Carex panicea L. {ID 1733}

Contributi sulla flora italiana pubblicati in Actaplantarum (sola lettura)
Regole del forum
I messaggi di questo forum costituiscono una preziosa documentazione della presenza allo stato spontaneo della flora italiana ordinata in base alla data del rinvenimento, sequenza che verrebbe alterata da qualsiasi intervento successivo, ammissibile SOLO in caso di errori nella determinazione. Per segnalare errori inviate un messaggio nel forum "Correzioni e modifiche ad Archivio floristico" ricopiando il Topic_id che trovate in cima a ogni topic dell'Archivio
Rispondi
Topic_id: 71524
filiberto
Messaggi: 732
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Carex panicea L. {ID 1733}

Messaggio da filiberto » 03 feb 2015, 19:54

Carex panicea L.
Cyperaceae: Carice migliacea
Villa Sorra di Castelfranco Emilia (MO), 50 m, mag 2007
Foto di Filiberto Fiandri
Allegati
1.jpg
1.jpg (41.33 KiB) Visto 1271 volte
2.jpg
2.jpg (15.02 KiB) Visto 169 volte
Ultima modifica di filiberto il 03 feb 2015, 20:06, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: {Italia - 7 - 58 - 0}

filiberto
Messaggi: 732
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Carex panicea L.

Messaggio da filiberto » 03 feb 2015, 19:55

Carex panicea L.
Cyperaceae: Carice migliacea
Villa Sorra di Castelfranco Emilia (MO), 50 m, mag 2007
Foto di Filiberto Fiandri
Allegati
3.jpg
3.jpg (71.82 KiB) Visto 168 volte
4.jpg
4.jpg (67.99 KiB) Visto 168 volte

filiberto
Messaggi: 732
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Carex panicea L.

Messaggio da filiberto » 03 feb 2015, 19:56

Carex panicea L.
Cyperaceae: Carice migliacea
Villa Sorra di Castelfranco Emilia (MO), 50 m, mag 2007
Foto di Filiberto Fiandri
Allegati
5.jpg
5.jpg (44.29 KiB) Visto 167 volte
6.jpg
6.jpg (72.44 KiB) Visto 167 volte

filiberto
Messaggi: 732
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Carex panicea L.

Messaggio da filiberto » 03 feb 2015, 19:56

Carex panicea L.
Cyperaceae: Carice migliacea
Villa Sorra di Castelfranco Emilia (MO), 50 m, mag 2007
Foto di Filiberto Fiandri
Allegati
7.jpg
7.jpg (63.02 KiB) Visto 166 volte

Avatar utente
F. Fen.
Moderatore
Messaggi: 14099
Iscritto il: 04 feb 2008, 20:44
Nome: Franco
Cognome: Fenaroli
Residenza(Prov): Brescia (BS)
Località: Brescia

Re: Carex panicea L.

Messaggio da F. Fen. » 05 feb 2015, 11:43

Molto probabile, le iconografie del Rothmaler non smentiscono.
:bye: franco
La teoria del tutto, ovvero perché l'universo esiste: se trovassimo la risposta decreteremmo il definitivo trionfo della ragione umana poiché allora conosceremmo il pensiero stesso di Dio.
Stephen W. Hawking

filiberto
Messaggi: 732
Iscritto il: 29 mar 2010, 00:17
Nome: Filiberto
Cognome: Fiandri
Residenza(Prov): Modena (MO)

Re: Carex panicea L.

Messaggio da filiberto » 05 feb 2015, 20:17

Grazie Franco.
Ero giunto alla mia ipotesi consultando libri differenti e questo è un altro dato positivo per la correttezza della determinazione.
Prima la chiave della flora di Pignatti che per i Carex considero valda.
Poi Duhamel "Flore de Carex de France" e poi Sedges of British Isles di autori vari
La mia prudenza (forse avrei potuto metterla direttamente in segnalazioni della flora italiana) deriva dall'habitat particolare di pianura e dal fatto che desidererei aggiungerla all'aggiornamento della Flora del Modenese, cosa che a questo punto mi sento di fare.
saluti
filiberto

egidio

Re: Carex panicea L.

Messaggio da egidio » 06 feb 2015, 13:51

…la specie Carex panicea L. è presente nella Check List della Flora del Parco Capanne di Marcarolo (AL).
egidio

Umberto Ferrando
Moderatore
Messaggi: 4577
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:28
Nome: Umberto
Cognome: Ferrando
Residenza(Prov): Mele (GE)

Re: Carex panicea L.

Messaggio da Umberto Ferrando » 07 feb 2015, 12:59

Nell'Appennino Ligure occidentale (la zona delle ofioliti del Gruppo di Voltri) è abbastanza diffusa, anche a quote di bassa collina e un tempo era presente (e risulta documentata) anche per le piccole zone umide del litorale tra Voltri e Varazze, biotopi ormai scomparsi a causa dell'antropizzazione e soprattutto della costruzione della linea ferroviaria Genova/Savona nella seconda metà del XIX secolo (1856-68). Carex panicea L. è fondamentalmente una specie "pseudo-atlantica" (più che "boreale" in senso stretto) per cui laddove non vi siano marcate condizioni di aridità estiva può sicuramente trovare condizioni ecologiche favorevoli.

Ciao
Umberto

Rispondi

Torna a “Archivio floristico”