespa crabro (Linnaeus, 1758) - in predazione

Messaggio da pino » 29 set 2014, 13:27

Vespa crabro (Linnaeus, 1758)
Hymenoptera-Vespidae
(in predazione)
Villorba (TV), 30 m, set 2014
Foto di Pino Perino

Stavo fotografando delle Syrphidae su una pianta di edera quando è arrivato questo calabrone che si è preso al volo un'ape e l'ha letteralmente sgranocchiata :shock: mai assistito ad una scena simile.
E' un tipico assalto predatorio da parte di Vespa crabro e le api rientrano tra le prede abituali di questa specie. Tra l'altro le operaie (femmine sterili) cacciano esclusivamente per fornire cibo alle larve, che nei Vespidae sono carnivore, invece femmine adulte e maschi si alimentano prevalentemente di frutta matura o nettare, insomma per i calabroni e le vespe la caccia è un comportamento sociale. Si muore per la puntura di calabrone? Eccome, però nella stessa misura in cui si può morire per punture di altre vespe, api e perfino bombi, insomma si muore se si è allergici, per reazioni anafilattiche, per il resto la puntura del calabrone non è più pericolosa di quella di Vespula germanica o Polistes dominulus, solo un bel po' più dolorosa... detto ciò per i calabroni si nutre un timore che mi sembra in parte ingiustificato, tendenzialmente ignorano l'uomo e sono meno aggressivi di altri imenotteri (api comprese) perfino quando ci si avvicina al loro nido, anche se ovviamente i loro nidi è meglio osservarli da lontano e adottare tutte le cautele del caso. Siccome tendono ad essere attivi fino al crepuscolo può capitare che rimangano fuori dal nido e siano attratti dalle luci delle abitazioni, una volta che sono entrati è molto difficile farli uscire perché sono animali estremamente paurosi (anche se "paurosi" forse non è un termine "etologicamente corretto") e adottano strategie di fuga piuttosto controproducenti, tipo volare radenti al soffitto o a zig zag e sbattendo contro le pareti oppure provando a rifugiarsi dietro mobili e suppellettili, una volta me ne finì uno dentro il frigorifero e lo trovai il mattino dopo, mezzo morto, appoggiato sulla tazza del budino... se lo avessi toccato quasi certamente mi avrebbe punto...

Ciao
Umberto

P.S. fin da ragazzino sono rimasto incuriosito dai diversi comportamenti assunti dalle vespe quando entrano in un'abitazione, ad esempio i Polistes sp. si indirizzano verso la più vicina fonte di cibo (magari la ciotola del gatto o del cane) ignorando possibili fattori di distrazione (ciabatte e palette ammazzamosche comprese), Vespa crabro cerca improbabili vie di fuga volando a zig-zag in preda a quella che sembra una vera e propria manifestazione di panico. Vespula germanica diventa aggressiva nei confronti di tutto ciò che si muova all'interno della stanza.
Allegati
Vespa crabro (Linnaeus, 1758) Hymenoptera Vespidae Vespa Villorba 28 Settembre 2014 11.JPG
Vespa crabro (Linnaeus, 1758) Hymenoptera Vespidae Vespa Villorba 28 Settembre 2014 11.JPG (65.52 KiB) Visto 96 volte

Rispondi

Torna a “Hymenoptera”