Styrax officinalis L. {ID 7570}

Moderatori: Marinella Zepigi, Anja, Moderatori Botanici

Bloccato
Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Styrax officinalis L. {ID 7570}

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:30

Styrax officinalis L.
Sp. Pl.: 444 (1753)


Styracaceae

Storace, Deutsch: Echter Storaxbaum
English: Storax tree
Español: Estoraque, flores de nieve
Français: Aliboufier


Forma Biologica: P caesp - Fanerofite cespugliose. Piante legnose con portamento cespuglioso.

Descrizione: Pianta perenne a portamento cespuglioso che tuttavia può raggiungere dimensioni consistenti (1-4 m).
Foglie glabre e lucide nella pagina superiore, di leggero colore cenerino in quella inferiore. Picciolo di 4-8 mm.
Fiori molto profumati ed altamente melliferi, in genere raccolti in piccoli racemi di 4-5 fiori, compaiono tra aprile e maggio. Hanno calice campanulato, petali bianchi, stami disposti in forma di piccolo cilindro.
Frutto assai caratteristico, di colore verde chiaro dalla pellicola vellutata con una piccola appendice di alcuni cm nella parte inferiore. Ha dimensione di 2,5-3 cm e contiene un solo seme di 0,7-1 cm. Quest'ultimo è di forma subovoide, legnoso assai consistente e duro e riporta una rigatura centrale. Copiosa la produzione di frutti autunnali.

Tipo corologico: NE-Medit. - Mediterraneo nord-orientale.

Distribuzione in Italia: Il suo areale gravita nelle regioni del Mediterraneo orientale dall'Albania ai distretti Egei, fino al Libano, Siria e Israele. Si considera introdotta in Francia lungo la costa provenzale.
In Italia è specie caratteristica dei Monti Lucretili e Tiburtini che popola intere zone del massiccio lucretile in fitte macchie. Si rinviene anche su i bordi stradali che si dipanano sullo stesso massiccio in quanto utilizzato in passato per delimitare i confini poderali. Lo si rinviene anche sui Monti Carnicolani, Prenestini, Ruffi e Colli Albani. E' specie dubbia per l'Abruzzo, indicata da Loreto Grande su segnalazione dell'Anguillara (1561) all'inizio del secolo scorso e non più confermata. In Campania segnalata da Terracciano (1875) e Montelucci (1946) e recentemente confermata presso Maiori (SA) e Mondragone (CE) da Salerno, Cancellieri e Spada.
Questa specie ha sempre rappresentato un rompicapo botanico. La discussione circa la presenza di questa pianta di origine balcanica si è sempre dibattuta tra l’introduzione intenzionale e una penetrazione spontanea proveniente dai balcani unitamente ad altre specie presenti sul territorio della zona. Colonizza macchie e leccete tra 0÷600 m s.l.m.
Citando F. Spada: “..Si tratta di specie legnose prevalentemente mesofanerofitiche in parte legate ad una flora di tipo tropicale nota nella composizione da epoca prequaternaria … e progressivamente decimata nell’Europa meridionale nel corso delle crisi glaciali….”.
A questa ipotesi hanno aderito diversi studiosi tra cui il Montelucci, contrari alla possibilità di un’introduzione intenzionale.
Si tratterebbe quindi di un relitto glaciale che nei monti lucretili ha trovato un rifugio idoneo alla proliferazione in rapporto alla presenza di particolari caratteristiche morfologiche e climatiche.

Habitat: macchie, bordi stradali, leccete dal piano sino a 600 m s.l.m.

Immagine


Tassonomia filogenetica

Immagine


______________________________________________________________________________

Etimologia: Il termine generico deriva da una voce di provenienza siriaca ed individuava già un albero del medio-oriente famoso per il balsamo che se ne estraeva. Il termine specifico per l'utilizzo della pianta in medicina.

Proprietà ed utilizzi: Immagine Specie commestibile officinale

Pianta molto apprezzata nella zona tiburtina per la produzione di un ottimo miele, uso ora del tutto abbandonato. In dialetto la pianta viene infatti nominata “mellaina”.
La resina che si ricava dal fusto viene impiegata nella cucina popolare e in medicina come espettorante e antisettico. Si ricavava incidendo la corteccia che quindi essudava. Questo balsamo aveva una grande considerazione presso gli antichi, lo storace solido. Pur avendo grandi qualità, simili a quelle dell'eucalipto e dei pini per gli usi interni e antisettiche e cicatrizzanti per uso esterno, presso i moderni è invece del tutto caduta nel dimenticatoio.
I frutti venivano utilizzati come alimento per gli animali e la pianta in generale per la realizzazione di scope, fruste, pioli per le scale, sedie, pertiche, pali per vigne ecc.

Principali Fonti
S. Pignatti - Flora d'Italia
F. Spada - Il paesaggio vegetale dei Monti Lucretili
G. Montelucci - Note sulla vegetazione dei Monti Lucretili
G. Salerno, L. Cancellieri e F. Spada - Notulae alla checklist della Flora vascolare italiana 3 : 1308
P. Lieutaghi - Il libro degli alberi e degli arbusti.


Scheda realizzata da Luciano Capasso

con la preziosa collaborazione di Gianluca Nicolella e Marinella Zepigi

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:39

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, maggio 05
Foto di Luciano Capasso
Il cespuglio
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
IMG_0304a.jpg (167.45 KiB) Visto 6493 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:40

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, apr 2008
Foto di Luciano Capasso
Il tronco e la corteccia
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
_MG_4468a.jpg (148.26 KiB) Visto 6489 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:41

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, apr 2008
Foto di Luciano Capasso
Ancora il tronco
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
_MG_4473a.jpg (137.32 KiB) Visto 6483 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:42

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, apr 2008
Foto di Luciano Capasso
Un'altra forma di corteccia
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
_MG_4476a.jpg (170.27 KiB) Visto 6477 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:43

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, apr 2005
Foto di Luciano Capasso
Fiori e gemme
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
IMG_0294a.jpg (133.18 KiB) Visto 6472 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 11 dic 2008, 17:44

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, nov 2008
Foto di Luciano Capasso
Il frutto
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
_MG_5189a.jpg (135.45 KiB) Visto 6466 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 12 dic 2008, 19:32

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, apr 2005
Foto di Luciano Capasso
Frutti con la curiosa appendice
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
IMG_1545x.jpg (121.16 KiB) Visto 6369 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 13 dic 2008, 18:38

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, dic 2008
Foto di Luciano Capasso
Frutto sezionato.
Allegati
foto Luciano Capasso
foto Luciano Capasso
IMG_7850a.jpg (145.79 KiB) Visto 6352 volte

Avatar utente
luciano capasso
Messaggi: 1173
Iscritto il: 22 nov 2007, 15:50
Nome: Luciano
Cognome: Capasso
Residenza(Prov): Tivoli (RM)
Località: Tivoli (RM)

Re: Styrax officinalis L.

Messaggio da luciano capasso » 13 dic 2008, 18:38

Styrax officinalis L.
Styracaceae
Monti Lucretili, dic 2008
Foto di Luciano Capasso
Semi
Allegati
Foto Luciano Capasso
Foto Luciano Capasso
IMG_7855a.jpg (138.08 KiB) Visto 6350 volte

Bloccato

Torna a “Schede Botaniche”